UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

EURO 2016: il Galles batte a sorpresa il Belgio e vola in semifinale

Galles-Belgio 3-1
La squadra di Coleman batte 3-1 i Diavoli Rossi e centra un'incredibile qualificazione in semifinale: sblocca Nainggolan, poi segnano A. Williams, Robson-Kanu e Vokes.

Gli highlights di EURO 2016: Galles - Belgio 3-1
Gli highlights di EURO 2016: Galles - Belgio 3-1
  • Il Galles supera in rimonta il Belgio e raggiunge per la prima volta la semfinale a UEFA EURO
  • Radja Nainggolan con un gran gol dalla distanza, porta subito avanti i Diavoli Rossi a Lille, vicino alla frontiera belga
  • Ashley Williams realizza il pareggio prima che Hal Robson-Kanu, al 55', perfezioni la rimonta
  • Vokes a quattro minuti dalla fine dà al risultato la sua forma definitiva
  • Il Belgio affronterà il Portogallo a Lione, nella semifinale in programma il 6 luglio. 

La nazionale di Coleman piega 3-1 il Belgio nel quarto di Lille e conquista la prima semifinale della propria storia all’esordio nella competizione. Robson-Kanu e Vokes decidono il match nella ripresa dopo il botta e risposta del primo tempo tra Nainggolan e Ashley Williams.

EURO 2016: la guida completa

Il Belgio parte con decisione e al settimo minuto spreca un’occasione enorme per il vantaggio: Carrasco, servito da Romelu Lukaku a centro area, si fa ipnotizzare dall’uscita di Hennessey, poi i tentativi di Meunier e Hazard a porta sguarnita sbattono sul muro eretto dalla difesa del Galles. La selezione di Coleman alza gradualmente il baricentro dopo un avvio difficile e si fa vedere con il colpo di testa di Robson-Kanu e il sinistro sull’esterno della rete di Bale.

Dopo tredici minuti il Belgio passa in vantaggio: come nel match della fase a gironi con la Svezia, è Radja Nainggolan a colpire dai 25 metri con un destro potente e preciso che Hennessey riesce solamente a sfiorare. Il Galles si prende qualche minuto per organizzare la reazione e con il passare dei minuti prende le misure agli avversari: al 26’ Courtois è straordinario nel respingere la conclusione di Taylor, bravo nell’inserirsi centralmente sul cross basso di Ramsey.

Guarda l'esultanza del Galles per la vittoria
Guarda l'esultanza del Galles per la vittoria

Passano quattro giri d’orologio e il punteggio torna in parità: Ramsey disegna da calcio d'angolo una traiettoria arcuata per la testa di Ashley Williams, lo stacco del capitano gallese, solo nel cuore dell’area belga, supera Courtois e vale l’1-1. L’inerzia del match sembra cambiare: le incursioni di Bale creano scompiglio nella difesa del Belgio, la nazionale di Wilmots si abbassa nella propria metà campo. L’ultima occasione della prima frazione è una girata aerea di Robson-Kanu sul cross di un attivissimo Ramsey, Courtois blocca qualche secondo prima del duplice fischio di Skomina.

L’avvio di ripresa ricalca i minuti iniziali del match ed è il Belgio a rendersi pericoloso tre volte nel giro di 3’: Romelu Lukaku sfiora il gol con un pregevole diagonale, poi mancano il bersaglio grosso De Bruyne, il cui sinistro termina alto sopra la traversa di Hennessey, e Hazard, che rientra verso il centro con il suo classico movimento e calcia di destro sul palo più lontano mettendo i brividi ai tifosi avversari.

Il Galles sembra in difficoltà, ma al 55’ la giocata di Robson-Kanu dà la svolta al match: Ramsey trova nel cuore dell’area di rigore belga il numero 9, che manda fuori tempo sia Fellaini che Meunier con una repentina giravolta di tacco e fulmina Courtois di sinistro per il 2-1. Il Belgio perde le proprie certezze e Ashley Williams ha due occasioni per firmare la doppietta personale: allo scoccare dell’ora di gioco Courtois evita il tap-in del capitano gallese, che tenta senza successo di superarlo anche qualche minuto più tardi con una girata dall’elevato coefficiente di difficoltà.

Coleman euforico dopo la vittoria del Galles
Coleman euforico dopo la vittoria del Galles

Hazard e compagni non riescono a finalizzare un interessante contropiede spinto dalla coppia De Bruyne-Romelu Lukaku, il Belgio alza i giri del proprio motore alla ricerca del pareggio: al 74’ Fellaini stacca a botta sicura sul cross di Alderweireld non trovando lo specchio della porta, poi è Witsel a provarci dalla media distanza con il destro. La pressione sul Galles cresce, ma il team di Coleman piazza il colpo del KO al minuto 85: Gunter pennella dalla corsia destra per la testa del subentrato Vokes, che anticipa Alderweireld ed insacca il 3-1.

'Non ci fermeremo facilmente'
'Non ci fermeremo facilmente'

Il Belgio carica a testa bassa nei minuti finali per evitare l’eliminazione, ma Bale e compagni si difendono con ordine sull’onda dell’entusiasmo per il doppio vantaggio acquisito: l’attenzione e l’organizzazione della difesa di Coleman spengono ogni tentativo dei talenti belgi, il Galles può festeggiare una storica qualificazione in semifinale.

Man of the match: Hal Robson-Kanu (Galles)
Robson-Kanu non solo ha portato il Galles in vantaggio in modo sensazionale, ma ha anche calciato in porta due volte, creato due occasioni per i compagni e vinto due duelli aerei. Il gallese è stato instancabile e decisivo.

EURO 2016: La Squadra del Torneo


Le formazioni

La formazione del Galles in posa allo Stade Pierre-Mauroy
La formazione del Galles in posa allo Stade Pierre-MauroyVI-Images via Getty Images

Galles: Hennessey; Davies, Ashley Williams (c), Chester; Gunter, Ramsey (Collins 90'), Ledley (King 78'), Allen, Taylor; Bale, Robson-Kanu (Vokes 80')
In panchina: Owain Fôn Williams, Ward, George Williams, Edwards, Richards, Cotterill,Jonathan Williams, Vaughan, Church
Ct: Chris Coleman

Belgio: Courtois; Jordan Lukaku (Mertens 75'), Denayer, Alderweireld, Meunier; Hazard (c), Witsel, De Bruyne, Nainggolan, Carrasco (Fellaini 46'); Romelu Lukaku (Batshuayi 83')
In panchina: Mignolet, Gillet, Origi, Kabasele, Dembélé, Benteke, Ciman
Ct: Marc Wilmots

Arbitro: Damir Skomina (Slovenia)