Gruppo D: le contendenti

Qual è il pedigree delle squadre del girone? Chi sono i giocatori chiave, i nuovi arrivi e gli osservati speciali? UEFA.com ha tutte le risposte.

©UEFA.com

Juventus

Ranking UEFA per coefficienti (alla fine del 2018/19): 5°
Come si è qualificata: campione d'Italia
Miglior piazzamento in Coppa dei Campioni: campione, due volte (la più recente nel 1996)

Scorsa stagione: quarti di finale (sconfitta complessiva per 3-2 contro l'Ajax)

Fase a gironi della scorsa stagione: vincitrice Gruppo H – V4 P0 S2 GF9 GS4 (contro Manchester United, Valencia, Young Boys)

Mercato estivo
Arrivi: Aaron Ramsey (Arsenal), Adrien Rabiot (Paris), Matthijs de Ligt (Ajax), Danilo (Manchester City), Gianluigi Buffon (Paris)
Partenze: Leonardo Spinazzola (Roma), Moise Kean (Everton), João Cancelo (Manchester City), Andrea Barzagli (ritirato)

Guarda la tripletta di Cristiano Ronaldo contro l'Atlético la scorsa stagione
Guarda la tripletta di Cristiano Ronaldo contro l'Atlético la scorsa stagione

Allenatore: Maurizio Sarri
Ex giocatore a livello dilettantistico, Sarri si avvicina ai 30 anni di carriera da allenatore. Nel 2014 ha portato l'Empoli in Serie A, ma la sua fama è esplosa a Napoli grazie a un gioco veloce e basato sul possesso palla poi soprannominato "Sarriball". Dopo aver passato la scorsa stagione al Chelsea, con cui ha vinto UEFA Europa League e raggiunto la finale di Coppa di Lega, quest'estate ha deciso di tornare in Italia.

Giocatore chiave: Cristiano Ronaldo
Nel 2018/19, il capocannoniere assoluto della UEFA Champions League (126 gol) ha segnato cinque gol su sei nella fase a eliminazione diretta, con una memorabile tripletta che è valsa la rimonta contro l'Atlético Madrid agli ottavi. Inoltre, ha superato i 400 gol in carriera e ha contribuito al trionfo del Portogallo in UEFA Nations League.

Osservato speciale: Merih Demiral
Anche se i giornali hanno parlato soprattutto di Matthijs De Ligt, nel lungo periodo un altro centrale potrebbe rivelarsi altrettanto importante. Il longilineo difensore, 21 anni, ha esordito nella Turchia a novembre ed è stato paragonato più volte all'ex nazionale Alpay Özalan. Alla Juve potrebbe avere una possibilità perché Giorgio Chiellini si è infortunato al ginocchio e sarà assente per circa cinque-sei mesi.

Atlético Madrid

Ranking UEFA per coefficienti (alla fine del 2018/19): 4°
Come si è qualificato: secondo in Liga
Miglior piazzamento in Coppa dei Campioni: vicecampione, tre volte (la più recente nel 2016)

Scorsa stagione: ottavi di finale (sconfitta complessiva per 3-2 contro la Juventus)

Fase a gironi della scorsa stagione: secondo nel Gruppo A – V4 P1 S1 GF9 GS6 (contro Dortmund, Club Brugge, Monaco)

Guarda cinque grandi gol dell'Atlético
Guarda cinque grandi gol dell'Atlético

Mercato estivo
Arrivi: Marcos Llorente (Real Madrid), Héctor Herrera (Porto), João Félix (Benfica), Kieran Trippier (Tottenham)
Partenze: Lucas Hernández (Bayern), Diego Godín (Inter), Antoine Griezmann (Barcelona), Rodri (Man. City), Filipe Luís (svincolato)

Allenatore: Diego Simeone
Ex centrocampista difensivo dell'Atlético, dell'Inter e della nazionale argentina, Simeone è approdato all'Atlético nel dicembre 2011. A 49 anni, ha portato la squadra in due finali di UEFA Champions League e ha vinto due UEFA Europa League, due Supercoppe UEFA, il campionato e la Coppa del Re.

Giocatore chiave: Jan Oblak
La squadra di Simeone è stata una delle più difficili da superare nelle ultime edizioni, ma le partenze di Lucas Hernández, Diego Godín, Juanfran e Filipe Luís potrebbero pesare molto. Oblak, però, rimane uno dei portieri più affidabili d'Europa e sarà sicuramente in grado di dirigere i nuovi arrivati.

Osservato speciale: João Félix
Il quarto acquisto più costoso nella storia del calcio deve colmare il vuoto quasi incolmabile lasciato da Antoine Griezmann, passato al Barcellona. Tuttavia, le sue prestazioni alla prima stagione con il Benfica fanno pensare che può essere all'altezza: 20 gol in 40 gare fra tutte le competizioni a soli 19 anni. Con tre reti all'andata dei quarti di UEFA Europa League contro l'Eintracht, è anche diventato il giocatore più giovane a segnare una tripletta nel torneo.

Bayer Leverkusen

Ranking UEFA per coefficienti (alla fine del 2018/19): 28°
Come si è qualificato: quarto in Bundesliga
Miglior piazzamento in Coppa dei Campioni: vicecampione (2002)

Scorsa stagione: sedicesimi di UEFA Europa League (sconfitta ai gol in trasferta, 1-1 complessivo contro il Krasnodar)

Mercato estivo
Arrivi: Kerem Demirbay (Hoffenheim), Moussa Diaby (Paris), Nadiem Amiri (Hoffenheim)
Partenze: Thorsten Kirschbaum (VVV), Julian Brandt (Dortmund), Dominik Kohr (Frankfurt)

Kai Havertz è una delle pedine fondamentali del Leverkusen
Kai Havertz è una delle pedine fondamentali del Leverkusen©AFP

Allenatore: Peter Bosz
Da giocatore ha vinto il campionato con il Feyenoord nel 1993 e ha collezionato otto presenze in nazionale. Ha allenato diversi club in Olanda, riscuotendo i maggiori successi con il Vitesse e soprattutto con l'Ajax, che ha portato alla finale di UEFA Europa League 2017. Dopo appena sei mesi sulla panchina del Dortmund la stagione successiva, ha fatto meglio con il Leverkusen, vincendo più di metà delle partite dal suo arrivo.

Giocatore chiave: Kai Havertz
Il centrocampista tedesco ha solo 20 anni ma è già entrato nel giro della nazionale grazie a una straordinaria stagione con il Leverkusen, con cui ha segnato 17 gol in Bundesliga e tre in UEFA Europa League. Tecnicamente dotato, ambidestro e sempre lucido con la palla ai piedi, è anche il più giovane ad aver raggiunto le 50 presenze in Bundesliga e quest'anno potrebbe superarsi ancora. 

Osservato speciale: Moussa Diaby
Non essendo riuscito a trovare un posto da titolare nel PSG, malgrado 34 presenze fra tutte le competizioni nel 2018/19, Diaby si è trasferito in Germania quest'estate. Il Leverkusen ha sempre avuto esterni molto forti, quindi il 20enne francese non dovrebbe lasciarsi sfuggire questa opportunità.

Lokomotiv Moskva

Ranking UEFA per coefficienti (alla fine del 2018/19): 54°
Come si è qualificato: secondo in campionato
Miglior piazzamento in Coppa dei Campioni: ottavi, due volte (la più recente nel 2004)

Scorsa stagione: fase a gironi (quarto posto)

Fase a gironi della scorsa stagione: quarto nel Gruppo D – V1 P0 S5 GF4 GS12 (contro Porto, Schalke, Galatasaray)

Mercato estivo
Arrivi: Murilo Cerqueira (Cruzeiro), Grzegorz Krychowiak (Paris), João Mário (Inter, prestito)
Partenze: Vitaliy Denisov (svincolato), Dmitri Tarasov (svincolato), Igor Denisov (ritirato), Taras Mikhalik (Volyn)

Yuri Semin ha più di 30 anni di esperienza da allenatore
Yuri Semin ha più di 30 anni di esperienza da allenatore©AFP/Getty Images

Allenatore: Yuri Semin
Ex centrocampista e attaccante, Semin ha giocato nelle tre squadre principali di Mosca (Spartak, Dinamo e Lokomotiv). Ha iniziato ad allenare il Pamir nel 1993 ma si è fatto conoscere al Lokomotiv dal 1986 al 2005. Dopo due periodi alla Dynamo Kyiv, nel 2016 è tornato al Lokomotiv.

Giocatore chiave: Grzegorz Krychowiak
L'esperienza del centrocampista polacco è stata fondamentale per tornare in UEFA Champions League dopo il titolo del 2017/18: per questo, il giocatore è stato riscattato definitivamente dal club quest'estate. 

Osservato speciale: Dmitri Barinov
Il centrocampista centrale, 22 anni, ha collezionato 33 presenze fra tutte le competizioni la scorsa stagione e le prime due presenze nella nazionale russa quest'estate.

Lo sapevi?

  • La scorsa edizione, la Juventus ha eliminato l'Atlético agli ottavi grazie a una tripletta di Cristiano Ronaldo nella gara di ritorno (0-2 t, 3-0 c).

  • Cristiano Ronaldo ha segnato sette gol negli ultimi otto confronti europei contro l'Atlético, ma non ha mai affrontato il Leverkusen e la Lokomotiv.

  • L'Atlético ha battuto la Lokomotiv 3-0 in casa e 5-1 in trasferta agli ottavi della vittoriosa UEFA Europa League 2017/18.

  • La Juventus ha eliminato la Lokomotiv al primo turno di Coppa UEFA 1993/94 con un 4-0 complessivo. L'Atlético segnato 11 gol nei tre precedenti contro la squadra russa (V2 P1). 
In alto