Super sostituti a EURO

Finora i sostituti hanno giocato un ruolo decisivo nel torneo francese e EURO2016.com ricorda alcune indimenticabili partite decise dai giocatori subentrati dalla panchina.

Super sostituti a EURO
©Getty Images

UEFA EURO 2016 finora è stato l'Europeo dei panchinari con 11 dei 47 golsegnati dai giocatori subentrati a partita in corso – statistica che non sorprende data l'attitudine al gol nei minuti finali.

Le fasi finali in Francia hanno già eguagliato il totale dei gol segnati dai sostituti nel 1996, 2000 e 2012, mentre a UEFA EURO 2004 i gol dei panchinari sono stati appena dieci. Il record è di 13 e risale a UEFA EURO 2008.

Chi ha beneficiato di questo trend è il Ct dell'Inghilterra Roy Hodgson, che contro il Galles alla seconda giornata ha puntato tutto su Jamie Vardy e Daniel Sturridge per cambiare l'inerzia della gara.

"I cambi saranno decisivi in questa competizione", ha detto Hodgson. "Le partite sono intense e veloci. Ogni squadra ha 23 giocatori e ci saranno sempre giocatori scontenti quando non vengono scelti".

Cinque grandi gol dei subentrati
Cinque grandi gol dei subentrati

"Sta diventando una caratteristica della competizione, basta guardare la partita tra Francia e Albania, quando [Paul] Pogba e [Antoine] Griezmann sono subentrati. I due hanno aiutato la Francia a vincere una partita che sembrava difficile da sbloccare".

Contributi decisivi dai sostituti tuttavia non sono una novità, così EURO2016.com ricorda alcuni momenti indimenticabili arrivati grazie ai giocatori subentrati dalla panchina.

Odilon Polleunis: Belgio - Germania Ovest 1-2 (14/06/72)
Il primo gol EURO di un sostituto è stato inutile dato che Polleunis (entrato al 70', 11 minuti dopo la prima sostituzione EURO di sempre operata dalla Germania Ovest che aveva fatto entrare Jürgen Grabowski) all'83' della semifinale del 1972 ha siglato il 2-1 definitivo dopo la doppietta di Gerd Müller che è valsa tuttavia la finale per la Germania dell'Ovest.

Dieter Müller: Jugoslavia - Germania Ovest 2-4, dts (17/06/76)
La Jugoslavia a EURO '76 aveva un piede in finale quando il Ct della Germania dell'Ovest, Helmut Schön, diventa il protagonista di uno dei più azzeccati cambi di sempre. Sotto per 2-1 e con 11 minuti da giocare, cambia Herbert Wimmer con Dieter Müller che, al suo esordio, gioca la partita della vita. In tre minuti l'attaccante del Köln pareggia i conti prima di segnare altri due gol nei supplementari completando la sua tripletta personale e mandando la Germania dell'Ovest in finale.

Highlights EURO 1976: Germania Ovest-Jugoslavia 4-2
Highlights EURO 1976: Germania Ovest-Jugoslavia 4-2

Wim Kieft: Repubblica d'Irlanda - Olanda 0-1 (18/06/88)
Il trionfo dell'Olanda nel 1988 è ricordato per lo spettacolare gol al volo di Marco van Basten nella finale contro l'Unione Sovietica, ma gli Orange di Rinus Michels non avrebbero raggiunto la fase a eliminazione diretta se alla terza giornata Kieft non avesse segnato all'82' quello strano ma decisivo gol.

Lars Elstrup: Francia - Danimarca 1-2 (17/06/92)
Quattro anni dopo, a EURO '92, i futuri campioni si assicurano un posto nella fase a eliminazione diretta grazie a un altro gol di un panchinaro. Elstrup infatti sostituisce Brian Laudrup al 66' e 12 minuti dopo segna il gol decisivo..

Vladimír Šmicer: Russia - Repubblica Ceca 3-3 (19/06/96)
La Repubblica Ceca non sarebbe arrivata in finale se non fosse stato per il gol di Šmicer all'88' che è valso il pari contro la Russia alla terza giornata. Per la Russia invece erano andati in gol altri due panchinari, ovvero Aleksandr Mostovoi (49') e Vladimir Beschastnykh (85'). Ancora Šmicer da subentrante aveva segnato il gol del 3-2 che ha permesso ai cechi di battere l'Olanda dopo il 2-0 iniziale degli Orange nella fase a gironi di UEFA EURO 2004.

Olivier Bierhoff: Repubblica Ceca - Germania 1-2, dts (30/06,96)
Bierhoff è diventato il primo sostituto a segnare in una finale portando la Germania a vincere in rimonta l'ultimo atto di EURO '96. Berti Vogts fa entrare Bierhoff a 21 minuti dalla fine. Il tedesco dapprima pareggia al 73' e poi al 95' realizza il primo Golden Goal della storia a livello di nazionale maggiore, regalando la coppa alla Germania.

Sylvain Wiltord, David Trezeguet: Francia - Italia 2-1, dts (02/07/00)
Dopo quattro anni, nel 2000, un'altra finale viene decisa dai panchinari – tre di loro hanno aiutato la Francia ad aggiungere l'EURO alla Coppa del Mondo di due anni prima. Il gol nel secondo tempo di Marco Delvecchio sembrava avere regalato il trofeo all'Italia, ma la rete del subentrante Wiltord allo scadere porta la finale ai supplementari. Al 105' Robert Pirès, anche lui entrato a partita in corso, confeziona un assist perfetto per l'altro sostituto, Trezeguet, e così il suo Golden Gol fa salire la Francia sul tetto d'Europa.

Hélder Postiga, Rui Costa: Portogallo - Inghilterra 2-2, dts, 6-5 rig.(24/06/04)
A sette minuti dalla fine il Portogallo è sotto per 1-0  quando Simão Sabrosa, entrato a partita in corso, confeziona l'assist per l'altro neo entrato, Postiga, portando la gara ai supplementari. Un altro sostituto, Rui Costa, regala il vantaggio al Portogallo al 110', anche se servono i rigori ai padroni di casa per superare l'Inghilterra e volare in semifinale.

Highlights EURO 2012: Spagna-Portogallo - i rigori
Highlights EURO 2012: Spagna-Portogallo - i rigori

Semih Şentürk: Svizzera - Turchia 1-2, 11/06/08 Croazia - Turchia 1-1, dts, 1-3 rig. (20/06/08)  
A UEFA EURO 2008, la Turchia fa delle rimonte allo scadere il suo marchio di fabbrica. Semih alla seconda giornata sotto una pioggia torrenziale segna il gol del pari contro la Svizzera al 57' e, dopo una vittoria ancora più al cardiopalma contro la Repubblica Ceca, segna nei minuti di recupero dei tempi supplementari della sfida dei quarti di finale contro la Croazia il gol del pari che porta la gara ai rigori poi vinti dai turchi.

Cesc Fàbregas: Spagna - Italia 0-0, dts, 4-2 rig. (22/06/08)
La Spagna aveva perso i tre precedenti quarti di finale ai calci di rigore, ma l'ingresso dalla panchina di Fàbregas interrompe la maledizione degli 11 metri. Lo spagnolo segna il rigore decisivo che vale la vittoria contro i campioni del mondo a Vienna. Quattro anni dopo, a UEFA EURO 2012, si ripete in semifinale contro il Portogallo.

Jesús Navas: Croazia - Spagna 0-1 (18/06/12)
Il gol dell'esterno all'88' alla terza giornata del 2012 vale la qualificazione alla fase a eliminazione diretta dei campioni del mondo a spese degli avversari; un secondo titolo EURO consecutivo (mai nessuno c'era riuscito prima) sarebbe poi arrivato in quella edizione.

In alto