Eriksen piega una buona Inter

Il centrocampista danese entra dalla panchina e regala i tre punti al Tottenham contro un'Inter che ha tenuto bene il campo a Wembley. Si deciderà tutto all'ultima giornata.

Christian Eriksen entra dalla panchina e segna il gol che permette al Tottenham di piegare una buona Inter e agganciarla al secondo posto in classifica. Il discorso qualificazione è rimandato all'ultima giornata.

Luciano Spalletti è privo dell'infortunato Šime Vrsaljko – sostituito da Danilo D'Ambrosio - ma per il resto schiera la formazione tipo con Mattia Politano, Radja Naingollan e Ivan Perišić a supporto di Mauro Icardi.

Mauricio Pochettino, invece lascia a sorpresa in panchina Heung-Min Son, Eriksen e Eric Dier schierano Erik Lamela, Dele Alli e Lucas Moura a sostegno di Harry Kane.

La prima buona occasione è per gli Spurs e arriva grazie a una splendida percussione centrale di Kane che libera al tiro dal limite Dele Alli. Il pallone sorvola però la traversa della porta difesa da Samir Handanovič. Poco dopo non trova la porta nemmeno il sinistro dal limite di Lamela.

Sempre da fuori ci prova anche Lucas Moura ma Samir Handanovič fa buona guarda e blocca a terra. L'Inter chiude ben gli spazi ma fa fatica a creare occasioni davanti con Icardi che resta spesso isolato contro l'intera difesa degli Spurs.

E allora gli Spurs continuano a provarci da fuori. Harry Winks va vicino al gol al 38' quando il suo a tiro a giro dal limite manda il pallone a stamparsi sulla traversa. Il primo tempo si chiude con il forfait di Nainggolan che lascia spazio a Borja Valero.

Il Tottenham parte forte in apertura di ripresa chiudendo l'Inter nella sua metà campo, ma Stefan de Drij e Milan Škriniar continuano a giganteggiare in difesa. E allora l'Inter comincia ad affacciarsi pericolosamente dalle parti di Lloris con azioni spesso ispirate dai piedi buoni di Borja Valero.

Pochettino si gioca la carta Song, richiamando in panchina Lucas Moura. Il Tottenham diventa meno prevedibile e spinge il piede sull'acceleratore. Intanto entra anche l'altro pezzo da novanta Eriksen. Gli fa spazio Lamela. Il primo pallone giocato dal danese è una punizione dalla trequarti pennellata sulla testa di Jan Vertonghen che però manda fuori da ottima posizione.

Dall'altra parte è ancora Borja Valero a mandare pericolosamente al tiro Perišić: Lloris si oppone alla grande. E all'80' il Tottenham passa: Sissoko scappa via a sinistra e serve Dele Alli in area che accarezza il pallone premiando l'inserimento di Eriksen. Da quella posizione il centrocampista non sbaglia.

Spalletti getta nella mischia Keita Balde, è però D'Ambrosio ad impegnare Loris da fuori. Ma non c'è più tempo per abbozzare un'altra rimonta. Si deciderà tutto all'ultima giornata quando il Tottenham farà visita al Barcellona e l'Inter ospiterà il PSV con i Nerazzurri chiamati ad ottenere un risultato migliore rispetto a quello degli Spurs.

In alto