Roma - Real Madrid: storia della partita

Roma e Real Madrid, a pari punti nel Gruppo G, si affrontano allo stadio Olimpico alla quinta giornata.

Roma's Cengiz Ünder e Toni Kroos alla prima giornata
Roma's Cengiz Ünder e Toni Kroos alla prima giornata ©AFP/Getty Images

Roma e Real Madrid si affrontano allo stadio Olimpico alla quinta giornata con entrmabe che 'vedono' gli ottavi di UEFA Champions League: si potrebbe già assegnare il primo posto nel Gruppo G. 

• Il Madrid ha vinto 3-0 all'andata al Santiago Bernabéu grazie ai gol di Isco (45'), Gareth Bale (58') e Mariano Díaz (90'+1), centrando la terza vittoria e la terza gara consecutiva senza subire gol contro la Roma. Da allora, però, i giallorossi hanno vinto tutte e tre le gare del girone e sono in testa insieme alle merengues con nove punti. 

• Con il CSKA Moskva a quattro punti e il Viktoria Plzeň a uno, il Madrid suggellerà il primo posto nel girone in caso di vittoria, ma può passare il turno a prescindere dal risultato se il CSKA non vince in casa contro il Plzeň. La Roma avrà la certezza di un posto fra le prime due con un pareggio o se il CSKA non vince.

Highlights: Real Madrid - Roma 3-0
Highlights: Real Madrid - Roma 3-0

Precedenti
• Le due squadre si sono affrontate ben 11 volte dal 2000 in poi in UEFA Champions League (da settembre 2001).

• Le prime sei partite sono state giocate nella fase a gironi: nella prima del 2001/02, il Real ha raccolto quattro punti in due partite; nella prima del 2002/03, entrambe le squadre hanno vinto in trasferta, mentre nel 2004/05 il club di Madrid ha conquistato sei punti su sei.

• La Roma, però, ha eliminato il Madrid agli ottavi nel 2007/08 vincendo entrambe le gare per 2-1.

• Più di recente, il Real ha avuto la meglio sulla Roma agli ottavi 2015/16, vincendo 2-0 in trasferta e in casa.

Cinque grandi gol della Roma
Cinque grandi gol della Roma

Forma
Roma
• La Roma ha risposto alla sconfitta iniziale contro il Real Madrid battendo il Plzeň 5-0 alla seconda giornata e centrando la sua vittoria più ampia di sempre in UEFA Champions League. Quindi, ha battuto il CSKA Moskva 3-0 in casa e 2-1 in trasferta. I giallorossi non conquistavano tre vittorie europee consecutive da novembre-dicembre 2009.

• Terza in Serie A nel 2017/18, la Roma è alla fase a gironi per l'11esima volta e la quarta in cinque anni.

• La Roma, seconda nella Coppa dei Campioni 1983/84, ha raggiunto la semifinale della passata stagione arrendendosi solo al Liverpool. I giallorossi hanno chiuso al primo posto il girone, che includeva Chelsea e Atlético Madrid, e hanno eliminato Shakhtar Donetsk e Barcellona nella fase a eliminazione diretta: quest'ultimo successo è stato memorabile perché è arrivato con un 3-0 all'Olimpico dopo una sconfitta esterna per 4-1. 

• La Roma ha vinto tutte e tre le partite casalinghe della scorsa fase a eliminazione diretta e cinque su sei all'Olimpico in totale, pareggiando solo contro l'Atlético alla prima giornata. Non ha subito gol nelle prime cinque partite, ma ha perso 4-2 contro il Liverpool nella semifinale di ritorno. 

• I giallorossi hanno vinto otto delle ultime 15 gare interne di UEFA Champions League (qualificazioni incluse), subendo quattro sconfitte. 

• La vittoria della scorsa stagione contro i blaugrana ha messo fine a una serie di quattro gare interne senza vittorie contro una squadra spagnola, ovvero dal 2-1 sul Real Madrid agli ottavi 2007/08. La Roma ha vinto solo due delle ultime 11 gare contro squadre spagnole, sia in casa che fuori (P2 S7); prima di questa serie aveva vinto gli ultimi tre confronti.

Guarda il gol del Real Madrid
Guarda il gol del Real Madrid

Real Madrid
• Il Madrid ha perso 1-0 sul campo del CSKA Moskva alla seconda giornata (quinta sconfitta nelle ultime 36 gare europee) e ha battuto il Plzeň 2-1 in casa e 5-0 fuori. Quest'ultima gara è stata la prima con Santiago Solari in panchina dopo l'esonero di Julen Lopetegui del 29 ottobre.

• Il Real è campione in carica e ha vinto 13 titoli. Semifinalista o finalista nelle ultime otto stagioni, è alla 49esima partecipazione in Coppa dei Campioni, superando qualsiasi altra squadra.

• Terzi nella passata stagione di Liga, gli spagnoli sono alla fase a gironi di UEFA Champions League per la 23esima volta, primato che condividono con Barcellona e Porto.

• Nel 2017/18, il Real ha chiuso il girone al secondo posto per il secondo anno consecutivo, ma nella fase a eliminazione diretta ha battuto in ordine Paris Saint-Germain, Juventus e Bayern München. Nella finale di Kiev, gli spagnoli hanno battuto il Liverpool per 3-1 grazie alle reti di Gareth Bale (2) e Karim Benzema. 

• Il Madrid ha totalizzato sei punti fuori casa nella scorsa fase a gironi, perdendo 3-1 in casa del Tottenham ma vincendo 3-1 sul campo del Borussia Dortmund e 6-0 su quello dell'APOEL: quest'ultima è stata la sua vittoria esterna più ampia in UEFA Champions League.

• Battendo il Plzen alla quarta giornata, il Madrid ha centrato la 12esima vittoria nelle ultime 20 trasferte europee, con appena quattro sconfitte.

• La striscia di sei vittorie consecutive del Real contro squadre italiane è stata interrotta la scorsa stagione dalla Juventus (battuta in finale di UEFA Champions League 2016/17), che al ritorno dei quarti si è imposta 3-1 al Bernabéu. Gli spagnoli, però, si sono qualificati in virtù del 3-0 a Torino. 

• Le merengues hanno vinto le ultime tre partite in Italia, dopo otto gare senza vittorie (P4 S4).

• Con Lopetegui, le Merengues hanno perso 4-2 contro l'Atlético Madrid in Supercoppa UEFA a Tallinn ad agosto. Sommando la sconfitta a Mosca, il Real ha perso due gare europee su quattro con l'ormai ex tecnico.

Numeri alla quarta giornata di #UCL
Numeri alla quarta giornata di #UCL

Curiosità e incroci 

• Hanno giocato in Spagna:
Iván Marcano (Real Racing Club 2006–09, Villarreal 2009/10, Getafe 2010/11)
Steven N'Zonzi (Siviglia 2015–18)
Federico Fazio (Siviglia 2007–14 & 2016)
Diego Perotti (Siviglia 2008–14)

• N'Zonzi militava nel Siviglia battuto 3-2 dal Madrid in Supercoppa UEFA 2017.

Compagni in nazionale:
Luka Modrić e Ante Ćorić (Croazia)
Raphaël Varane e Steven N'Zonzi (Francia)
Casemiro, Marcelo e Juan Jesus (Brasile)

• Toni Kroos ha segnato il gol allo scadere che ha permesso alla Germania di battere la Svezia di Robin Olsen nella fase a gironi della Coppa del Mondo FIFA di questa estate.

• Daniele De Rossi ha segnato il rigore del pari contro la Spagna di Dani Carvajal, Sergio Ramos e Nacho nell'1-1 delle qualificazioni mondiali a ottobre 2016.

• Isco ha segnato una doppietta nel 3-0 per la Spagna (in cui giocavano anche Carvajal, Ramos e  Marco Asensio) contro l'Italia di De Rossi a settembre 2017.

Le ultime

Roma
• Alla quarta giornata, Robin Olsen ha collezionato la 50ª presenza nelle competizioni UEFA per club.

• La Roma ha vinto sette delle ultime 11 partite fra tutte le competizioni, perdendone due; la sconfitta per 1-0 di sabato contro l'Udinese ha posto fine a una striscia positiva di cinque gare.

• I Giallorossi hanno vinto solo una delle loro ultime cinque partite di Serie A (P2 S2), il successo per 4-1 contro la Sampdoria l'11 novembre.

• Contro la Sampdoria, Juan Jesus ha segnato il suo primo gol con la maglia della Roma. Il difensore non andava in rete da maggio 2013.

• Con la doppietta contro il CSKA alla terza giornata, Edin Džeko è arrivato a otto gol in sei partite tra club e nazionale. Tuttavia, non ha segnato nelle ultime sette.

• Džeko è l'attuale capocannoniere di UEFA Champions League con cinque gol, insieme a Lionel Messi.

• Finora, la Roma ha subito 16 gol in 13 gare di Serie A. Allo stesso punto della scorsa stagione ne aveva incassate nove.

• Il 19 novembre, Patrick Schick ha segnato il gol che ha permesso alla Repubblica Ceca di battere la Slovacchia per 1-0.

• La Bosnia-Erzegovina di Džeko ha pareggiato 0-0 in Austria e ha conquistato la promozione nel Gruppo A di UEFA Nations League.

• Olsen, che il 13 novembre è stato votato miglior portiere svedese per il terzo anno consecutivo, non ha subito gol in UEFA Nations League contro la Turchia (1-0) e la Russia (2-0), conquistando la promozione.

• Olsen non è sceso in campo nella sconfitta contro l'Udinese per un problema alla coscia, mentre Lorenzo Pellegrini è tornato dopo un infortunio alla coscia subito negli impegni con la nazionale, ma è uscito al 78' per una ricaduta dello stesso problema.

• Kostas Manolas ha riportato una distorsione alla caviglia nella gara di UEFA Nations League tra Grecia e Finlandia del 15 novembre, uscendo dopo 27 minuti. Non è sceso in campo nel ko contro l'Udinese.

• Daniele De Rossi non gioca dal 28 ottobre, quando si è infortunato al ginocchio destro contro il Napoli (1-1).

• Aleksandar Kolarov si è infortunato al metatarso nel 2-1 tra Serbia e Montenegro in UEFA Nations League del 17 novembre e ha saltato la vittoria per 4-1 contro la Lituania. Entrambi sono scesi in campo contro l'Udinese.

• Javier Pastore è stato assente per un problema al polpaccio dal 29 settembre al 20 ottobre, quando è entrato contro la SPAL, ma ha avuto una ricaduta e non gioca da allora.

• Diego Perotti non gioca dalla sconfitta contro il Bologna del 23 settembre (2-0) per un infortunio al polpaccio. Rick Karsdorp (coscia) non gioca dal 16 settembre anche se era in panchina contro l'Udinese.

• Olsen ha saltato la partita per una noia muscolare, mentre Pellegrini è uscito per infortunio al 78'.

Real Madrid
• Alla quarta giornata, Casemiro ha collezionato la 50ª presenza in UEFA Champions League (dalla fase a gironi alla finale).

• Il 13 novembre, Santiago Solari è stato nominato allenatore a titolo definitivo. È stata la miglior partenza di un tecnico nella storia del Real Madrid, con quattro vittorie consecutive e una differenza reti di +13.

• Le Merengues sono state sconfitte 3-0 dall'Eibar sabato, la quinta sconfitta nella Liga della stagione; gli spagnoli ne avevano subite sei nell'intersa stagione 2017/18.

• Dopo la sconfitta per 5-1 contro il Barcellona del 28 ottobre, ultima gara con Julen Lopetegui in panchina, il Real ha vinto le quattro partite successive fra tutte le competizioni, segnando 15 gol.

• Prima del 2-0 sul Valladolid del 3 novembre, il Madrid non vinceva in campionato da cinque partite (P1 S4): si trattava della peggior serie da maggio 2009.

• Karim Benzema, a secco dall’1 settembre al 23 ottobre, ha segnato sei gol nelle ultime sette presenze (tre nelle ultime tre).

• Gareth Bale, che non segna in campionato dall’1 settembre, è andato in rete nella gara di UEFA Nations League tra Galles e Danimarca (1-2) del 16 novembre. Dopo l’ultimo gol in campionato ne ha segnati due con la nazionale e due in UEFA Champions League.

• Sergio Ramos ha segnato su rigore nella gara di UEFA Champions League tra Croazia e Spagna del 15 novembre (3-2). Il capitano del Madrid ha segnato in tre delle ultime cinque gare tra club e nazionale, sempre dal dischetto, e ha realizzato quattro reti in Liga, tutte su rigore.

• Lo spagnolo Dani Ceballos ha segnato il suo primo gol in nazionale nella gara persa contro la Croazia.

• Assente dalla dalla seconda giornata per un problema al polpaccio, Dani Carvajal ha fatto il suo ingresso in campo nella ripresa della sfida contro l'Eibar.

• Raphaël Varane è uscito nell’intervallo contro il Barcellona per un problema all’adduttore, tornando nella gara di UEFA Nations League persa dalla Francia contro l’Olanda il 16 novembre (0-2).

• Marcelo, che non non giocava dalla sconfitta contro il Barcellona del 28 ottobre per un problema al bicipite femorale, è tornato con l'Eibar. Mariano Díaz è alle prese con lo stesso infortunio, mentre Jesús Vallejo con un problema alla coscia.

• Nacho si è infortunato al ginocchio nel 4-2 sul Celta Vigo dell’11 novembre. Casemiro (caviglia) è uscito nel primo tempo, mentre Sergio Reguilón è uscito nell’intervallo per un problema al bicipite femorale. Hanno tutti saltato la sfida con l'Eibar.

• Luka Modrić ha vinto il premio UEFA Men's Player of the Year 2017/18 il 30 agosto. Il croato è stato anche votato miglior centrocampista in UEFA Champions League della stagione, mentre i compagni Keylor Navas e Sergio Ramos hanno rispettivamente vinto il titolo di miglior portiere e miglior difensore.

In alto