EURO 2020: richiesta licenze per la trasmissione in luoghi pubblici

Alla luce dell'attuale situazione in Europa dovuta alll'epidemia del virus COVID-19, e in seguito alla decisione del Comitato Esecutivo UEFA di rinviare UEFA EURO 2020 di 12 mesi, il portale di richiesta delle licenze per la trasmissione in luoghi pubblici non è operativo e sarà riaperto appena si conosceranno le nuove date di UEFA EURO 2020.

Tifosi nella fan zone di Lille durante UEFA EURO 2016
Tifosi nella fan zone di Lille durante UEFA EURO 2016 Coca-Cola/AFP-services

La dicitura "trasmissione in luoghi pubblici" indica la trasmissione di partite teletrasmesse fuori dall'ambiente domestico, ad esempio presso una società calcistica, una scuola, una città o un'agenzia di eventi. Le trasmissioni in luoghi pubblici sono soggette a licenze specifiche rilasciate dall'organizzatore delle partite. Nel caso di UEFA EURO 2020, l'organizzatore è la UEFA.

Come per i precedenti Campionati Europei, la UEFA consente agli interessati di richiedere una licenza per la trasmissione in luoghi pubblici. Di seguito è illustrato un breve riepilogo delle condizioni e della procedura di richiesta, mentre la documentazione allegata contiene informazioni più dettagliate. Le richieste possono essere inviate sul portale online della UEFA dal 13 gennaio 2020.

È importante notare che, in alcuni paesi, le licenze per la trasmissione in luoghi pubblici sono rilasciate direttamente dalla UEFA, mentre in altri sono rilasciate dal partner televisivo ufficiale di UEFA EURO 2020 (direttamente o tramite ente terzo che opera per suo conto). In questi ultimi paesi possono essere in vigore termini e condizioni specifici: gli organizzatori delle trasmissioni in luoghi pubblici devono quindi contattare l'ente incaricato per maggiori informazioni e per richiedere una licenza. Le informazioni su questi paesi verranno pubblicate a gennaio 2020, all'apertura del portale di richiesta.

Le seguenti informazioni si riferiscono ai paesi in cui le licenze sono rilasciate direttamente dalla UEFA.

1. Trasmissioni commerciali e non commerciali in luoghi pubblici

Le trasmissioni in luoghi pubblici si dividono in due categorie: commerciali e non commerciali. Le trasmissioni commerciali sono soggette al pagamento di un canone di licenza e hanno carattere commerciale, ad esempio attraverso la vendita di alimenti e bevande, tariffe di ingresso o la sponsorizzazione dell'evento tramite terze parti. Le trasmissioni pubbliche non commerciali non hanno carattere commerciale.

Per entrambe le categorie è obbligatoria la licenza UEFA, tranne quando le trasmissioni in luoghi pubblici sono considerate piccoli eventi (vedere descrizione di seguito) o si svolgono in strutture che abbiano già un normale abbonamento per esercizi commerciali con i canali di trasmissione ufficiali di UEFA EURO 2020 nei rispettivi territori.

AFP via Getty Images

2. Termini e condizioni

Come con qualsiasi altra licenza, la licenza per la trasmissione in luoghi pubblici è soggetta a termini e condizioni specifici. Questi costituiscono il quadro giuridico del programma e sono vincolanti per tutte le parti che richiedono una licenza di trasmissione in luoghi pubblici. Prima di richiedere una licenza, gli interessati sono invitati a leggere e ad acquisire familiarità con i termini e le condizioni per la trasmissione in luoghi pubblici.

Alcuni elementi da evidenziare per quanto riguarda i termini e le condizioni in vigore sono i seguenti:

• le licenze per la trasmissione in luoghi pubblici sono rilasciate per la durata del torneo. Il numero di partite che possono essere trasmesse è a discrezione del concessionario;

• le licenze per le trasmissioni non commerciali in luoghi pubblici sono gratuite, mentre quelle a carattere commerciale o a scopo di profitto sono soggette al pagamento di un canone;

• il concessionario è responsabile (a sue spese) di tutte le questioni organizzative legate alla trasmissione, nonché del conseguimento (e del pagamento) di tutti i permessi e le autorizzazioni locali necessarie per organizzare e realizzare una trasmissione in luoghi pubblici;

• gli organizzatori non possono presentare le trasmissioni in luoghi pubblici come eventi ufficiali di UEFA EURO 2020 o creare diversamente un'associazione ufficiale con la UEFA e/o con UEFA EURO 2020. Di conseguenza, gli organizzatori non possono utilizzare loghi/simboli della UEFA o di UEFA EURO 2020;

• le opportunità di sponsorizzazione per le trasmissioni in luoghi pubblici devono essere offerte prima ai partner ufficiali di UEFA EURO 2020. Prima del 1° marzo 2020 non è possibile contattare nessun'altra azienda. Inoltre, le opportunità di sponsorizzazione non possono essere offerte ad aziende direttamente o indirettamente concorrenti con i partner ufficiali di UEFA EURO 2020;

• per tutelare i partner ufficiali di UEFA EURO 2020, è prevista una "finestra protetta" durante la quale qualsiasi attivazione a schermo (es. pubblicità) è riservata ai partner ufficiali di UEFA EURO 2020;

• gli organizzatori non possono alterare/modificare il segnale dell'emittente televisiva ufficiale di UEFA EURO 2020 che deve essere utilizzato nella trasmissione in luoghi pubblici.

3. Casi speciali

Bar

Le trasmissioni pubbliche in bar/hotel/ristoranti e in altri esercizi commerciali (tranne cinema e/o teatri, vedere di seguito) non richiedono una licenza della UEFA qualora dispongano di un abbonamento per esercizi commerciali e abbiano le autorizzazioni locali necessarie, purché tali eventi non siano sponsorizzati e non siano soggetti a tariffe di ingresso (supplementari).

Cinema

La UEFA non concede licenze per la trasmissione pubblica in cinema e/o teatri.

Piccoli eventi

Anche se considerate trasmissioni in luoghi pubblici, la UEFA non richiede una licenza per piccoli eventi fino a 300 persone, a meno che tali eventi siano sponsorizzati o che l'accesso sia soggetto a una tariffa d'ingresso. Questo per evitare un'eccessiva burocrazia per gli organizzatori e per la UEFA.

Gli organizzatori di tali eventi devono tuttavia rispettare i termini e le condizioni della UEFA per la trasmissione in luoghi pubblici e ottenere tutti i permessi e le autorizzazioni locali previste. Inoltre, la UEFA si riserva il diritto di revocare il consenso automatico per le suddette trasmissioni in luoghi pubblici qualora gli organizzatori non rispettino i termini generali della UEFA o non dispongano dei permessi e delle autorizzazioni locali necessarie.

Regole speciali per le città ospitanti

Gli stessi termini e condizioni sono validi per le trasmissioni in luoghi pubblici nei paesi che ospitano UEFA EURO 2020. Tuttavia, per le trasmissioni pubbliche in tali città si applicano regole supplementari, ovvero:

• le licenze per le trasmissioni nei luoghi pubblici delle città ospitanti vengono concesse solo a titolo straordinario;

• non vengono concesse licenze per la trasmissione in luoghi pubblici entro un raggio di due (2) chilometri da uno stadio di UEFA EURO 2020.

Il motivo di questo approccio specifico per la città ospitanti è che ognuna avrà la sua Fan Zone ufficiale di UEFA EURO 2020, dove il pubblico può riunirsi per guardare le partite su maxischermo.

4. Canone di licenza

Solo le trasmissioni pubbliche a carattere commerciale prevedono il pagamento di un canone di licenza alla UEFA. Si tratta di eventi che:

• Generano proventi diretti attraverso la vendita di prodotti, beni e servizi (tra i quali alimenti e bevande), ovvero

• Offrono opportunità di branding o altre attivazioni commerciali a terzi, sia gratuitamente che a pagamento, ovvero

• prevedono una tariffa di ingresso.

Le tariffe sono calcolate in base alla "capienza spettatori", per la quale la UEFA ha identificato cinque categorie. La documentazione allegata contiene l'elenco delle tariffe e alcuni esempi pratici.

5. Questioni pratiche

Gestione delle richieste

CAA Eleven, agente commerciale della UEFA per la commercializzazione dei diritti commerciali di UEFA EURO 2020, è responsabile dell'implementazione del programma di licenze per la trasmissione in luoghi pubblici di UEFA EURO 2020. CAA Eleven gestisce tutte le richieste, rilascia le licenze e risponde alle domande degli organizzatori. Per qualsiasi domanda non contenuta nella documentazione allegata, contattare CAA all'indirizzo e-mail publicscreeningEURO2020@CAA11.com

Nei paesi in cui le licenze vengono rilasciate direttamente da o per conto del partner televisivo ufficiale di UEFA EURO 2020, informarsi sui termini e sulle condizioni supplementari eventualmente validi nel paese specifico.

Richiesta ed eventuale pagamento della licenza

Le richieste di licenza possono essere inviate solo online attraverso il relativo portale, che aprirà a gennaio 2020. Le richieste non possono essere effettuate per e-mail o telefono.

Se è previsto un canone di licenza a favore della UEFA, i pagamenti possono essere effettuati solo tramite carta di credito e devono essere ricevuti dalla UEFA prima del rilascio della licenza. I costi sostenuti non sono rimborsabili, indipendentemente che la trasmissione pubblica avvenga o meno. Gli importi indicati sono al netto di IVA.

Date e scadenze

• 13 gennaio 2020: apertura del portale di richiesta.

• Da confermare: scadenza richieste.

• Da confermare: partita inaugurale di UEFA EURO 2020.

• Da confermare: finale di UEFA EURO 2020.

PROCEDI ALLA RICHIESTA ONLINE

Domande frequenti (FAQ)

Per la maggior parte delle persone, organizzare una trasmissione in un luogo pubblico non è una routine quotidiana e pone molte domande. Nel documento Domande frequenti, disponibile nella documentazione allegata, è possibile trovare le risposte a tutte le domande relative all'organizzazione di una trasmissione in luogo pubblico e ai termini di licenza. Il documento viene aggiornato occasionalmente; se una domanda non è elencata, scrivere a publicscreeningEURO2020@CAA11.com

Scarica PDF: canone di licenza per la trasmissione in luoghi pubblici

Scarica PDF: licenze rilasciate direttamente dai partner televisivi di UEFA EURO 2020

Scarica PDF: termini e condizioni

Scarica PDF: domande frequenti (FAQ)

Scarica PDF: recapiti dei partner e categorie di prodotti