UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

"Anche la Spagna sa vincere"

Luis Aragonés è felice di aver finalmente portato un trofeo alla sua nazione, Joachim Löw rende omaggio ai campioni: "Ha vinto la squadra migliore".

Highlights: il trionfo della Spagna nel 2008
Highlights: il trionfo della Spagna nel 2008

Luis Aragonés appare calmo e rilassato nella conferenza stampa post-partita. Non sembra nemmeno che ha appena portato la Spagna a un trofeo atteso ben 44 anni. Per il Ct, che ha dedicato il successo a tutti gli spagnoli, ha vinto la squadra che ha giocato il miglior calcio. E' d'accordo il Ct tedesco Joachim Löw, che rende omaggio ai campioni d'Europa.

Luis Aragonés, Ct della Spagna
Questo è un gruppo che gioca molto bene, tocca bene il pallone, attacca gli spazi: è difficile da fermare. Il gruppo è la chiave di questo successo. Tutti i giocatori hanno remato nella stessa direzione, quelli che hanno giocato di più e quelli che hanno giocato meno. Questa coppa è per tutti gli spagnoli. Da adesso possiamo dire che anche la nostra è una squadra che sa vincere trofei. Sono felicissimo anche se non sono un tipo che esteriorizza. Credo che questa squadra sia la migliore. Prima del torneo aveva detto che se i giocatori avessero mantenuto un livello medio di forma, sarebbero stati campioni. E non lo dicevo per galvanizzare il gruppo. La partita contro l'Italia è stata forse la più difficile perchè è la squadra più forte a livello difensivo. Fernando Torres è un grande giocatore. Lo ha dimostrato sia al Liverpool che in nazionale. Ha una grande velocità e una grande capacità nello smarcarsi. Deve ancora migliorare qualcosa ma è giocane e può diventare un dei migliori al mondo.

Joachim Löw, Ct della Germania
Sono triste perchè abbiamo perso la finale, ma credo che abbiamo perso una partita contro una squadra più tecnica della nostra e che si è resa pericolosa più volte di quanto ci siamo riusciti noi. Questa sconfitta non toglie nulla al fatto che abbiamo passato sei settimane fantastiche con questa squadra giovane e talentuosa. Adesso iniziamo a pensare al 2010.