UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Cinque partite europee memorabili a Wembley

Quali sono state le partite più belle delle competizioni UEFA giocate nel tempio del calcio?

Darren Anderton, Paul Gascoigne, Teddy Sheringham, Alan Shearer e Steve McManaman esultano dopo un gol contro l'Olanda
Darren Anderton, Paul Gascoigne, Teddy Sheringham, Alan Shearer e Steve McManaman esultano dopo un gol contro l'Olanda Getty Images

Wembley è da sempre considerato il tempio del calcio. L'ex Empire Stadium, costruito nel 1923, ha ospitato la "partita del secolo", vinta nettamente dall'Ungheria contro l'Inghilterra nel 1953, e quella più memorabile per il calcio inglese, ovvero la vittoriosa finale contro la Germania Ovest in Coppa del Mondo FIFA 1966.

Lo stadio ha ospitato anche diverse finali di Coppa dei Campioni e UEFA Champions League: la prima è stata quella del 1963 vinta dall'AC Milan sul Benfica per 2-1. Inoltre, quella di EURO '96, quando la Germania ha battuto Repubblica Ceca per 2-1 al golden gol dopo aver eliminato i padroni di casa ai rigori al turno precedente. Ora, a Wembley si giocheranno le ultime tre partite di UEFA EURO 2020: entreranno a far parte delle classiche del calcio europeo?

Il West Ham festeggia la vittoria della coppa delle Coppe
Il West Ham festeggia la vittoria della coppa delle CoppePopperfoto via Getty Images

West Ham - 1860 München 2-0
Finale di Coppa delle Coppe 1965

Il West Ham diventa la prima squadra inglese a vincere un trofeo UEFA a Wembley. Per 70 minuti, il Monaco 1860 mette a dura prova gli Hammers, che però si impongono con una doppietta di Alan Sealey. I festeggiamenti sono sobri, come ricorda l'attaccante Brian Dear: "Dopo non siamo andati da nessuna parte. Ci siamo fatti un panino e un tè e siamo tornati ad Upton Park".

Highlights: l'emozionante trionfo dello United nel 1968
Highlights: l'emozionante trionfo dello United nel 1968

Manchester United - Benfica 4-1 (dts)
Finale di Coppa dei Campioni 1968

Il tecnico Sir Matt Busby, Bobby Charlton e il difensore Bill Foulkes sono tra i sopravvissuti all'incidente aereo che è costato la vita a otto giocatori dello United nel 1958. Tutti e tre partecipano alla finale del 1968 contro il Benfica, che finisce 1-1 dopo 90 minuti. Ai supplementari, però, George Best, Brian Kidd e Charlton segnano i gol della vittoria. "Ci hanno resi orgogliosi - commenta Busby -. I ragazzi hanno giocato con il cuore per dimostrare a tutti di che pasta è fatto il Manchester United".

Highlights EURO '96: Inghilterra - Olanda 4-1
Highlights EURO '96: Inghilterra - Olanda 4-1

Olanda - Inghilterra 1-4
Fase a gironi di EURO '96

Dopo il 2-0 sulla Scozia che infiamma tutta l'Inghilterra, arriva una vittoria ancora più schiacciante contro l'Olanda. Alan Shearer porta in vantaggio gli inglesi su rigore in un primo tempo frenetico, poi segna un altro gol tra i due di Teddy Sheringham. "Abbiamo battuto l'Olanda per 4-1, ho segnato due gol e mi hanno votato migliore in campo: meglio di così non potrebbe andare", commenta Sheringham.

Highlights finale 2011: Barcellona - Manchester United 3-1
Highlights finale 2011: Barcellona - Manchester United 3-1

Barcelona - Manchester United 3-1
Finale di UEFA Champions League 2011

Magnanimo nella sconfitta, Sir Alex Ferguson ha solo parole d'elogio per il Barcellona di Pep Guardiola: "Da quando faccio l'allenatore, direi che è la squadra più forte che abbia mai affrontato. Nessuno ci ha mai dato una batosta del genere". Wayne Rooney riesce anche a pareggiare dopo il vantaggio di Pedro Rodríguez, ma Lionel Messi e David Villa segnano altri due gol e portano il tiki-taka alla sua massima espressione. "È stato incredibile - commenta Messi, migliore in campo -. Siamo stati bravi sotto tutti gli aspetti".

Highlights finale 2013: Bayern - Dortmund 2-1
Highlights finale 2013: Bayern - Dortmund 2-1

Bayern München - Borussia Dortmund 2-1
Finale di UEFA Champions League 2013

Battuto in finale nel 2010 e nel 2012, il Bayern vince forse la più ambita delle sfide, la prima finale di UEFA Champions League tutta tedesca. La gara è estremamente equilibrata: dopo il gol di Mario Mandžukić al 60', İlkay Gündoğan pareggia dal dischetto, ma Arjen Robben segna la rete decisiva all'89'. "Non si può descrivere - commenta l'olandese -. Nella testa mi passano tante emozioni, soprattutto perché conoscevo già la sconfitta. Se vinci, te la godi ancora di più".

Scarica l'app di EURO 2020!