Per Prandelli “adesso viene il bello”

L’allenatore della Fiorentina si gode l’accesso alla fase a gironi dopo lo 0-0 in casa dello Slavia Praha: “Era fondamentale passare il turno, abbiamo meritato la qualificazione”.

©Getty Images

Un giorno atteso otto anni. Con lo 0-0 in casa dello SK Slavia Praha, l’ACF Fiorentina ha superato lo scoglio del terzo turno preliminare e si è qualificata per la fase a gironi di UEFA Champions League. Al termine della partita, il tecnico dei viola Cesare Prandelli ha sottolineato che i suoi giocatori hanno “meritato la qualificazione” e che “adesso viene il bello”. 

Emozione forte
“Era fondamentale passare il turno, abbiamo meritato la qualificazione”, ha sottolineato Prandelli negli spogliatoi dello stadio Eden. “Mi viene da dire adesso viene il bello: speriamo che sia così – ha aggiunto – D’ora in avanti dovremo avere ancora più coraggio, ma la squadra ha dato tutto, molti giocatori avevano i crampi. Nel primo tempo abbiamo costruito molto, nella seconda frazione abbiamo rischiato di prendere gol ma siamo sempre stati in partita. E’ un’emozione forte, tutto questo lo abbiamo regalato ai nostri tifosi”.

Parallelo
Il tecnico ha tracciato un parallelo con la gara di due settimane fa allo stadio Artemio Franchi. “All'andata abbiamo dimostrato supremazia netta” – ha ricordato – “Nel primo tempo qua siamo stati migliori, nel secondo è stata una gara equilibrata, anche se noi non abbiamo speso moltissimo... Comunque lo Slavia Praga mette in difficoltà gli avversari sul piano dell'equilibrio tattico, è un’ottima squadra”.

Tre anni
La UEFA Champions League corona per la Fiorentina un lavoro intrapreso da diverso tampo. “Sono tre anni che meritiamo questa posizione, ora sta a noi viverla nella maniera migliore”, ha avvertito il tecnico. Ora l’attenzione si sposta sull’urna di Montecarlo.
 

In alto