UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

EURO 2016: la Germania non incanta ma supera l'Ucraina

Germania-Ucraina 2-0
I campioni del mondo faticano più del previsto ma battono l'Ucraina e raggiungono la Polonia al comando del Gruppo C: a segno Mustafi e Schweinsteiger.

EURO 2016 highlights: Germany 2-0 Ukraine
EURO 2016 highlights: Germany 2-0 Ukraine
  • La Germania inizia il suo cammino nel Gruppo C con un successo
  • Sblocca la sfida un colpo di testa del difensore Shkodran Mustafi nel primo tempo
  • Un intervento di Jérôme Boateng per poco non porta al pareggio dell'Ucraina, nel recupero il neo-entrato Schweinsteiger mette in ghiaccio il risultato
  • Le prossime partite del Gruppo C – 16 giugno: Ucraina-Irlanda del Nord; Germania-Polonia
  • Tutto il prepartita, le azioni e le dichiarazioni in tempo reale su UEFA.com

La Germania non incanta, ma inizia comunque con una vittoria il suo cammino a UEFA EURO 2016. A Lille, i campioni del mondo battono 2-0 l’Ucraina e raggiungono la Polonia in vetta alla classifica del Gruppo C: sono i gol di Shkodran Mustafi, difensore ex Sampdoria, e del subentrato Bastian Schweinsteiger a decidere la sfida.

EURO 2016: guida completa

Allo Stade Pierre Mauroy, il gol realizzato dopo 19 minuti dalla nazionale di Joachim Löw sembrava il preludio a una serata tranquilla per i tedeschi, ma non è stato così visto che la squadra di Mykhaylo Fomenko ha sfiorato più volte il pareggio, dovendo però fare i conti con Manuel Neuer. Giovedì servirà comunque un’altra Germania per avere ragione della Polonia, in una sfida probabilmente decisiva per il primato nel girone.

Guarda i dieci gol più belli di EURO 2016
Guarda i dieci gol più belli di EURO 2016

La Germania, schierata senza vere punte di ruolo dal Ct Joachim Löw, ha subito un sussulto, prima con Mario Götze e poi con Julian Draxler: il sinistro del giocatore del Wolfsburg termina comunque a lato. L’Ucraina, comunque, non se ne sta con le mani in mano e Yevhen Konoplyanka chiama a un grande intervento Manuel Neuer, che si rifugia in calcio d’angolo.

I campioni del mondo insistono, Jonas Hector ha un’opportunità interessante e la sciupa. L’1-0 è comunque nell’aria e arriva al 19’. Sulla punizione di Toni Kroos, Mustafi sfugge a tutti e di testa mette il pallone alle spalle di Andriy Pyatov: Germania avanti. L’Ucraina soffre, è ancora Kroos a rendersi pericoloso ma una deviazione mette in angolo il tiro del centrocampista del Real Madrid.

La partita è avvincente, con chance da una parte e dall’altra. Neuer dimostra perché è uno dei migliori portieri al mondo con un salvataggio sullo stacco ravvicinato di Yevhen Khacheridi, dalla parte opposta Sami Khedira si divora il 2-0 “sparando” addosso al portiere avversario. La squadra di Fomenko è in partita, Vyacheslav Shevchuk va vicino al bersaglio grosso mentre al 36’ sembra fatta per il pareggio: Jérôme Boateng prima rischia l’autorete, poi con un gesto tecnico-atletico fuori dal comune allontana il pallone prima che lo stesso varchi la linea di porta.

Dopo un gol annullato per fuorigioco ad Artem Fedetskyi, si va negli spogliatoi con i tedeschi avanti di misura. Nella ripresa è ancora la squadra di Löw a farsi notare, con Draxler che obbliga Pyatov a un non semplice intervento; prova di nuovo il tiro Kroos, che stavolta è sfortunato e sfiora la parte superiore dell’incrocio dei pali.

La foga della nazionale di Fomenko sembra esaurita, anche se Neuer è costretto ad allungarsi sulla conclusione mancina di Yaroslav Rakitskyi. C’è lavoro anche per Pyatov, che si oppone con bravura al bolide dalla distanza di Khedira. L’Ucraina decide il primo cambio e Yevhen Seleznyov prende il posto di uno spento Roman Zozulya. Entra anche Oleksandr Zinchenko per Viktor Kovalenko, ma sono i campioni del mondo a creare le occasioni migliori.

Draxler di testa spedisce alto da due passi, poi i tentativi di Götze e Müller trovano preparato Pyatov. Entra anche André Schürrle e il giocatore del Wolfsburg si fa subito notare in due circostanze, anche se non riesce a trovare il raddoppio. Come Mesut Özil, che calcia addosso a Pyatov in uscita.

Il 2-0 arriva comunque nel recupero, con Schweinsteiger - da poco in campo al posto di Götze - che finalizza una ripartenza con un piatto destro di controbalzo sul cross al millimetro di Özil. Finisce così: la Germania di Löw mette in cassaforte i primi tre punti, ma l’Ucraina non ha demeritato.

Migliore in campo: Toni Kroos

Highlights: le parate più belle di UEFA EURO 2016
Highlights: le parate più belle di UEFA EURO 2016
EURO 2016: squadra del torneo

Formazioni

La formazione della Germania
La formazione della GermaniaVI-Images via Getty Images

Germania: Neuer (c); Hector, Mustafi, Boateng, Höwedes; Draxler (Schürrle 78'), Kroos, Özil, Khedira, Müller; Götze (Schweinsteiger 90')
A disposizione
: Leno, Ter Stegen, Hummels, Podolski, Can, Weigl, Tah, Sané, Kimmich, Gómez
Ct
: Joachim Löw

Ucraina: Pyatov; Shevchuk (c), Rakits’kyy, Khacheridi, Fedetskiy; Konoplyanka, Stepanenko, Kovalenko (Zinchenko 73'), Sydorchuk, Yarmolenko; Zozulya (Seleznyov 66')
A disposizione
: Boyko, Shevchenko, Butko, Tymoshchuk, Kucher, Rotan, Budkivskiy, Rybalka, Garmash, Karavayev
Ct
: Mykhaylo Fomenko

Arbitro: Martin Atkinson (Inghilterra)