Ex vincitori tra gli ambasciatori di EURO 2020

Tra gli ambasciatori di UEFA EURO 2020 svelati giovedì, ci sono alcuni ex vincitori della competizione.

Ex vincitori tra gli ambasciatori di EURO 2020
©UEFA.com

Tra i primi 34 ambasciatori nominati giovedì per rappresentare UEFA EURO 2020, ci sono alcuni ex vincitori della competizione, come Xavi Hernández, Thierry Henry e Peter Schmeichel.

TUTTI GLI AMBASCIATORI: STATISTICHE E NUMERI

Gli ambasciatori avranno lo speciale compito di supportare il 60° anniversario EURO che per l'occasione si giocherà in 12 città diverse dal 12 giugno al 12 luglio dell'anno prossimo. Alcuni personaggi illustri si sono ritrovati a Nyon presso la sede della UEFA per la nomina ufficiale, mentre la coppa Henri Delaunay ha preso il volo su un pallone aerostatico per un viaggio unico e indimenticabile sui cieli di tutta Europa.

"Sono orgoglioso che leggende EURO come Peter Schmeichel, David Trezeguet e Luís Figo siano attivamente coinvolti nella promozione del 60° anniversario dei Campionati Europei UEFA", ha detto il presidente UEFA, Aleksander Čeferin.

"In quanto finalisti EURO, questi calciatori hanno tutti contribuito a creare alcuni dei ricordi più iconici nella storia di questa grande competizione e noi non vediamo l'ora di vederli all'opera nella promozione di UEFA EURO 2020 - evento che sarà più vicino che mai ai tifosi".

L'evento coincide con l'inizio delle Qualificazioni Europee. Tutte e 55 le federazioni affiliate alla UEFA partecipano alle qualificazioni e nessuna delle nazioni ospitanti avrà garantito un posto alla fase finale a 24 squadre.

COME FUNZIONANO LE QUALIFICAZIONI EURO

"Sono felice di fare parte ci un gruppo così esclusivo di ambasciatori, specialmente perché questo sarà l'EURO più grande di sempre", ha spiegato David Trezeguet, autore del Golden Gol della Francia nella finale di UEFA EURO 2000 vinta contro l'Italia.

"Mi aspetto che ciascuna nazione porti qualcosa di proprio in quello che sarà un evento mondiale. Per me UEFA EURO 2020 è molto più di un evento di calcio. Sarà una vera e propria festa in 12 grandi città nonché il modo adeguato per celebrare i 60 anni di questa grande competizione".

Schmeichel, pilastro e trascinatore di quella Danimarca che nel 1992 si è aggiudicata la competizione, ha aggiunto: "Vincere EURO '92 ha messo il calcio danese nella cartina geografica. Adesso tocca all'attuale generazione di calciatori danesi. Questi calciatori, così come quelli delle altre 11 nazioni di tutta Europa, hanno potenzialmente la possibilità di giocare la fase finale EURO dell'anno prossimo davanti al proprio pubblico di casa".

"Sebbene ancora debbano tutti qualificarsi, questa occasione è un grande incentivo e un grande onore per loro - ma soprattutto il formato della competizione permetterà a tanti tifosi di avere l'Europeo a pochi passi da casa nel 2020. Questa è un'occasione da non lasciarsi sfuggire".

Le 12 città ospitanti di UEFA EURO 2020 sono: Amsterdam, Baku, Bilbao, Bucarest, Budapest, Copenaghen, Dublino, Glasgow, Londra, Monaco, Roma e San Pietroburgo.

In alto