Il sito ufficiale del calcio europeo

Il calcio in Francia

La Francia è uno dei due paesi ad aver vinto due tornei internazionali consecutivi e merita un posto di rilievo nel calcio d'elite. UEFA.com rivive l'ascesa dei transalpini nel corso della storia.
di Christian Châtelet
da Parigi
Il calcio in Francia
Just Fontaine (France) ©Popperfoto/Getty Images

Il calcio in Francia

La Francia è uno dei due paesi ad aver vinto due tornei internazionali consecutivi e merita un posto di rilievo nel calcio d'elite. UEFA.com rivive l'ascesa dei transalpini nel corso della storia.

La Francia è uno dei due paesi ad aver vinto due tornei internazionali consecutivi e merita un posto di rilievo nel calcio d'elite. Campioni come Michel Platini e Zinédine Zidane hanno dato un grande contributo al patrimonio calcistico transalpino, guidando la squadra alla vittoria di due Campionati Europei UEFA e una Coppa del Mondo FIFA.

Gli inizi - Lucien Laurent
La Francia partecipa ai primi mondiali nel 1930, quando l'ex presidente FIFA Jules Rimet organizza l'edizione inaugurale del torneo. Laurent è il giocatore che segna il primo gol nella storia della Coppa del Mondo andando a segno dopo 19' nella gara vinta contro il Messico (4-1). Nel 1927, un altro francese, Henri Delaunay, propone un torneo per far sfidare i giocatori più forti del continente e 31 anni dopo nasce il Campionato Europeo UEFA. Delaunay, primo segretario generale UEFA, scompare nel 1955, ma il suo nome e la sua visione restano immortali. 

I gol di Fontaine
Nel 1958, la Francia arriva a un passo dalla supremazia mondiale. L'attaccante Just Fontaine mette a segno 13 gol (un record) ma viene messo in ombra da un giovane campione di nome Pelé. Allora 17enne, il brasiliano interrompe il cammino dei francesi in semifinale con una tripletta, mentre il capitano Robert Jonquet conquista il paese continuando a giocare dopo una frattura al perone alla mezz'ora. Nella finale per il terzo posto, vinta 6-3 contro la Germania, Fontaine è di nuovo protagonista con quattro gol. 

Les Bleus crescono
La Francia esplode davanti al suo pubblico al Campionato Europeo UEFA 1984. Dopo aver raggiunto la semifinale mondiale due anni prima, la squadra di Michel Hidalgo raggiunge un nuovo livello grazie a giocatori combattivi come Luis Fernandez e creativi come Platini, Alain Giresse e Jean Tigana.

Platini decide la gara inaugurale contro la Danimarca (1-0) e prosegue con due triplette contro Belgio e Jugoslavia. Dopo il gol della vittoria ai supplementari nel 3-2 in semifinale contro il Portogallo, Platini apre le marcature anche nella finale contro la Spagna con una punizione che beffa il portiere Luis Arconada, mentre nel secondo tempo arriva il 2-0. Nove anni dopo, l'Olympique de Marseille sventola la bandiera francese anche a livello di club vincendo la prima edizione della UEFA Champions League. 

Casa dolce casa 
La Coppa del Mondo torna in Francia nel 1998. La squadra di Aimé Jacquet risponde alle aspettative in grande stile, elimando Paraguay, Italia e Croazia nella fase a eliminazione diretta dopo un Gruppo C impeccabile. Nella finale contro il Brasile delle stelle, i transalpini si impongono con facilità grazie a una doppietta di Zidane nel primo tempo e a un gol di Emmanuel Petit nei minuti di recupero.

Due anni dopo, Roger Lemerre guida la Francia al secondo titolo europeo a spese dell'Italia. In svantaggio di un gol, i transalpini pareggiano all'ultima azione del secondo tempo con Sylvain Wiltord, mentre David Trezeguet firma il golden gol al 13' dei supplementari davanti a un attonito Dino Zoff sulla panchina azzurra. Non contenta, la Francia vince anche due FIFA Confederations Cup nel 2001 e 2003. 

La caduta 
Ma le grandi aspettative spesso portano anche grandi delusioni: per esempio quelle in Coppa del Mondo FIFA 2002 in Giappone/Corea del Sud, dove la squadra esce nella fase a gironi dopo aver racimolato appena un punto.

Nonostante la qualificazione a UEFA EURO 2004, il cammino dei francesi in Portogallo viene interrotto ai quarti di finale dalla Grecia, futura campione. Lo stesso anno, l'AS Monaco di Didier Deschamp si candida inaspettatamente a vincere la UEFA Champions League eliminando Chelsea FC e Real Madrid CF, ma si arrende all'ultimo ostacolo contro l'FC Porto. 

Il paese riscopre l'amore per la Coppa del Mondo quando Lilian Thuram, Claude Makélélé e Zidane tornano a disposizione della nazionale dopo aver annunciato il ritiro e la portano alla finale del 2006 contro l'Italia. Il capitano Zidane apre le marcature, diventando il quarto giocatore a segnare in due finali mondiali, ma Marco Materazzi pareggia.

L'ex Real Madrid CF non riesce a coronare la sua favola e rimedia anche un cartellino rosso, mentre gli azzurri vincono ai calci di rigore. La Francia non riesce più a superare la fase a gironi fino a UEFA EURO 2012, quando Lauren Blanc la porta ai quarti di finale ma la squadra si arrende all'inarrestabile Spagna.

Ultimo aggiornamento: 31/05/16 8.20CET

Informazioni collegate

Federazioni nazionali
Profili squadre

https://it.uefa.com/uefaeuro/finals/history/background/history-french-football/index.html