Makaay alla prova Chelsea

Se c'è un attaccante in grado di perforare la solida difesa londinese, è l'olandese del Bayern.

di Paul Saffer

Contro una difesa ritenuta una delle migliori d'Europa, c'è bisogno di un attaccante che sappia segnare in ogni situazione e ai massimi livelli.

Ottima media-gol
Il portiere del Chelsea FC Petr Cech e i difensori centrali John Terry e Ricardo Carvalho stanno alla generosità davanti alla porta come il rigido tecnico dell'FC Bayern München Felix Magath sta agli allenamenti leggeri. Ma in Roy Makaay, Magath ha un attaccante che ha una media di oltre un gol ogni due partite in Europa, compresi i sette messi a segno nella fase a gruppi della UEFA Champions League.

La sfida con il Chelsea
Quando il Bayern scenderà in campo questa sera a Stamford Bridge con Makaay alla guida dell'attacco, qualcosa certamente accadrà. Ma l'olandese, 30 anni, crede che la sua sfida con l'impenetrabile difesa del Chelsea non sarà il fattore decisivo.

"È la squadra che conta"
"La squadra è importante, non le prestazioni individuali - ha dichiarato -. Certo, cerco sempre di fare gol o di fornire un assist, ma è il risultato che conta in vista della gara di ritorno".

Tattica consueta
Il Bayern si aspetta che il Chelsea giochi una partita accorta, soprattutto all'inizio, cercando di far scoprire gli ospiti per colpirli in contropiede. Makaay, tuttavia, sostiene che la sua squadra non modificherà la sua consueta tattica.

"Giochiamo per vincere"
"Della tattica si occupa l'allenatore - ha detto sorridendo -. Ma le due squadre hanno stili diversi. Noi siamo più offensivi e cerchiamo sempre il gol, sia in campionato che in Europa. È un vantaggio disputare la prima gara in trasferta, ma stasera giocheremo comunque per vincere".

Ottimo ricordo
Il Bayern ha un ottimo ricordo dell'ultima trasferta londinese: nonostante l'1-0 subito dall'Arsenal FC, i tedeschi si sono qualificati per i quarti di finale grazie al 3-1 dell'andata. Makaay ammette, tuttavia, che il Chelsea è una squadra diversa.

"Stili diversi"
"Non si possono paragonare le due squadre, hanno stili differenti - ha dichiarato -. Il Chelsea ha ottenuto molto di più in questa stagione, è la favorita per la vittoria in Champions League. Se si esamina la sfida con l'(FC) Barcelona, è chiaro che concedere spazio al Chelsea può creare grossi problemi".

Inglesi in ascesa
"Il calcio inglese è di ottima qualità: Manchester United (FC), Arsenal e Chelsea migliorano ogni anno", ha aggiunto. Makaay annuncia che in ogni caso il Bayern ce la metterà tutta.

"Gara equilibrata"
"È una partita al 50% - ha dichiarato l'olandese -. Abbiamo dimostrato di poter superare l'Arsenal e sappiamo di poter battere anche il Chelsea. Stiamo giocando bene in Champions League e siamo reduci da un buon risultato ottenuto sabato in campionato".

Problemi con il Wolfsburg
La partita di sabato in Bundesliga è stata vinta 3-0 sul VfL Wolfsburg, ma Makaay ha concluso la gara anzitempo, uscendo zoppicando nella ripresa. Il suo partner in attacco, Claudio Pizarro, era uscito in precedenza in barella a causa di un infortunio agli adduttori che gli impedirà di giocare stasera e forse anche nella gara di ritorno in programma martedì prossimo. Makaay, che aveva saltato la seconda partita con l'Arsenal per un problema alla coscia, è invece in condizione di giocare.

Rientro in forma
"Contro il Wolfsburg avevamo un attacco a tre, e Pizarro si era già fatto male, quindi uscire mi è sembrata la cosa più sensata da fare - ha confermato Makaay -. Ho saltato gli allenamenti, è vero, ma mi sono allenato da solo domenica e lunedì e poi insieme alla squadra martedì sera. Spero di poter giocare per tutti i 90 minuti; se dovessi essere sostituito mi auguro che sia perché sto giocando male". Cech, Terry, Carvalho e gli altri del Chelsea farebbero meglio ad augurarsi che sia così: l'alternativa potrebbe essere troppo rischiosa.

In alto