Otto nomi scoperti grazie a EURO 2016

Gli Europei UEFA ci fanno scoprire numerosi talenti in ogni edizione e quella francese non è stata da meno. Abbiamo scelto otto nomi a cui questa competizione sarà servita da trampolino di lancio.

Hannes Þór Halldórsson (Islanda)
©Getty Images

Raphaël Guerreiro (Portogallo)
Età:
22
Prima di EURO 2016: 15esimo in Ligue1 con il Lorient.

Titolare solo grazie all'infortunio di Fábio Coentrão ha saputo non far rimpiangere il titolare. Il terzino sinistro ha giocato un grande torneo e il cross millimetrico consegnato a Cristiano Ronaldo durante la semifinale con il Galles dimostra come il Borussia Dortmund abbia fatto bene ad acquistarlo prima dell'inizio di UEFA EURO 2016.

Hal Robson-Kanu (Galles)
Etò: 27
Prima di EURO 2016: Prima di svincolarsi dal Reading ha segnato tre gol in Championship. 

La punta, arrivata in Francia da semi sconosciuto, è salita alla ribalta dopo lo straordinario gol - con tanto di finta alla Cruyff - segnato contro il Belgio. Ora i club fanno la fila per assicurarselo.

Nolito festeggia contro la Turchia
Nolito festeggia contro la Turchia©Getty Images

Nolito (Spagna)
Età: 29
Prima di EURO 2016: Ha disputato una splendida stagione con il Celta Vigo.

Chiamato all'ultimo in una squadra già formata, Nolito è apparso subito a suo agio negli schemi della Spagna, contribuendo sopratutto nel 3-0 con cui gli uomini di Vicente Del Bosque hanno liquidato la Turchia. Il Manchester City ha preso nota e non ha aspettato molto per portarlo in Premier League. 

Michael McGovern (Irlanda del Nord)
Età:
31
Prima di EURO 2016: Si è salvato all'ultimo dalla retrocessione nella Premiership Scozzese con l'Hamilton Academical.

Un portiere che ha trascorso tutta la carriera in Scozia, McGovern è salito alla ribalta dopo la grande prestazione contro la Germania in cui ha fatto sì che i tedeschi segnassero solo una volta nonostante  i 26 tentativi. Le sue parate sono state fondamentali per la differenza reti, necessaria per assicurarsi un posto tra le migliori terze.

Hannes Halldórsson (Islanda)

Età: 32
Prima di EURO 2016: A EURO nonostante la stagione con il Bodø/Glimt sia solo a metà.

Il portiere, nonché direttore di spot pubblicitari part-time, ha fatto il grande salto tra i professionisti solo tre anni fa, ma è stato uno dei giocatori più importanti nel cammino dell'Islanda fino ai quarti, fermando gente come David Alaba, Harry Kane e Cristiano Ronaldo.

Arlind Ajeti (Albania)
Età: 22
Prima di EURO 2016: Retrocesso dalla Serie A con il Frosinone.

Una competizione movimentata per lui. Dopo la panchina con la Svizzera ha subito una commozione celebrale durante la gara - ottima - contro la Francia, prima di riprendersi e ripetere una grandissima prestazione nella storica vittoria dell'Albania contro la Romania. Quattro giorni dopo il Torino lo ha rilevato dal Frosinone.

Michał Pazdan (centro)
Michał Pazdan (centro)©AFP

Michał Pazdan (Polonia)
Età: 28
Prima di EURO 2016: Faceva parte della squadra polacca di UEFA EURO 2008, ma non è mai sceso in campo. Ha vinto il campionato in patria con il Legia Varsavia.

Quando Pazdna ricevette la prima convocazione in Nazionale lo staff dell'Hotel si rifiutò di farlo entrare perché credeva che non facesse parte della squadra. Oggi è riconosciuto da tutti dopo le prestazioni monstre nel Gruppo C, dove la Polonia è riuscita a mantenere la porta inviolata per tutti e tre gli incontri - in particolare con la Germania.

Thomas Meunier (Belgio)
Età: 24
Prima di EURO 2016: Ha vinto il campionato belga con il Club Brugge. 

Dopo la panchina contro l'Italia il terzino è stato schierato nel match che ha visto il Belgio impegnato con l'Irlanda, dove Meunier ha giustificato il suo impiego servendo un ottimo assist per il gol del raddoppio di Axel Witsel. Ottime anche le prestazioni contro Svezia e Ungheria, tanto che il Paris Saint-Germain ha già messo gli occhi su di lui.

In alto