Prandelli non si fida dello Slavia

Il tecnico viola non abbassa la guardia dopo il 2-0 dell'andata: "Abbiamo un leggero vantaggio, ma non basta". Jarolím: "Segnare subito".

©Getty Images

Ancora a metà dell'opera. Non si sbilancia il tecnico dell'ACF Fiorentina Cesare Prandelli in vista del ritorno del preliminare di UEFA Champions League in casa dello FK Slavia Praha. Il 2-0 dell'andata al Franchi non basta per dormire sonni tranquilli.

Nessun condizionamento
"Abbiamo un leggero vantaggio, ma non basta - ha spiegato il tecnico viola alla vigilia -. L'approccio deve essere quello di una squadra consapevole, non dobbiamo mai abbassare il baricentro. Questo è un bellissimo stadio, hanno il vantaggio di avere i loro tifosi vicini ma noi non dobbiamo farci condizionare".

Esperienza europea
La bella cavalcata della passata stagione in Coppa UEFA può regalare qualche spunto a Prandelli in vista della partita di domani. "Nella mente di tutti è rimasta la partita che abbiamo giocato in casa del PSV. Ecco dobbiamo scendere in campo con quello spirito, mentre contro l'Everton abbiamo capito che se ti abbassi si rischia troppo. Loro sono sicuramente pronti per fare la partita, ma noi dobbiamo farci trovare altrettanto pronti".

Osvaldo pronto
Non ci sarà Adrian Mutu, che non ha recuperato dall'infortunio al gomito rimediato in nazionale. Al posto dell'attaccante rumeno dovrebbe scendere in campo il nazionale Under 21 di origini argentine Osvaldo. "La squadra sta bene - ha aggiunto Prandelli -. Abbiamo giocato altre volte senza Mutu. Non ci penso nemmeno a perdere questa partita, voglio passare il turno".

Frey pronto
Sulla stessa lunghezza d'onda il portierone francese Sebastian Frey, che vanta due esperienze amare nei preliminari di UEFA Champions League nel proprio curriculum. Una con la maglia dell'FC Internazionale Milano, l'altra con quella del Parma FC.. "Sappiamo che affronteremo una squadra preparata, - ha spiegato -, ma noi lo siamo altrettanto. Negli ultimi allenamenti ho visto la giusta concentrazione e aggressività, e dopo l'anno scorso abbiamo anche più esperienza internazionale. Io capitano domani?  Ci sono giocatori più anziani di me e poi comunque sarà il mister a decidere. Siamo venuti per passare il turno. E’ questo ciò che conta".

Segnare subito
Intanto il tecnico dello Slavia, Karel Jarolím, punta su un gol in apertura per riaprire la contesa: "Sono certo che sarà una partita diversa rispetto all'andata, non abbiamo ancora mostrato il nostro potenziale. Se segnamo nel primo tempo, abbiamo buone possibilità di farcela. Lo ripeto da giorni ai miei giocatori". In attacco il macedone Toleski - infortunato al popaccio - verrà sostituito da Zdeněk Šenkeřík. Indisponibile anche il difensore Martin Latka, mentre rientra il centrocampista Dušan Švento.

In alto