L'Inghilterra si unisce alle magnifiche cinque

L'Inghilterra è diventata la sesta squadra a chiudere le qualificazioni a EURO vincendo tutte le partite. Vi raccontiamo chi sono le altre cinque nazionali ad esserci riuscite e come si sono poi comportate nelle fasi finali.

L'Inghilterra si unisce alle magnifiche cinque
L'Inghilterra si unisce alle magnifiche cinque ©AFP/Getty Images

L'Inghilterra è entrata nel club esclusivo delle qualificazioni perfette avendo vinto tutte e dieci le partite della fase a gironi. UEFA.com vi racconta chi sono le altre cinque nazionali ad avere chiuso un girone a punteggio pieno e come si sono poi comportate nelle fasi finali.

Francia – EUR0 '92
P8 V8 GF20 GS6 DR+14

La Francia non era riuscita a qualificarsi a EURO '88 e alla Coppa del Mondo FIFA del 1990, ma sotto la guida del suo ex capitano, Michel Platini, i transalpini interrompono il lungo digiuno di qualificazioni. Nel più duro dei sette gironi di qualificazione, i francesi hanno la meglio su Spagna, Cecoslovacchia, Islanda e Albania.

Jean-Pierre Papin segna nove dei 20 gol della squadra, comprese le reti decisive nelle trasferte in Cecoslovacchia (all'89') e in Spagna (che non perdeva a Siviglia da 30 partite, ovvero da 68 anni). Eric Cantona segna una doppietta nell'ultima partita in casa contro l'Islanda che termina per 3-1. Con gli ultimi tre punti conquistati, i francesi chiudono il proprio girone perfetto a punteggio pieno per la prima volta nella storia.

Il commissario tecnico della Francia, Michel Platini
Il commissario tecnico della Francia, Michel Platini©Getty Images

Nelle fasi finali tuttavia la musica cambia, tanto che i Bleus non riescono a vincere nemmeno una partita. I francesi pareggiano con i padroni di casa della Svezia per 1-1, poi non vanno oltre lo 0-0 con l'Inghilterra, prima di perdere incredibilmente all'ultima giornata della fase a gironi per 2-1 contro i futuri campioni della Danimarca. Platini lascia la guida tecnica della squadra subito dopo l'eliminazione dal torneo.

Repubblica Ceca – UEFA EURO 2000
P10 V10 GF26 GS5 DR+21

La Repubblica Ceca, seconda classificata a EURO '96, fallisce la qualificazione alla Coppa del Mondo del 1998, ma si riscatta con un cammino perfetto alle qualificazioni per UEFA EURO 2000. La squadra di Jozef Chovanec fa il proprio dovere in un girone relativamente semplice, qualificandosi con tre giornate d'anticipo e vincendo le ultime tre partite senza subire gol.

Le partite migliori sono quelle contro la Scozia. All'andata i cechi vincono 2-1 al Celtic Parc – prima sconfitta interna degli scozzesi nelle qualificazioni in 12 anni e 26 partite - mentre al ritorno il risultato è di 3-2. La gara di Praga è una vera e propria prova di forza dei cechi che vanno sotto per 2-0 e poi rimontano grazie alle reti di Tomáš Řepka, Pavel Kuka e Jan Koller negli ultimi 25 minuti.

Come la Francia otto anni prima, il cammino di qualificazione non viene replicato nella fase finale. Capitata in un girone di ferro, la Repubblica Ceca è già fuori dopo due partite in seguito alle sconfitte contro i co-organizzatori dell'Olanda (1-0) e con i futuri campioni d'Europa della Francia (2-1). La vittoria per 2-0 all'ultima giornata contro la Danimarca rende il boccone meno amaro ai cechi che erano dati tra i favoriti alla vigilia.

Thierry Henry in azione nei quarti di finale
Thierry Henry in azione nei quarti di finale©Getty Images

Francia – UEFA EURO 2004
P8 V8 GF29 GS2 DR+27

I campioni in carica della Francia vengono sorteggiati con Cipro, Israele, Malta e Slovenia, in un girone abbastanza abbordabile, definito 'Group du Soleil' (Girone del Sole). I transalpini sono reduci dal disastro della Coppa del Mondo e grazie al cammino di qualificazione perfetto riportano in alto l'umore della Francia. Sotto la guida del neo tecnico Jacques Santini, i Bleus ripetono l'impresa di 12 anni prima vincendo tutte le partite delle qualificazioni.

Con Thierry Henry e Zinédine Zidane che sembrano avere un'altra marcia, la Francia è nettamente la favorita alla vittoria finale in Portogallo. Zidane segna una doppietta nella vittoria in rimonta contro l'Inghilterra all'esordio e i francesi passano come primi del girone. I sogni di vittoria però si infrangono ai quarti di finale contro i futuri campioni della Grecia che vincono per 1-0.

Miroslav Klose contro la Polonia nel 2011
Miroslav Klose contro la Polonia nel 2011©Cyfrasport

Germania – UEFA EURO 2012
P10 V10 GF34 GS7 DR+27

La Germania di Joachim Löw, terza classificata nella Coppa del Mondo del 2010, disputa un girone di qualificazione UEFA EURO 2012 straordinario. Ventidue dei 34 gol vengono siglati in cinque partite casalinghe, compreso il 6-2 contro i vicini dell'Austria a Gelsenkirchen che assicura il primo posto ai tedeschi che sono i primi a qualificarsi in Polonia/Ucraina. Miroslav Klose termina le qualificazioni con nove reti.

La Germania inizia la fase finale come la favorita assoluta alla vittoria, e le speranze di vittoria vengono ripagate dalle prestazioni dei tedeschi. Nella fase a gironi la Germania vince contro il Portogallo (1-0), Olanda (2-1) e Danimarca (2-1). Ai quarti di finale superano lo spauracchio Grecia per 4-2, ma devono arrendersi in semifinale contro la 'bestia nera' Italia che vince per 2-1 grazie a uno straordinario Mario Balotelli.

Spagna – UEFA EURO 2012
P8 V8 GF26 GS6 DR+20

La Spagna si presenta alle qualificazioni UEFA EURO 2012 da campione d'Europa e del Mondo in carica. Le Furie Rosse infatti avevano vinto UEFA EURO 2008 e la Coppa del Mondo FIFA 2010. I ragazzi di Vicente del Bosque segnano una media di tre gol a partita, ma in un paio di occasioni devono sudare non poco per portare a casa il risultato. In Scozia ad esempio gli spagnoli vanno avanti per 2-0, ma vengono rimontati dai padroni di casa che pareggiano 2-2 prima del 3-2 decisivo di Fernando Llorente. Contro la Repubblica Ceca invece la Spagna va subito sotto, ma riesce a portarsi a casa i tre punti vncendo in rimonta per 2-1 grazie alla doppietta di David Villa.

La Spagna di Del Bosque riesce nell'impresa di difendere il titolo battendo l'Italia per 4-0 a Kiev, ma il cammino verso la finale non è così semplice. La Roja in semifinale batte il Portogallo ai rigori dopo aver terminato i tempi regolamentari a reti inviolate. Dopo l'errore iniziale di Alonso, gli spagnoli segnano quattro rigori di fila e si qualificano per la finale. La vittoria in finale fa di loro la prima nazione a difendere con successo il titolo continentale.

Inghilterra – UEFA EURO 2016
G10 V10 GF31 GS3 DR+28
L'Inghilterra ha risposto nel miglior modo possibile all'eliminazione patita nella fase a gironi della Coppa del Mondo FIFA 2014. La squadra di Roy Hodgson si è imposta 2-0 nella prima gara contro la Svizzera, subendo solo tre reti nelle successive nove gare. 

Wayne Rooney brings up his half-century of England goals
Wayne Rooney brings up his half-century of England goals©Getty Images

Un roboante 5-0 contro San Marino a Wembley è stato seguito da un successo di misura per 1-0 contro l'Estonia. I Tre Leoni si sono successivamente assicurati la qualificazione, rifilando sei gol a San Marino nel settembre 2015. 

Nel frattempo, Wayne Rooney è diventato il miglior marcatore di sempre della nazionale inglese, andando a bersaglio nel 2-0 contro la Svizzera. Nonostante abbia poi saltato le sfide conclusive contro Estonia e Lituania, l'attaccante del Manchester United sarà uno dei punti di forza della squadra di Roy Hodgson in Francia.

"E' un bel traguardo - ha commentato il Ct -. Sono molto orgoglioso della prestazione dei ragazzi. E' stata eccellente, specialmente nel primo tempo. Abbiamo lavorato duramente, la qualificazione va bene ma dobbiamo essere orgogliosi per le dieci vittorie su dieci".

Contenuti attinenti