Metti fuorigioco il COVID-19 seguendo i cinque punti dell'Organizzazione Mondiale della Sanità e della FIFA per aiutare a fermare la diffusione della malattia.

1. Lavarsi le mani 2. Tossire sul gomito piegato 3. Non toccarsi il viso 4. Mantenere la distanza fisica 5. Stare a casa in caso di malessere.
Maggiori informazioni >

Lieto fine danese, Germania ko

Danimarca - Germania 2-0
I gol di John Jensen e Kim Vilfort completano la favola danese a EURO '92, trionfo per gli uomini di Richard Møller Nielsen.

La festa danese
La festa danese ©Getty Images

Nonostante l'ottimo avvio tedesco, i gol di John Jensene  Kim Vilfort e le grandi parate di Peter Schmeichel regalano alla sorprendente Danimarca il titolo europeo del 1992.

La Germania impegna subito Schmeichel che deve intervenire su Stefan Reuter e Guido Buchwald. La Danimarca segna però la prima volta che mette il naso fuori dalla sua metà campo.

Vilfort vince un duello con Andreas Brehme e serve Flemming Povlsen che tocca per Jensen. Tiro per anticipare il tentativo di chiudere di Stefan Effenberg e pallone che si infila nell'angolo.

La Germania prova subito a rispondere ma Schmeichel si distende in tuffo per negare il gol a Jürgen Klinsmann. Il portiere del Manchester United FC si ripete poi su Effenberg prima di venire salvato da Kent Nielsen che sventa sulla linea il cross di Klinsmann per Karlheinz Riedle. Ancora Klinsmann mette alla prova i riflessi di Schmeichel con un potente colpo di testa che il portiere alza sopra la traversa.

Il gol sembra nell'aria e arriva, ma lo segna la Danimarca. Vilfort, che aveva sprecato l'unica altra chance creata dalla squadra di Richard Møller Nielsen, avanza palla al piede, si accentra e batte Bodo Illgner.

E' il finale di una bella favola: Vilfort aveva lasciato due volte il ritiro danese – saltando anche una partita della fase a gironi - per far visita alla figlia di sette anni malata di leucemia.

Contenuti attinenti

In alto