Le protagoniste dei quarti: Germania

Il nostro uomo del campo, Steffen Potter, ci racconta la verità sui campioni del mondo di Joachim Löw e ci spiega perché questa potrebbe essere la volta buona perchè i tedeschi rompano il tabù Italia.

Thomas Müller e Jérôme Boateng (Germania)
©AFP/Getty Images

Soprannome: Mannschaft

La storia finora: alla vigilia della competizione ci si interrogava sulla tenuta difensiva dei campioni del mondo. I tedeschi hanno risposto alle critiche mettendo uno zero nella casella dei gol subiti dopo quattro gare. Dopo la convincente vittoria degli ottavi contro la Slovacchia, sembra che la squadra abbia trovato l'equilibrio giusto nel momento migliore.

Il cammino fino ai quarti: 2-0 Ucraina, 0-0 Polonia, 1-0 Irlanda del Nord, 3-0 Slovacchia

La stella: le difese sono state il punto di forza in Francia, e la Germania non è stata da meno. Il centrale Jérôme Boateng è stato solido come una roccia, creativo e pericoloso in avanti. Non è un caso che abbia segnato la sua prima rete in 63 partite con la Germania.

Il momento migliore: il primo gol di Boateng. Uscito prematuramente per un infortunio al polpaccio contro l'Irlanda del Nord, era in dubbio nel riscaldamento contro la Slovacchia. Dopo il gol, però, non è sembrato per nulla dolorante, andando a esultare con lo staff medico.

Punti di forza: la squadra di Joachim Löw ha una manovra offensiva avvolgente ed è forte nel possesso. I tedeschi sono bravi a riconquistare il pallone velocemente e dimostrano grandi capacità di movimento, e bravura negli scambi ravvicinati - senza dimenticare che non hanno ancora subito un gol.

Punti deboli: la Germania ha sprecato molto in avanti nella competizione, come quando ha fallito il rigore contro la Slovacchia. I tedeschi potrebbero pagare dazio nelle fasi finali del torneo.

Pronostico per i quarti: la bestia nera Italia. La Germania non ha mai battuto gli Azzurri in una gara ufficiale. Tuttavia, questa volta non potrebbero essere in una posizione migliore per rompere l'incantesimo... ma ricordo di aver detto lo stesso prima della semifinale del 2012.

Cosa cantano? Die Nummer eins der Welt sind wir (I numeri uno del mondo siamo noi).

Tifosi illustri: Boris Becker (ex tennista), Angela Merkel (Cancelliere), Nico Rosberg (pilota), Dirk Nowitzki (giocatore di pallacanestro), Sabine Lisicki (tennista)

Curiosità: molti sanno che il fratello di Jérôme Boateng, Kevin-Prince, gioca con la nazionale ghanese. Ma pochi sono a conoscenza del fatto che il terzo fratello, George, abbia provato la strada dei due prima di dedicarsi al rap.

In alto