Cinquine a EURO

UEFA.com passa in rassegna le quattro occasioni in cui una gara della fase finale del Campionato Europeo UEFA è terminata con cinque gol di scarto.

©Getty Images

Sfide appassionate ed equilibrate sono da sempre il tratto distintivo del Campionato Europeo UEFA. Tuttavia, ci sono state occasioni in cui il risultato non è mai stato in discussione. UEFA.com passa in rassegna le quattro partite di una fase finale del torneo terminate con cinque gol di scarto.

Fase a gironi 1984: Francia - Belgio 5-0
I padroni di casa dell'edizione 1984 partono timidamente battendo 1-0 all'esordio la Danimarca. Nella gara successiva, a Nantes, dilagano grazie al contributo decisivo del loro uomo più rappresentativo. Michel Platini firma una tripletta frutto di un tap-in sotto misura al 4', un rigore e un colpo di testa. Il capitano guiderà la sua squadra alla conquista del titolo continentale. Il numero 10 della Francia realizza un'altra tripletta nella partita successiva e chiuderà il torneo con la cifra record in un Europeo di nove gol.

Fase a gironi 1984: Danimarca – Jugoslavia 5-0 

Lo stesso giorno in cui la Francia travolge il Belgio, anche la Danimarca rifila un passivo di cinque gol agli avversari. La Danimarca non avrebbe potuto sperare in una reazione migliore dopo la sconfitta all'esordio contro la Francia. Michael Laudrup si rivela in particolare una spina nel fianco della retroguardia jugoslava. Sotto 2-0 dopo appena 16 minuti, la Jugoslavia crolla definitivamente soltanto a metà ripresa: rigore trasformato da Frank Arnesen. Negli ultimi otto minuti, la Danimarca va a segno due volte completando la cinquina.

Quarti di finale 2000: Olanda – Jugoslavia 6-1
Gli Arancioni sfoderano una prestazione sontuosa e stabiliscono un record senza precedenti: sei gol realizzati in una partita della fase finale di EURO. Tre dei sei gol portano la firma di Patrick Kluivert, bomber implacabile all'apice della carriera, e due dell'imprevedibile ala Marc Overmars. Ma più che dei singoli è una vittoria corale quella della squadra di Frank Rijkaard, che demolisce una Jugoslavia molto solida nella fase a gironi.

Fase a gironi 2004: Svezia – Bulgaria 5-0
Dopo essersi ritirato dalla nazionale all'indomani dell'uscita della Svezia negli ottavi del Mondiale FIFA 2002, Henrik Larsson viene convinto a rientrare per UEFA EURO 2004. Una doppietta dell'attaccante, unita ai gol di Fredrik Ljungberg, Zlatan Ibrahimović e Marcus Allbäck, demoliscono una Bulgaria generosa ma inerme.


In alto