Bento teme Danimarca e Serbia

Mentre Ljubinko Drulović (Serbia) parla di "destino", il Portogallo è ben consapevole delle sfide che lo attendono nel Gruppo I e la Danimaraca si dice ottimista.

Paulo Bento conosce le qualità delle avversarie nel Gruppo I
Paulo Bento conosce le qualità delle avversarie nel Gruppo I ©Sportsfile

Paulo Bento, Ct Portogallo
Non è un girone facile e richiederà grandi sforzi da parte nostra. La Danimarca e la Serbia lotteranno con noi per la qualificazione e ci hanno già dato problemi in passato. Armenia e Albania sono le outsider, ma solo in teoria. L'obiettivo per UEFA EURO 2016 è quello di sempre, ma dobbiamo tenere i piedi per terra e rimanere umili come siamo stati finora.

Morten Olsen, Ct Danimarca 
Non importa chi abbiamo pescato dall'Urna 4 e 5, perché c'erano comunque squadre forti, ma tutto sommato dobbiamo essere contenti. Contro l'Armenia abbiamo giocato diverse partite e contro l'Albania non abbiamo perso. Siamo finiti davanti al Portogallo nelle qualificazioni precedenti, mentre la Serbia è una mina vagante. Da quel che ho sentito in Belgio, che l'ha incontrata nelle ultime qualificazioni, è una squadra in crescita e giocare a Belgrado è sempre difficile. Speravo di evitare le squadre dell'est, ma abbiamo buone opportunità e non vedo l'ora di giocare l'amichevole contro la Francia.

Ljubinko Drulović, portavoce Ct Serbia
È un girone molto difficile. Ho giocato quasi 10 anni in Portogallo e ora sarà il nostro avversario. Eravamo insieme anche nelle qualificazioni per UEFA EURO 2008, forse è destino. Loro sono sicuramente i favoriti e faremo di tutto per arrivare secondi. Le partite saranno difficili e dovremmo essere sempre concentrati. La Danimarca è una tipica squadra scandinava, ma noi siamo più tecnici. Albania e Armenia vogliono sempre di più e giocare da loro è sempre impegnativo. Insomma, saranno tutte belle sfide.

Due squadre si qualificano direttamente, mentre le terze giocano gli spareggi o possono anche andare direttamente al torneo. Il nostro paese e la nostra gente meritano di vedere la nazionale in una competizione come questa. Le qualità le abbiamo e credo che riusciremo a costruire una grande squadra.

Roman Berezovsky, portiere Armenia
Non è un girone facile, ma possono dirlo anche gli altri. Sono sicuro che ogni squadra lotterà per arrivare il più in alto possibile. Il Portogallo è un po' più forte delle altre, ma tutte devono dimostrare il loro valore in campo. È passato un bel po' di tempo da quando l'Armenia temeva le grandi squadre: la nostra vittoria in Danimarca ne è la prova. Dobbiamo continuare a dimostrare che nel calcio di oggi tutto è possibile.

Giovanni De Biasi, Ct Albania
È un girone molto difficile, non siamo stati per niente fortunati. Tutte le squadre del girone sono molto forti. Dobbiamo andare avanti un passo alla volta e sperare in bene. Ci prepareremo per ogni partita: dobbiamo dare il massimo, giocare meglio che possiamo ed essere ottimisti.