Storia della partita: Napoli - Crvena zvezda

Il Napoli potrebbe qualificarsi agli ottavi con una vittoria, ma deve fare molta attenzione a una Crvena zvezda rigenerata dal 2-0 sul Liverpool.

Il napoletano Dries Mertens (a sinistra) contro Dušan Jovančić del Crvena zvezda nella prima giornata
Il napoletano Dries Mertens (a sinistra) contro Dušan Jovančić del Crvena zvezda nella prima giornata ©Getty Images

Il Napoli punterà alla vittoria per blindare la propria posizione nel Gruppo C - e per assicurarsi la qualificazione alla fase a eliminazione diretta - quando ospiterà al San Paolo una Crvena zvezda rigenerata dalla sua prima vittoria in UEFA Champions League.

• La formazione italiana - che all'andata aveva ottenuto un pareggio a reti bianche in Serbia nella gara d'apertura - ha sei punti come il Liverpool e uno di vantaggio sul Paris Saint-Germain ma dovrà fare molta attenzione alla Crvena zvzeda, che con quattro punti è ancora in corsa per la qualificazione.

• Ciò significa che il Napoli si qualificherebbe con una vittoria se il PSG non dovesse battere il Liverpool nell'altra partita del girone della quarta giornata; la Crvena zvezda non potrebbe più finire nelle prime due posizioni in caso di sconfitta.

Highlights: Crvena zvezda 0-0 Napoli
Highlights: Crvena zvezda 0-0 Napoli

Statistiche
Napoli
• Dopo lo 0-0 in casa della Crvena zvezda, una rete di Lorenzo Insigne al 90' è valsa la vittoria sui finalisti della passata edizione del Liverpool nella prima gara interna alla seconda giornata. Insigne è poi andato nuovamente in gol nel 2-2 in trasferta contro il Paris e ha segnato per la terza partita consecutiva di UEFA Champions League nell'1-1 contro i campioni di Francia nell'ultima giornata.

• Il Napoli è imbattuto in questa edizione della competizione, ma ha vinto appena tre delle ultime dieci partite di UEFA Champions League (P3 S4) – con tutte le vittorie ottenute al San Paolo.

• Secondo classificato in Serie A nel 2017/18, il Napoli partecipa alla fase a gironi per la quinta volta nelle ultime otto stagioni. Nel 2011/12 e nel 2016/17 ha raggiunto gli ottavi.

• I partenopei sono arrivati terzi nella scorsa fase a gironi, vincendo due delle tre partite interne e perdendo l'altra, e sono usciti ai sedicesimi di UEFA Europa League contro l'RB Leipzig.

• Il Napoli ha perso due delle ultime cinque partite europee giocate in casa. Tuttavia gli Azzurri hanno subito appena quattro sconfitte nelle ultime 28 partite giocate in Europa tra le mura amiche (V17 P7).

• Col pareggio contro il Paris, il Napoli ha vinto appena tre delle ultime otto partite interne di UEFA Champions League (dalla fase a gironi in poi); in questa striscia sono tre le sconfitte.

• Gli Azzurri hanno vinto solo una delle ultime sei gare contro squadre serbe (P3 S2) - 3-1 contro l'OFK Beograd al ritorno dei quarti di Coppa delle Coppe 1962/63, ma hanno poi perso la gara di ripetizione con lo stesso punteggio.

Guarda la prima vittoria del Crvena zvezda che è stata anche la prima di un club serbo nella fase a gironi
Guarda la prima vittoria del Crvena zvezda che è stata anche la prima di un club serbo nella fase a gironi

Crvena zvezda
• La prima partita in assoluto della Crvena zvezda nella UEFA Champions League vera e propria è stato lo 0-0 della prima giornata in casa contro il Napoli. Il club serbo è poi stato travolto 6-1 in trasferta dal PSG nella seconda giornata (eguagliando così la loro sconfitta più pesante in competizioni europee) e 4-0 fuori casa dal Livepool nella giornata successiva, prima di vincere 2-0 grazie alla doppietta di Milan Pavkov contro i vice campioni d'Europa. Quella contro il Livepool è stata la prima vittoria di un club serbo in UEFA Champions League (dalla fase a gironi in poi) - al 16esimo tentativo.

• Prima della seconda giornata, la Crvena zvezda aveva perso appena una volta in 14 gare europee; nonostante le sconfitte contro PSG e Livepool, ha perso appena tre volte nelle ultime 17 partite (V6 P8).

• Il club di Belgrado ha vinto due delle sei trasferte europee giocate in questa stagione, e perso solo tre delle ultime dieci (V3 P4) - a Parigi, Liverpool e 1-0 in casa del CSKA Moskva nel ritorno dei sedicesimi di UEFA Europa League della passata stagione (sconfitta complessiva per 1-0). La Crvena zvezda aveva subito appena quattro gol in otto trasferte prima di prenderne dieci in totale tra la seconda e la terza giornata

• Campione di Serbia nel 2017/18, la Crvena zvezda è approdata alla fase a gironi passando da quattro turni di qualificazione - ha superato i preliminari di UEFA Champions League per la prima volta al settimo tentativo.

• La Crvena zvezda è partita dal primo turno di qualificazione, superando i lettoni dello Spartaks Jūrmala con un 2-0 complessivo. Al secondo turno ha eliminato i lituani del Sūduva con un 5-0 complessivo, mentre al terzo turno si è imposta 2-1 ai supplementari in casa dello Spartak Trnava (Slovacchia) e si è qualificato con un 3-2 complessivo. Agli spareggi, ha recuperato due gol di svantaggio nella gara di ritorno contro il Salisburgo, qualificandosi in virtù di un 2-2 complessivo.

• La Crvena zvezda ha vinto solo due delle 20 gare contro squadre italiane. Il successo più recente è stato il 3-1 sulla Roma nella fase a gironi di Coppa UEFA 2005/06, unica vittoria casalinga. Da allora ha complessivamente registrato due pareggi e tre sconfitte.

• Il club di Belgrado ha vinto una sola volta in Italia (P3 S5), e perso nelle ultime tre visite non riuscendo a segnare nemmeno un gol.

• È solo la terza volta che la Serbia ha una squadra nella fase a gironi, dopo il Partizan nel 2003/04 e nel 2010/11.

Il meglio della quarta giornata di #UCL
Il meglio della quarta giornata di #UCL

Curiosità e incroci
• Nikola Maksimović, centrale serbo del Napoli, ha militato nella Crvena zvezda nel 2012, segnando un gol in 25 presenze.

• Hanno giocato in Italia:
Nenad Krstičić (Sampdoria, 2008–16, Bologna 2014/15 prestito)
Marko Marin (Fiorentina 2014)
Richmond Boakye (Genoa 2010–12, Sassuolo 2011/12 e 2012/13 prestito, Juventus 2012–14, Atalanta 2014/15, Latina 2016–17)

• Compagni di nazionale:
Nenad Krstičić, Milan Rodić e Nikola Maksimović (Serbia)

Le ultime

Napoli
• Il Napoli ha vinto quattro delle ultime sei gare di Serie A, tra cui quella del 10 novembre contro il Genoa (2-1).

• L’eccezione è stata l’1-1 contro la Roma del 28 ottobre, primo pareggio in Serie A del Napoli in questa stagione (V9 S2). Il secondo pareggio è arrivato domenica contro il Chievo: 0-0 a Napoli.

• Lorenzo Insigne è il capocannoniere del Napoli con sette gol in 12 partite di Serie A e tre in quattro giornate di UEFA Champions League.

• Il Napoli non ha segnato in campionato solo due volte, nella gara persa 3-0 contro la Sampdoria il 2 settembre, e domenica contro il Chievo.

• Marek Hamšík ha collezionato la 512ª presenza con il Napoli alla quarta giornata contro il Paris Saint-Germain, superando il record assoluto dell’ex difensore Giuseppe Bruscolotti.

• Il 17 novembre, Mario Rui ha preso parte allo 0-0 contro l’Italia che ha qualificato il Portogallo alla fase finale di UEFA Nations League. Gli azzurri schieravano Insigne.

• Tre giorni dopo, Arkadiusz Milik ha segnato su rigore nell’1-1 tra Polonia e Portogallo, anche se la sua squadra era già retrocessa dal Gruppo A.

• Simone Verdi non gioca dal 20 ottobre per un infortunio alla coscia riportato contro l’Udinese. Dopo essere tornato ad allenarsi, ha subito una distorsione alla caviglia sinistra. Amin Younes non gioca dall'operazione per la lacerazione del tendine di Achille poco dopo il suo acquisto in estate.

• Il portiere Alex Meret non ancora esordito con il Napoli per una frattura al braccio riportata dopo il suo arrivo quest’estate. Faouzi Ghoulam, assente dal 1 novembre 2017, si è operato al ginocchio a luglio ed è rimasto in panchina nelle ultime quatttro partite del Napoli.

• Vlad Chiricheş si è infortunato ai crociati del ginocchio sinistro nella gara tra Romania e Montenegro del 7 settembre.

• Kalidou Koulibaly è fra i cinque candidati al titolo di giocatore africano dell’anno.

Crvena zvezda
• La sconfitta a Parigi alla seconda giornata ha interrotto una serie di 34 risultati utili della Stella Rossa fra tutte le competizioni (V26 P8). La striscia era iniziata dopo la sconfitta per 1-0 contro il CSKA Moskva al ritorno dei sedicesimi della scorsa UEFA Europa League, anche se la squadra ha perso ai rigori in Coppa di Serbia contro il Mačva il 14 marzo dopo uno 0-0.

• Il Crvena zvezda non perde in campionato da 43 partite (V38 P5), ovvero dall’1-0 contro il Napredak dell’1 ottobre 2017.

• I campioni di Serbia hanno vinto le prime sette partite in Super League, collezionando la 17ª vittoria consecutiva, e sono stati fermati sull’1-1 dal Partizan il 23 settembre. Da allora hanno vinto gli otto incontri ssuccessivi ma sono stati fermati sul 2-2 dal Radnicki Niš sabato.

• El Fardou Ben Nabouhane ha segnato nove gol nelle prime 11 partite della stagione, ma solo due nelle ultime nove (uno di questi sabato)

• Richmond Boakye ha segnato cinque gol in quattro gare di campionato.

• Il 21 novembre, il Crvena zvezda ha raggiunto i quarti di Coppa di Serbia grazie a un 4-1 sul Bačka Topola, squadra di seconda serie.

• Ben Nabouhane ha segnato quattro gol nelle ultime quattro gare con la nazionale delle Comore. L’ultima sua rete è arrivata nel 2-1 del 17 novembre contro il Malawi nelle qualificazioni per la Coppa d’Africa CAF.

• Milan Pavkov, Boakye, Vujadin Savić, Dušan Jovančić e Goran Čaušić sono alle prese con lievi infortuni.

In alto