Altra beffa ai rigori per l'Inghilterra

Come nella semifine di Italia '90, l'Inghilterra si arrende ai tiri dal dischetto contro la Germania con un errore dello sfortunato Gareth Southgate.

Andreas Möller ha trasformato l'ultimo calcio di rigore
Andreas Möller ha trasformato l'ultimo calcio di rigore ©Getty Images

Germania - Inghilterra 1-1 (6-5 dcr)
(Shearer 3', Kuntz 16')
Wembley, 26 giugno 1996

In un'emozionante semifinale a Wembley, l'Inghilterra non riesce a difendere il gol del vantaggio di Alan Shearer per più di 13' e subisce il pareggio di Stefan Kuntz. I tempi regolamentari e supplementari proseguono con poche occasioni e, ai tiri dal dischetto, Gareth Southgate è nuovamente sfortunato.

Mentre l'Inghilterra è in preda alla febbre del calcio, la vittoria per 4-1 dell'Olanda e il successo ai rigori contro la Spagna regalano alla squadra di Terry Venables la convinzione di poter battere la Germania, una delle rivali storiche che sei anni prima a Torino l'aveva eliminata ai rigori allo stesso turno di Coppa del Mondo FIFA.

A Londra, gli inglesi partono con il piede giusto. Dopo soli 3', Köpke mette sul fondo un tiro dalla distanza di Paul Ince; sul successivo calcio d'angolo di Paul Gascoigne, Tony Adams allunga di testa sul primo palo e Shearer incorna in rete. La Germania, però, non tarda molto a pareggiare: Andreas Möller apre sulla sinistra e Thomas Helmer crossa basso per Kuntz, che non ha problemi a superare David Seaman.

Anche se ridimensionata, l'Inghilterra non molla. Tornato da un brutto infortunio, Darren Anderton dimostra le sue qualità, mentre Gascoigne sembra vivere una seconda giovinezza. La Germania risponde con i suoi campioni, anche se poco celebrati come Dieter Eilts ed Helmer. Quest'ultimo, in particolare, compie un intervento decisivo su Gascoigne nel secondo tempo, fase in cui l'Inghilterra si limita a poche occasioni.

Seguono i tempi supplementari, che avevano trasformato la sfida del 1990 in una gara epica. Entrambe le squadre hanno buone opportunità e l'Inghilterra ne sbaglia una dopo appena 2': David Platt serve Steve McManaman sulla destra, ma sul suo traversone Anderton colpisce il palo.

I tedeschi cominciano a reagire e si procurano un calcio d'angolo. Sulla battuta di Möller, Kuntz insacca di testa, ma l'arbitro Sándor Puhl annulla per un fallo. Sul fronte opposto, Gascoigne sbaglia a porta spalancata su un cross di Anderton.

Si procede nuovamente ai rigori. Stuart Pearce, a segno quattro giorni prima contro la Spagna, non sbaglia, così come Platt e Thomas Hässler (in gol dal dischetto anche a Torino). I tedeschi mantengono i nervi saldi e proseguono fino al 5-5.

Purtroppo per l'Inghilterra, Southgate sbaglia di nuovo e si fa parare il tiro da Köpke, mentre Möller (che salterà la finale per squalifica) insacca di potenza e ammutolisce il pubblico di Wembley.

Cos'è successo dopo?
Al contrario di EURO '92, la Germania non viene sorpresa dalla squadra meno favorita in finale. Battuti 2-0 dalla Danimarca quattro anni prima, i tedeschi mantengono la calma e battono la Repubblica Ceca con un 2-1 in cui Oliver Bierhoff firma la rete del pareggio e il golden gol. Due anni dopo ai Mondiali statunitensi, la Germania deluderà, ma negli anni successivi rimarrà una squadra rispettata a livello internazionale, raggiungendo le finali di UEFA EURO 2008 e dei Mondiali 2002 e le semifinali mondiali nel 2006 e 2010.

L'Inghilterra, invece, non eguaglierà mai il piazzamento del 1996 e arriverà ai quarti di finale di UEFA EURO 2004 e dei Mondiali 2002 e 2006.

In alto