UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

EURO 2016: Hazard trascina il Belgio contro l'Ungheria

Ungheria-Belgio 0-4
I Diavoli Rossi travolgono i magiari e ottengono la terza vittoria di fila, conquistando i quarti: sblocca Alderweireld, poi segnano Batshuayi, Hazard e Ferreira Carrasco.

Highlights EURO 2016: Ungheria - Belgio 0-4
Highlights EURO 2016: Ungheria - Belgio 0-4
  • Toby Alderweireld segna dopo dieci minuti e spiana la strada al Belgio, che vince in goleada
  • Eden Hazard ispira il raddoppio di Michy Batshuayi, poi firma personalmente il tris prima del poker realizzato da Yannick Ferreira Carrasco
  • Il Belgio affronterà il Galles nei quarti di finale venerdì alle 21:00CET a Lille
  • Thomas Vermaelen salterà la prossima partita per squalifica

Il Belgio straripa nel finale, travolge l’Ungheria e conquista i quarti di UEFA EURO 2016. Allo Stadio di Tolosa, i Diavoli Rossi si impongono con un perentorio 4-0 e ottengono la terza vittoria consecutiva nel torneo: nel primo tempo sblocca Toby Alderweireld, nella ripresa tre gol nello spazio di tredici minuti - di Michy Batshuayi, Eden Hazard e Yannick Ferreira Carrasco - completano la festa.

EURO 2016: la guida completa

Il Belgio costruisce la prima chance con Romelu Lukaku, che lanciato da Kevin De Bruyne vince il rimpallo con Richárd Guzmics ma poi calcia addosso a Gábor Király. Ci prova di sinistro anche il giocatore del Manchester City, ma l’esperto portiere avversario è ben appostato e para. Al 10’ il Belgio passa. Sulla punizione di De Bruyne dalla sinistra, la difesa magiara si addormenta e lascia liberi sia Lukaku sia Alderweireld: è il difensore del Tottenham a insaccare con un perfetto colpo di testa.

Highlights: Guarda i dieci gol più belli di UEFA EURO 2016
Highlights: Guarda i dieci gol più belli di UEFA EURO 2016

I Diavoli Rossi vanno subito vicini al raddoppio. Lukaku premia l’inserimento di De Bruyne, sulla cui conclusione Király si salva ancora in angolo. Thibaut Courtois rischia qualcosa scivolando su un rinvio, dalla parte opposta Alderweireld ci prova anche dalla distanza ma non trova lo specchio della porta. L’Ungheria conclude per la prima volta in porta con Balázs Dzsudzsák, il capitano, ma il portiere del Chelsea riesce a neutralizzare.

De Bruyne e Lukaku continuano a imperversare mettendo in difficoltà la linea mediana dell’Ungheria, che da parte sua ci prova con Gergő Lovrencsics che però calcia alto sopra la traversa. Il raddoppio della nazionale di Wilmots sembra poter arrivare da un momento all’altro, ma De Bruyne - sempre lui - colpisce la traversa dopo una grande parata di Király. Prima dell’intervallo la squadra di Storck va per due volte vicina al pari, ma prima Lovrencsics e poi Dzsudzsák mandano a lato di un soffio.

Highlights: Le migliori parate a UEFA EURO 2016
Highlights: Le migliori parate a UEFA EURO 2016

Dopo un doppio tentativo di Dries Mertens si va negli spogliatoi e nella ripresa è ancora il Belgio a rendersi pericoloso, ma il destro di Hazard viene ancora una volta respinto in angolo da Király. L’Ungheria dispone il primo cambio e Ákos Elek prende il posto di Zoltán Gera; la mossa sembra scuotere la squadra, che sfiora il pareggio con Ádám Szalai, che sfugge a Jan Vertonghen ma non trova lo specchio della porta con il suo diagonale.

De Bruyne, di nuovo servito da Lukaku, sfiora il gol, poi Thomas Vermaelen riesce in qualche modo a contenere Szalai. I magiari, dopo un tiro impreciso di Radja Nainggolan, hanno un’altra opportunità per pareggiare con Roland Juhász, che tutto solo davanti a Courtois calcia incredibilmente a lato. Al 76’ Batshuayi prende il posto di Lukaku e dopo due minuti l’attaccante dell’Olympique Marsiglia trova il raddoppio. Grande lavoro di Hazard sulla sinistra, l’assist del giocatore del Chelsea è un cioccolatino e il nuovo entrato deve solo spingere in rete.

Ronaldo, Bale, Pogba – i gol più belli di EURO 2016 su punizione
Ronaldo, Bale, Pogba – i gol più belli di EURO 2016 su punizione

E’ il gol della sicurezza, ma i Diavoli Rossi passano altre due volte. A dieci minuti dalla fine con Hazard, che corona un devastante contropiede con una splendida azione personale e un destro a giro sul palo più lontano che non dà chance di intervento a Király. Il poker è opera di Ferreira Carrasco, a sua volta subentrato a Mertens, che batte sullo sprint Ádám Lang e insacca ancora. Per il Belgio è festa grande, l’Ungheria esce da Tolosa con le ossa rotte.

EURO 2016: la Squadra del Torneo

Le formazioni

Il Belgio prima della sfida contro l'Ungheria
Il Belgio prima della sfida contro l'UngheriaIcon Sport via Getty Images

Ungheria: Király; Kádár, Juhász (Böde 79), Guzmics, Lang; Dzsudzsák (c), Gera (Elek 46'), Pintér (Nikolić 75'), Nagy, Lovrencsics; Szalai
In panchina
: Dibusz, Gulácsi, Korhut, Fiola, Németh, Kleinheisler, Stieber, Priskin, Bese
Ct
: Bernd Storck

Belgio: Courtois; Vertonghen, Vermaelen, Alderweireld, Meunier; Witsel, De Bruyne, Nainggolan; Hazard (c) (Fellaini 81'), Romelu Lukaku (Batshuayi 76'), Mertens (Carrasco 70')
In panchina
: Mignolet, Gillet, Denayer, Origi, Kabasele, Dembélé, Benteke, Jordan Lukaku, Ciman
Ct
: Marc Wilmots

Arbitro: Milorad Mažić (Serbia)

Migliore in campo: Eden Hazard (Belgio)