Tutti amano Re Eric: un trascinatore in campo e fuori

Eric Cantona, uno dei più carismatici calciatori della sua generazione nonché vincitore del premio del Presidente UEFA, continua a lasciare il segno.

©UEFA

Dopo poco più di 22 anni dal ritiro, l'ex attaccante del Manchester United, Eric Cantona, ha ricevuto il premio del presidente UEFA direttamente da Aleksandar Čeferin per il suo straordinario contributo al calcio.

Il presidente UEFA, Aleksander Čeferin, su Eric Cantona

"Questo non è solo un premio alla carriera ma è anche un riconoscimento alla persona che hai dimostrato di essere: un uomo che rifiuta i compromessi, che difende i suoi valori, che dice ciò che pensa e che, in particolare, ci mette cuore e anima nel sostenere le cause in cui crede".

Cantona in Champions League
Cantona in Champions League

"È un premio per la tua straordinaria carriera e per l'impegno sociale che hai mostrato da quando ti sei ritirato, e accenderà ulteriormente i riflettori sull'iniziativa Common Goal (un progetto nel quale ben sai che sono impegnato personalmente) e dimostrerà che le istituzioni ufficiali, come la UEFA, sanno anche rendere merito a coloro che danno un significato al calcio". 

 Il parere degli esperti

"Ha guidato l'Old Trafford per cinque anni. Un calciatore dal talento incredibile col quale giocare o semplicemente da ammirare in partita e in allenamento".
Ryan Giggs, ex compagno al Manchester United dal 1992–95

"Lo adoravano tutti indipendentemente dalle polemiche. Trasudava carisma e genio in egual misura ed è di gran lunga il miglior giocatore di sempre della Premier League. È stato un onore aver giocato con lui".
Peter Schmeichel, ex portiere Manchester United

"Eric Cantona era speciale. Aveva un'aura attorno. È il re dell'Old Trafford ed è così che dovrebbe essere sempre ricordato".
David Beckham, ex centrocampista Manchester United

Eric Cantona e il suo ex allenatore, Sir Alex Ferguson
Eric Cantona e il suo ex allenatore, Sir Alex Ferguson©Bongarts

"Se dovessi pensare a un giocatore fatto per il Manchester United, non potrei che pensare a Eric Cantona. Ti osservava con quello sguardo sicuro, col petto in fuori e con la testa alta e sembrava chiederti sempre: 'Io sono Cantona. Tu chi sei?".
Sir Alex Ferguson, ex allenatore Manchester United

Carriera da giocatore

• Il Marseille ha pagato il record di 22 milioni di franchi francesi per lui nel 1988; ha mostrato la sua classe a sprazzi ma dopo la vittoria del campionato del 1990/91 ha lasciato l'OM per accasarsi col Nîmes. Per un breve periodo nel dicembre del 1991 si è ritirato a soli 25 anni ma grazie al suo psicoanalista ha deciso di rimettersi in gioco ma questa volta in Inghilterra.

• Dopo alcuni provini con Liverpool e Sheffield Wednesday, nel gennaio del 1992 è passato al Leeds United ed è stato determinante per la formazione di Howard Wilkinson nella vittoria del campionato inglese del 1991/92. Nel novembre del 1992, tuttavia, il francese ha richiesto la cessione e dopo appena due giorni si è fatto avanti il Manchester United che l'ha acquistato per 1,2 milioni di sterline.

• Trasferitosi allo United che al suo arrivo era ottavo, nella stessa stagione ha aiutato i Red Devils a conquistare il suo primo campionato dopo 26 anni - diventando il primo calciatore a vincere il titolo per due anni consecutivi con due squadre diverse. Miglior marcatore di quello United che l'anno successivo ha vinto le due competizioni nazionali, nel 1994/95 è rimasto fuori nove mesi per squalifica.

Eric Cantona in versione attore
Eric Cantona in versione attore©Getty Images

• Ha vinto altri due titoli nel 1995/96 e 1996/97, portando così in bacheca quattro titoli in cinque stagioni allo United (sei in sette complessive). Tecnica e numeri d'alta scuola erano un marchio di fabbrica del francese al Manchester United, così come il suo famoso colletto rialzato.

• Ha sconvolto il mondo del calcio annunciando che alla fine della stagione 1996/97 si sarebbe ritirato ad appena 30 anni. In seguito ha dichiarato: "Ho amato il calcio ma non avevo più voglia di andare a letto presto, di non poter uscire la sera con i miei amici, di non bere e di non fare un sacco di altre cose che mi piacciono".

Il bilancio della carriera

Nazionale: 45 presenze, 20 gol
Competizioni UEFA per club: 27 presenze, 9 gol
Competizioni nazionali: 369 presenze, 131 gol

Cosa è successo dopo

• Dopo un piccolo cameo in un film quando ancora era un giocatore, in seguito al ritiro Cantona si è dato al cinema recitando il ruolo dell'ambasciatore francese nel film Elizabeth (1998) e impersonando se stesso in Cercando Eric (1999).

• Dopo il ritiro Cantona ha scoperto il beach soccer e ha vestito la maglia della nazionale francese ritenendo che questo sport rappresentasse una vetrina importante per quei calciatori la cui carriera non era andata molto bene. Nel 2005 è stato allenatore-giocatore di quella Francia che si è aggiudicata la Coppa del Mondo FIFA di beach soccer.

•  Cantona è stato sempre schietto sulle questioni sociali da quando si è ritirato, tanto che per un breve periodo ha preso in seria considerazione la possibilità di candidarsi nel ruolo di Presidente della Francia nel 2012, con l'obiettivo di aiutare "milioni di famiglie dimenticate". Ha giocato nei Soccer Aid del 2018 e 2019, in cui ex giocatori di Premier League si affrontano per raccogliere fondi in favore dell'UNICEF.

Eric Cantona in una partita di beach soccer
Eric Cantona in una partita di beach soccer©Bongarts

• Nell'ottobre 2018, Cantona è diventato il primo mentore dell'organizzazione benefica di Juan Mata - Common Goal - che incoraggia i calciatori a donare l'1% dei propri stipendi in beneficenza. "Dobbiamo rendere il calcio più sostenibile, positivo e inclusivo, e io farò il possibile per riuscirci", ha detto.

Lui dice

"Anche da calciatore sono sempre stato creativo".

"Non ho studiato; ho vissuto".

"Sono orgoglioso di ciò che ho fatto [all'Old Trafford], ma una vita di ricordi non è una vera vita".

"Che cos'è il calcio se non espressione di libertà? Che vita è una vita senza libertà? Qual è il significato della vita? Penso che possiamo tutti essere d'accordo sul fatto che possiamo fare di più per l'umanità?".

In alto