Espulso Ronaldo, ma la Juve è super

Nonostante l'espulsione di Cristiano Ronaldo nel primo tempo, la Juventus vince in casa del Valencia grazie a due rigori trasformati da Miralem Pjanić.

Nonostante l'espulsione di Cristiano Ronaldo nel primo tempo, la Juventus vince in casa del Valencia grazie a due rigori trasformati da Miralem Pjanić e a una prestazione tutta cuore e organizzazione.

La Juve spreca diverse occasioni in apertura. La prima addirittura con due attaccanti in rapida successione: Ronaldo colpisce male sul bel cross di Alex Sandro da sinistra, la palla finisce verso Mario Mandžukić che impatta meglio del suo compagno di reparto ma non riesce a tenerla bassa da pochi metri.

Più grave l'errore da due passi da parte di Sami Khedira sull'intelligente sponda di Federico Bernardeschi dopo una splendida giocata a sinistra di Ronaldo. Il centrocampista tedesco deve solo spingerla dentro, ma alza la conclusione da due passi.

Poco dopo si accende una clamorosa mischia nell'area del Valencia con Neto che salva sul tiro a botta sicura di Bernardeschi e Murilo su quello di Blaise Matuidi dopo che il portiere brasiliano aveva perso il controllo della sfera.

Il gol sembra maturo ma all'improvviso arriva la doccia gelata per la Juventus con Ronaldo che viene espulso dopo il contatto con Murilo. Poco prima si era fatto male Khedira, sostituto da Emre Can. Il Valencia avanza subito il raggio di azione. Wojciech Szczęsny sventa su Batshuayi.

La Juve è costretta ad abbassarsi ma quando riparte fa male. Soprattutto a sinistra. L'ennesimo cross di Alex Sandro finisce dall'altra parte per Cancelo, che cicca il primo tentativo di conclusione ma colpisce la traversa con il secondo.

Neanche il tempo di maledire la sfortuna che lo stesso Cancelo subisce l'intervento a gamba altissima di Parejo in area e l'arbitro concede il rigore. Del tiro si incarica Pjanić, che non sbaglia. La Juve va così all'intervallo avanti di un gol.

Il Valencia riparte a testa bassa e Szczęsny è subito chiamato in causa dal colpo di testa di Rodrigo. Dall'altra parte, però, Murilo 'abbraccia' Leonardo Bonucci in area sugli sviluppi di un corner e Pjanić concede il bis dal dischetto.

Il Valencia prova ad attaccare a testa bassa. Massimiliamo Allegri richiama in panchina proprio Pjanić e inserisce Douglas Costa spostando Blaise Matuidi in mezzo a fianco nel Emre Can nel 4-4-1 bianconero.

Giorgio Chiellini e Leonardo Bonucci chiudono ogni spazio. Il Valencia si rende pericoloso con un colpo di testa di Rodrigo e un tiro da fuori di Soler. Si fa male anche Douglas Costa e Allegri mette anche Andrea Rugani a difendere il fortino. Missione compiuta anche perchè Szczęsny sventa un rigore di Parejo in pieno recupero. La Juve inizia la stagione europea con tre punti. Pesantissimi.

In alto