PSV - Inter: la vigilia

Dopo il successo da urlo contro il Tottenham, Luciano Spalletti non intende rallentare: "Domani proveremo a vincere anche se sarà una partita difficilissima", ha dichiarato.

©AFP/Getty Images
  • Il PSV ha perso 4-0 col Barcellona alla prima giornata
  • Icardi ha segnato al debutto in UCL nel successo per 2-1 dell'Inter contro gli Spurs
  • L'Inter ha battuto due volte il PSV nella fase a gruppi dell'edizione 2007/08
  • Il PSV non ha vinto nessuna delle ultime sette gare della fase a gironi di UCL (2P 5S)
  • Le gare del 24 ottobre: PSV-TottenhamBarcellona-Inter

Probabili formazioni

PSV: Zoet; Angeliño, Viergever, Schwaab, Dumfries; Hendrix, Rosario; Bergwijn, Pereiro, Lozano; De Jong
Indisponibili: Rigo (non specificato), Thomas (ginocchio)

Inter: Handanovič; D'Ambrosio, Škriniar, De Vrij, Asamoah; Brozović, Vecino; Politano, Nainggolan, Perišić; Icardi
Indisponibili: Vrsaljko (ginocchio)

Mark Van Bommel, allenatore PSV

Ogni avversario ha punti forti e deboli, abbiamo analizzato l'Inter. L'importante è non aver paura, quello che pensiamo e l'analisi che abbiamo fatto non li dirò. Non è facile in Champions, lo dicono anche le statistiche. Devo ammettere che domani sarà decisiva.

L'Inter come le altre grandi squadre italiane ti dà sempre il senso che stai giocando bene, poi succede qualcosa all'improvviso che cambia la partita. In Italia ci sono piccole differenze tra le squadre, i dettagli sono determinanti. Questa è la differenza rispetto all'Olanda.

Luciano Spalletti, allenatore Inter

Il PSV è una squadra in possesso di diverse qualità, forte dal punto di vista fisico. Ha individualità importanti e un impatto su ogni momento della partita perché sa ninterpretare il calcio come Van Bommel: si vede che la squadra è allenata da uno come lui perché ripropone il carattere che aveva da giocatore.

La partita è difficile, anzi difficilissima. Sono convinto che il modo di fare giusto è andare a provare a vincere la partita, magari tenendo bene in mente le insidie degli avversari che sono facilmente individuabili. Dovremo giocare al massimo.

Lo sapevi?

Complessivamente, l'Inter non perde da nove partite contro squadre olandesi (V6 P3), ovvero dall'1-0 interno contro il Feyenoord nella semifinale di andata di Coppa UEFA 2001/02 (2-3 complessivo).

Per ulteriori statistiche, visita la pagina dedicata alla storia della partita.

In alto