Allegri fatalista, Mou esalta il coraggio dello United

"Per vincere bisogna fare gol e noi ne abbiamo falliti troppi", ha commentato Massimiliano Allegri dopo la rocambolesca sconfitta della Juventus contro lo United. Soddisfatto José Mourinho: "Un successo frutto del nostro coraggio".

C'è stato un errore durante la riproduzione del video

message

Prossimo video

A quattro minuti dal fischio finale la Juventus era qualificata agli ottavi di finale e matematicamente prima nel Gruppo H. A fine gara, però, a far festa è stato il Manchester United. 

Il successo 2-1 in rimonta ottenuto dai Red Devils è l'istantanea perfetta di una gara che la Juve ha dominato per lunghi tratti, ma non ha saputo chiudere. Prestando così il fianco al "tremendismo" degli uomini di José Mourinho, capaci di ribaltarla in un lampo. 

Non stupisce, dunque, che nel post-partita Massimiliano Allegri mastichi amaro. È sardonico il sorriso del livornese nel commentare la sfida: "Il calcio è questo, ci sono delle partite in cui meriti di vincere, ma per riuscirci devi fare gol e noi ne abbiamo sbagliati troppi. Loro sono stati bravia  capitalizzare le situazioni su palla inattiva nel finale, ma dispiace non portare a casa il risultato al termine di una partita come questa".

La Juve ha colpito due legni prima di trovare il vantaggio grazie a un gran gol di Cristiano Ronaldo, ma il rammarico di Allegri è legato soprattutto alle chance per il raddoppio sciupate da Miralem Pjanić e Juan Cuadrado: "Nel calcio devi fare un gol più degli altri, ma soprattuitto devi cercare di non subirne. Poi si può stare a discutere sulla prestazione, ma alla fine a vincere è stato il Manchester quindi bisogna accettare questa sconfitta e farne tesoro". 

Una battuta d'arresto che brucia, dunque, ma anche una lezione utile per il futuro. E Allegri non fa drammi: "Siamo sempre in testa alla classifica, abbiamo nove punti e ci giocheremo il primato nelle prossime due gare. È ancora tutto nelle nostre mani; ora dobbiamo subito rialzarci e cominciare a pensare alla prossima sfida". 

Chi invece sorride - e ha tutte le ragioni per farlo - è José Mourinho. Lo Special One ha azzeccato i cambi che hanno permesso allo United di ribaltare il punteggio e di lasciare Torino con tre punti che valgono oro. 

"La Juve ha la consapevolezza di essere una squadra più forte di noi, con più esperienza e con grande qualità in ogni reparto. Questa sera hanno disputato un'ottima gara, ma allo stesso tempo hanno capito che non si trattava di una partita facile. Ai miei giocatori ho detto che non sarebbe stata facile per noi, ma che non lo sarebbe stata nemmeno per loro".

Noi abbiamo giocato bene, con fiducia e a viso aperto. La Juve ha avuto la la possibilità di chiudere la partita dopo l'1-0, ma noi abbiamo reagito e meritavamo almeno il pareggio. Alla fine è arrivata anche la vittoria in uno stadio dove vincere non è facile per nessuno. Sono felice perché abbiamo dimostrato grande coraggio, ma il girone è difficile ed è ancora tutto aperto. Il successo di questa sera non basta per ottenere la qualificazione".

In alto