Ancelotti rilancia il Milan

Il tecnico rossonero si gode la qualificazione e avverte le rivali, sarà dura per tutti affrontare questo Milan.

Il tecnico dell'AC Milan Carlo Ancelotti si gode la qualificazione agli ottavi di finale di UEFA Champions League, arrivata grazie a un sofferto successo per 3-2 sull'FC Schalke 04. Il tecnico rossonero elogia Kakà, autore di una doppietta. L'allenatore dello Schalke Ralf Rangnick è deluso per l'eliminazione della sua squadra, ma ha poco da rimproverare ai suoi giocatori che ci hanno provato fino al fischio finale arrivando a un solo gol dalla qualificazione. Qualche accusa, invece, per i giocatori del Milan, rei, sempre secondo Rangnick, di aver provocato Christian Poulsen durante e dopo la partita.

Carlo Ancelotti, tecnico del Milan
Era preventivabile di dover soffrire. C'era molto in palio, ma devo dire che la sofferenza è stata ben gestita. Non abbiamo sofferto la pressione dello Schalke. Credo sia più giusto pensare a quanto di buono abbiamo fatto in attacco - specialmente ai gol di Kakà - senza soffermarci sui soliti discorsi sulle nostre difficoltà nel difendere sui calci piazzati. Lo Schalke ha dimostrato di essere una squadra molto competitiva e ha pagato solo una partenza lenta nel girone. Adesso sarà dura per tutti affrontare il Milan.

Ralf Rangnick, tecnico dello Schalke
Sono molto soddisfatto del primo tempo e della prima parte del secondo. Non siamo però riusciti a sfruttare occasioni per segnare e il maggior possesso di palla che abbiamo avuto in quella fase. Credo che i nostri errori siano dovuti al nervosismo per l'importanza della posta in palio. Anche i gol del Milan sono nati da nostri errori in fase di possesso che non avremmo dovuto commettere. Abbiamo usato troppo i lanci lunghi in verticale, buttando via troppi palloni. Il rammarico più grande è però per le occasioni sprecate sullo 0-0. A volte è più difficile saper vincere che saper perdere. Qualche giocatore del Milan ha provocato fino alla fine, mentre Poulsen si è comportato da vero professionista in una situazione ambientale molto difficile per lui. Adesso dobbiamo pensare ad assorbire questa delusione nel miglior modo possibile.

Kakà
Ci siamo qualificati da un girone difficilissimo. Per una partita come questa non serviva una carica particolare. Abbiamo vinto anche per Carlo Ancelotti. Sono felice per i due gol. Prima usavo più tocchi morbidi, adesso miro e tiro forte davanti alla porta. Ho ringraziato Shevchenko per lo splendido assist che mi ha servito in occasione del mio primo gol. Sto lavorando molto nei movimenti senza palla e stasera è servito.

Filippo Inzaghi
Lo Schalke è una squadra rognosa che può mettere in difficoltà chiunque. Un po’ di paura c’è stata ma non ricordo grossi pericoli oltre ai loro gol, mentre il loro portiere ha dovuto fare diverse parate. Godiamoci questa qualificazione, sicuramente meritata. Mi sento molto bene. Mi fa piacere vedere che il mister mi impiega in queste partite così importanti, soprattutto pensando a come stavo qualche mese fa.

In alto