UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Kozłowski e Bellingham hanno stabilito dei nuovi record a EURO

I due centrocampisti di Polonia e Inghilterra hanno stabilito dei nuovi record come i più giovani a scendere in campo in una fase a gironi e in una fase a eliminazione diretta EURO.

Il polacco Kacper Kozłowski
Il polacco Kacper Kozłowski UEFA via Getty Images

Il più giovane a scendere in campo

Kacper Kozłowski (17 anni e 246 giorni)
Il centrocampista polacco del Pogoń Szczecin, ha superato un record stabilito appena sei giorni prima dall'inglese Jude Bellingham (17 anni e 349 giorni), quando è entrato dalla panchina al posto di Mateusz Klich a metà del secondo tempo della sfida contro la Spagna nella fase a gironi di UEFA EURO 2020.

I più giovani a EURO
17 anni e 246 giorni: Kacper Kozłowski (Polonia - Spagna 1-1, 19/06/2021)
17 anni e 349 giorni: Jude Bellingham (Inghilterra - Croazia 1-0, 13/06/2021)
18 anni e 71 giorni: Jetro Willems (Olanda - Danimarca 0-1, 09/06/2012)
18 anni e 115 giorni: Enzo Scifo (Belgio - Jugoslavia 2-0, 13/06/1984)
18 anni e 117 giorni: Jamal Musiala (Germania - Ungheria 2-2, 23/06/2021)

Il portiere più giovane

José Ángel Iribar (21 anni e 108 giorni)
Tanti giovani portieri sono stati inseriti nelle squadre di EURO in passato - basti pensare a Iker Casillas a UEFA EURO 2000 e Igor Akinfeev e UEFA EURO 2004 – ma Iribar ha lasciato il segno come il più giovane portiere a scendere in campo quando la Spagna ha battuto l'Ungheria 2-1, il 17 giugno 1964. Il portierino spagnolo quattro giorni dopo è diventato il più giovane estremo difensore a vincere un EURO quando la sua squadra ha battuto l'URSS 2-1 in finale.

Il più giovane ad andare in gol

Highlights EURO 2004: Francia - Svizzera 3-1
Highlights EURO 2004: Francia - Svizzera 3-1

Johan Vonlanthen (18 anni e 141 giorni)
Il giovane centrocampista svizzero ha esordito in una fase finale in occasione di UEFA EURO 2004, lo stesso giorno in cui Wayne Rooney è diventato il più giovane marcatore nella storia EURO con due gol proprio contro la Svizzera di Vonlanthen. Lo stesso calciatore svizzero si è preso una parziale rivincita quattro giorni dopo, andando in rete contro la Francia nella sconfitta per 3-1 del 21 giugno.

Il più giovane a giocare nella fase a eliminazione diretta

Jude Bellingham (18 anni e quattro giorni)
Rooney ha detenuto questo record per molto tempo grazie alla presenza nei quarti di finale del 2004 contro il Portogallo, ma a EURO 2020 questo primato ha cambiato tre volte proprietario. Prima è stato lo spagnolo Pedri a impossessarsene negli ottavi contro la Croazia. Il giorno dopo il record è passato nelle mani del tedesco Jamal Musiala. E infine nella vittoria ai quarti di finale contro l'Ucraina, è passato all'inglese Bellingham che è sceso in campo a soli 18 anni e quattro giorni.

Il più giovane a giocare una finale

Renato Sanches (18 anni e 328 giorni)
Il centrocampista portoghese si è presentato a UEFA EURO 2016 fresco del passaggio dal Benfica al Bayern e con tante aspettative da non deludere. Ci è riuscito dimostrando una determinazione tale che gli è valsa prima la chiamata dalla nazionale maggiore e poi l'ingresso nella vittoria a sorpresa del Portogallo in finale contro i padroni di casa della Francia.

Il più giovane a segnare in finale

Highlights finale EURO 1968: Italia - Jugoslavia 2-0
Highlights finale EURO 1968: Italia - Jugoslavia 2-0

Pietro Anastasi (20 anni e 63 giorni)
Il tiro al volo di destro da fuori area di Anastasi ha permesso all'Italia di raddoppiare contro la Jugoslavia nella finale di Roma - e a lui personalmente di diventare il più giovane di sempre a segnare in una finale EURO. L'italiano è diventato famoso anche per essere stato il più costoso giocatore del mondo quando è passato dal Varese alla Juventus nel 1968.

Scarica l'app EURO

Scelti per te