La Roma si inchina al Real ma passa

All'Olimpico, i Giallorossi giocano un buon primo tempo ma nella ripresa cadono sotto i colpi di Bale e Vázquez: finisce 2-0 per gli spagnoli, che vincono il Gruppo G. Il ko del CSKA regala la qualificazione alla squadra di Di Francesco.

La Roma brinda alla qualificazione in UEFA Champions League, ma deve abbandonare il sogno di vincere il Gruppo G. Allo Stadio Olimpico, nella quinta giornata, il Real Madrid passa 2-0 grazie ai gol di Gareth Bale e Lucas Vázquez e centra il primo posto nel girone.

Sicuri di raggiungere gli ottavi già prima di scendere in campo, grazie al successo del Viktoria Plzeň in Russia contro il CSKA Mosca, i Giallorossi hanno giocato un buon primo tempo, in cui hanno avuto una chiara supremazia ma hanno fallito un gol incredibile con Cengiz Ünder. Nella ripresa è uscita la qualità della squadra che da tre anni consecutivi vince la competizione: ora Eusebio Di Francesco e i suoi giocatori avranno due mesi per concentrarsi sul campionato e cercare di raddrizzare la loro deficitaria classifica.

La Roma ci prova dopo sette minuti con Aleksandar Kolarov, che dopo aver protestato per un mani di Vázquez ci prova di sinistro ma manda alto. La squadra di Santiago Solari risponde con Luka Modrić, che servito all’indietro sempre da Vázquez esalta i riflessi di Robin Olsen, bravo a respingere di piede.

Stephan El Shaarawy, infortunato, è costretto a lasciare il posto a Justin Kluivert, poi i Giallorossi hanno altre due chance. Prima Patrik Schick, sul cross basso di Kolarov, non riesce a dare forza al pallone, agevolando la parata di Thibaut Courtois; poi Kluivert, dopo un rimpallo, può calciare abbastanza libero ma non inquadra lo specchio della porta.

La formazione di Di Francesco insiste, Raphaël Varane è decisivo nell’anticipo su Kostas Manolas mentre Courtois risponde da campione a Schick, lesto a fiondarsi su un pallone vagante: la successiva conclusione di Kolarov termina fuori di un soffio.

Il Real Madrid prova a reagire ancora con Modrić, il cui destro termina alto, ma nel recupero la Roma non sfrutta una clamorosa occasione per passare in vantaggio. Nicolò Zaniolo recupera con bravura e caparbietà un pallone e serve un assist d’oro a Cengiz Ünder, che incredibilmente da pochi centimetri manda alto.

A inizio ripresa il Real Madrid passa in vantaggio. Un colpo di testa all’indietro di Federico Fazio diventa un involontario assist per Bale, che di sinistro non dà scampo a Olsen: 1-0. Zaniolo va vicino all’immediato pareggio, ma viene murato, poi è il portiere Giallorosso a togliere le castagne dal fuoco con un bell’intervento su Bale, lanciato da Marcelo.

Kluivert ha una fiammata al 58’, Courtois blocca a terra il sinistro dell’olandese. Un minuto dopo il Real Madrid raddoppia e di fatto chiude la partita: cross morbido di Bale, sponda aerea di Karim Benzema e tocco vincente sotto misura di Vázquez. Marcelo sfiora il tris, poi Di Francesco cambia: fuori Steven Nzonzi, dentro il croato Ante Ćorić.

Gli spagnoli danno l’impressione di poter dilagare, Benzema calcia quasi a colpo sicuro ma Olsen respinge ancora una volta con bravura. Entra anche Rick Karsdorp, che prende il posto di un esausto Zaniolo, ma la Roma non riesce più a incidere come nel primo tempo.

Cambia anche Solari, che inserisce Mariano e Fede Valverde per Benzema e Modrić. Ormai però la sfida non ha più nulla da dire, la Roma perde in casa in Europa dopo otto partite.

In alto