Artmedia pari ed Europa

FC Artmedia - Porto 0-0
Il Porto esce dalla scena europea, mentre i campioni slovacchi passano in Coppa UEFA.

Questo pareggio a reti inviolate sotto una pioggia torrenziale pone fine al cammino nella UEFA Champions League sia per FC Artmedia che per FC Porto, ma i padroni di casa slovacchi hanno pienamente meritato il punto che permette loro di proseguire la loro miglior partecipazione di sempre ad una competizione europea accedendo ai sedicesimi di Coppa UEFA.

Il Porto esce di scena
L’Artmedia si è trovato maggiormente a suo agio sul terreno fangoso e il valido portiere del Porto Vítor Baía ha dovuto ricorrere a tutta la sua esperienza per difendere la propria porta. In conseguenza di questo risultato i Rangers FC si piazzano al secondo posto del Gruppo H, pur non essendo riusciti a superare l’FC Internazionale Milano. Il Porto, dal canto suo, deve dire addio alle ambizioni di vincere un terzo trofeo continentale in quattro stagioni.

Pioggia incessante
Le due squadre avranno sicuramente tenuto gli occhi puntati sul cielo per tutta la giornata, in quanto una pioggia incessante si è abbattuta su Bratislava mettendo in dubbio lo svolgimento della gara. Quando la partita ha avuto inizio l’attenzione si è spostata dal cielo a Glasgow. Il Porto aveva bisogno di vincere indipendentemente dal risultato dell’Ibrox ed ha iniziato la gara schierando Benni McCarthy in un attacco a tre, al fianco di Ricardo Quaresma e Lisandro López, mentre nell’Artmedia è tornato in campo Lukáš Hartig nel ruolo di unica punta, dopo la recente frattura alla mano.

Occasione per Pepe
Fin dalle prime battute appare chiaro che le condizioni metereologiche avrebbero influito sul risultato. Con un forte vento ed il terreno fradicio, l’esperto arbitro Markus Merk si è trovato in una serata veramente impegnativa. Al 5’ una punizione di Ján Kozák impensierisce la difesa del Porto, anche se il tiro di Hartig al termine di una mischia finisce a lato. Otto minuti più tardi è la porta dei padroni di casa a correre dei rischi. Pepe indirizza a lato di testa da posizione favorevole dopo aver raccolto un calcio di punizione.

Gol annullato
Il Porto va vicino al vantaggio intorno al 20’, sospinto da uno schieramento offensivo che testimonia la necessità di una vittoria per evitare di abbandonare il palcoscenico europeo prima di Natale per la prima volta da quasi un decennio. Gli ospiti riescono a centrare il bersaglio, ma l’assistente dell’arbitro segnala la posizione di fuorigioco di Lisandro López.

Vantaggio dell’Inter
Lo stesso giocatore conclude in maniera imprecisa verso il 30’, ma la tattica dell’Artmedia comincia a mostrarsi efficace e per poco non porta i frutti sperati. Pedro Emanuel è bravo ad intervenire di testa per salvare su colpo di testa di Hartig, con Vítor Baía ormai battuto. La notizia del vantaggio dell’Inter rincuora entrambe le squadre, ma l’immediato pareggio dei Rangers ribadisce la necessità di un gol, a costo dell’eliminazione dal torneo delle due formazioni in campo.

Opportunità per Obžera
L’inserimento in attacco di Hugo Almeida nelle file del Porto appare come l’inevitabile contromossa alla situazione in atto, ma il giocatore dell’Artmedia Branislav Obžera ha la prima occasione della ripresa, con il suo tiro si spegne a lato. Obžera, poi, si avventa su un passaggio filtrante, ma Vítor Baía, come in numerose altre occasioni, interviene prontamente in uscita per neutralizzare la minaccia.

In campo e subito vicino al gol
Con il vento a favore l’Artmedia si riversa in avanti e solo grazie ai riflessi Vítor Baía l’angolato tiro di Hartig non trova il bersaglio. Entra in campo Bosingwa tra gli ospiti in sostituzione del centrocampista e capitano Emanuel. Poco dopo Hartig, responsabile di molti grattacapi per il regista del Porto, si infortuna ed viene portato fuori dal terreno di gioco. Al suo posto entra Blažej Vašcák il quale si rende presto pericoloso. Ci vuole un disperato salvataggio per sottrargli la palla proprio di fronte alla porta, dopo che il giocatore aveva aggirato Vítor Baía fuori dall’area di rigore.

Continua l’avventura
Si giunge al triplice fischio finale con l’Artmedia alla ricerca del gol della vittoria, ma l’avventura europea, iniziata nella calda estate kazaka, non si interrompe. Per il Porto, invece, quest’anno non c’è spazio per salvataggio in extremis.

In alto