EURO 1980: Hrubesch eroe per la Germania contro il Belgio

Belgio - Germania Ovest 1-2
Horst Hrubesch segna i primi gol in nazionale regalando alla Germania il titolo continentale.

Horst Hrubesch con la coppa
Horst Hrubesch con la coppa ©Getty Images

La Germania Ovest si conferma grande potenza del calcio europeo con la doppietta di Horst Hrubesch, secondo gol a un minuto dalla fine, che regala alla squadra di Jupp Derwall la vittoria per 2-1 contro il Belgio e il secondo titolo continentale.

Il 20enne Bernd Schuster brilla a centrocampo e fornisce a Hrubesch il pallone del vantaggio al 10'. I belgi rispondono con il rigore di René Vandereycken al 75' ma Hrubesch segna ancora nel finale.

EURO 1980: guida completa


Schuster aveva già brillato nel 3-2 contro l'Olanda e il fantasista dell'1. FC Köln non spreca tempo per spaccare in due la difesa belga. Si accentra da destra, scambia con Klaus Allofs e serve con un tocco sotto Hrubesch, che insacca con sicurezza.

Guarda Allofs (capocannoniere a EURO 1980) in azione
Guarda Allofs (capocannoniere a EURO 1980) in azione


Dopo aver faticato nella finale di Coppa dei Campioni tre settimane prima, il 29enne trova spazio solo per l'infortunio di Klaus Fischer prima del torneo in Italia. E non spreca l'occasione per dimostrare di essere molto di più che un Kopfball-Ungeheuer (il mostro dei colpi di testa).

Hansi Müller calcia poi alto mentre Jean-Marie Pfaff deve sventare le conclusioni di Allofs (che aveva saltato tre difensori) e Schuster. Dall'altra parte François Van der Elst calcia a lato sulla bella imbeccata di Jan Ceulemans.

Jan Ceulemans contro la difesa tedesca
Jan Ceulemans contro la difesa tedesca



Vandereycken costringe poi Harald Schumacher a una splendida parata. Poi Van der Elst trova di nuovo spazio e viene trattenuto da Uli Stielike all’ingresso in area. Vandereycken pareggia dal dischetto.

Mancano pochi secondi ai supplementari quando Pfaff esce sul cross di Karl-Heinz Rummenigge, ma viene anticipato dal colpo di testa di Hrubesch sul primo palo.

Il capitano tedesco Bernard Dietz alza la coppa
Il capitano tedesco Bernard Dietz alza la coppa

Horst Hrubesch, attaccante Germania: "Avevo giocato tre partite senza segnare e se Jupp Derwall non mi avesse scelto, non avrei avuto niente da ridire. Ma alla fine ha fatto la scelta giusta. Ricordo bene il primo gol. I belgi stavano attaccando, ma Bernd Schuster ha preso il pallone ed è iniziata una manovra con uno o due passaggi. Alla fine la palla è arrivata a me e per una volta ho segnato di piede e non di testa".

"Ho segnato il primo gol, ma nel secondo tempo il Belgio ha meritato il pareggio. Ai supplementari non ce l’avremmo fatta. Faceva molto caldo e ricordo che per la stanchezza è stato difficile anche alzare la coppa. Il secondo gol, su calcio d’angolo di Karl Heinz Rummenigge, è stato fondamentale. Jean-Marie Pfaff ha fatto l'errore di non rimanere sulla linea. Ho saltato molto in alto e non ho avuto problemi a insaccare la palla".

EURO 1980: squadra del torneo


Formazioni

La Germania Ovest
La Germania Ovest

Belgio: Pfaff; Renquin, Millecamps, Meeuws, Gerets; Mommens, Vandereycken, Van Moer, Cools (c); Ceulemans; Van Der Elst
A disposizione
: n/d
Ct: Guy Thys

Germania Ovest: Schumacher; Briegel (Cullmann 55'), Karl-Heinz Förster, Stieleke, Dietz (c), Kaltz; Müller, Rummenigge, Schuster; Hrubesch, Allofs
A disposizione: n/d
Ct: Jupp Derwall

Arbitro: Nicolae Rainea (Romania)

Contenuti attinenti