Metti fuorigioco il COVID-19 seguendo i cinque punti dell'Organizzazione Mondiale della Sanità e della FIFA per aiutare a fermare la diffusione della malattia.

1. Lavarsi le mani 2. Tossire sul gomito piegato 3. Non toccarsi il viso 4. Mantenere la distanza fisica 5. Stare a casa in caso di malessere.
Maggiori informazioni >

Il Trofeo UEFA EURO 2020

Conosciamo meglio la coppa Henri Delaunay, il prestigioso premio che si contenderanno le 24 partecipanti a UEFA EURO 2020.

Solo un fortunato capitano suggellerà la propria carriera sollevando la coppa Henri Delaunay a Wembley.

Nel giugno 2008, il portiere spagnolo Iker Casillas ha avuto il privilegio di essere il primo capitano a sollevare la versione rinnovata della coppa Henri Delaunay, che ha sostituito degnamente il premio assegnato ai vincitori del Campionato Europeo UEFA.

La seconda versione del trofeo si basa sull'originale disegnato dalla Arthus-Bertrand nel 1960, che porta il nome dell'ex presidente della Federcalcio francese (FFF) e primo segretario generale UEFA dalla fondazione del 15 giugno 1954 fino al 9 novembre 1955, Henri Delaunay.

Più alto di 18 cm e più pesante di 2 kg rispetto all'originale, è realizzato in argento Sterling e ne conserva lo storico nome. Il trofeo è stato modificato per rispecchiare la maggior portata della competizione per nazionali più prestigiosa d'Europa.

 
Il responsabile della creazione dell'originale fu Pierre Delaunay, figlio di Henri, figura visionaria che ispirò la competizione. Henri Delaunay morì nel 1955 prima di vedere realizzato il suo progetto, ma la nuova versione del trofeo ne testimonia l'eredità duratura e ne mantiene lo stile classico.

 
Una delle piccole differenze tra la versione originale e quella aggiornata è la base in argento, più larga per aumentarne la stabilità. Inoltre, i nomi delle nazioni vincitrici, originariamente incisi sul piedistallo, sono stati spostati sul retro del trofeo, che pesa 8 kg ed è alto 60 cm.

Al contrario dell'originale, creato dell'orafo Chobillon e acquistato successivamente da Arthus-Bertrand a Parigi, la realizzazione del trofeo moderno è stata affidata alla Asprey di Londra.

 
Asprey, rinomata casa di argentieri, gioiellieri e orafi, vanta una lunga tradizione che risale alla creazione della Coppa America da parte della consorella Garrard (1848). La UEFA ha voluto aumentare la qualità, ma anche la grandezza della coppa per dare un risalto maggiore all’evento, ritenendo che l'originale fosse troppo piccolo per sintetizzare tutti questi aspetti.

Contenuti attinenti

In alto