Sorteggio fase a gironi di Champions League: terza fascia

Tutto sulle otto squadre di terza fascia che partecipano al sorteggio della fase a gironi di UEFA Champions League.

©UEFA.com

Lyon (FRA)

Ranking UEFA per coefficienti (al termine del 2018/19): 27 
Come si è qualificato: terzo in Francia
Miglior piazzamento in Coppa dei Campioni: semifinali (2009/10)

Cosa aspettarsi: Due volte vincitore della UEFA Champions League con il Barcellona, Sylvinho ha sostituito Bruno Génésio sulla panchina del Lione, mentre Juninho Pernambucano ha assunto l'incarico di direttore sportivo. La rosa non è stata modificata in maniera significativa, ma il Lione dovrebbe essere competitivo nonostante la partenza di Nabil Fekir, ceduto al Betis.

Bayer Leverkusen (GER)

Ranking UEFA per coefficienti (al termine del 2018/19): 28
Come si è qualificato: quarto in Germania
Miglior piazzamento in Coppa dei Campioni: vicecampione (2001/02)

Cosa aspettarsi: il Leverkusen ha perso Julian Brandt ma ha cercato di compensare con l'acquisto di Nadiem Amiri e Kerem Demirbay. Inoltre, tutto sembra indicare che darà come sempre spettacolo. L'obiettivo è superare la fase a gironi.

Salzburg (AUT)

Ranking UEFA per coefficienti (al termine del 2018/19): 29
Come si è qualificato: Austrian champions
Miglior piazzamento in Coppa dei Campioni: vicecampione (1993/94)

Il Salisburgo festeggia la vittoria del campionato
Il Salisburgo festeggia la vittoria del campionato©Getty Images

Cosa aspettarsi: Marco Rose è andato al Mönchengladbach e il nuovo tecnico Jesse Marsch cercherà di dare senso a una squadra che ha perso 11 giocatori in estate. Tuttavia, la formazione austriaca punta da sempre sui giovani ed è specializzata nel rigenerarsi anno dopo anno. Chi la sottovaluta lo fa a proprio pericolo.

Olympiacos (GRE)

Ranking UEFA per coefficienti (al termine del 2018/19): 35
Come si è qualificato: secondo in Grecia, vincitore agli spareggi 
Miglior piazzamento in Coppa dei Campioni: quarti di finale (1998/99)

Cosa aspettarsi: sorteggiato insieme a Juventus e Barcellona nella fase a gironi 2017/18, l'Olympiacos ha avuto ovviamente qualche difficoltà. La squadra "portoghese" di Pedro Martins, però, ha superato la fase a gironi della scorsa UEFA Europa League e tre turni di qualificazione di questa Champions League.

Club Brugge (BEL)

Ranking UEFA per coefficienti (al termine del 2018/19): 37
Come si è qualificato: secondo in Belgio, vincitore degli spareggi
Miglior piazzamento in Coppa dei Campioni: finalista (1977/78)

Cosa aspettarsi: Dopo aver perso sei gare su sei nel 2016/17, il Bruges è migliorato nella passata stagione ottenendo sei punti in un girone impegnativo. L'esperienza del tecnico Philippe Clément, tre volte protagonista da giocatore nella fase a gironi, potrebbe essere d'aiuto.

Valencia (ESP)

Ranking UEFA per coefficienti (al termine del 2018/19): 39
Come si è qualificato: quarto in Spagna
Miglior piazzamento in Coppa dei Campioni: vicecampione (due volte, la più recente nel 2000/01)

Cosa aspettarsi: una vera squadra. Il tecnico Marcelino ha un gruppo molto coeso che subisce pochi gol, lavora come pochi a centrocampo ed è sempre imprevedibile in avanti. Il neoacquisto Maxi Gómez non potrà che arricchire uno dei migliori attacchi d'Europa.

Internazionale Milano (ITA)

Ranking UEFA per coefficienti (al termine del 2018/19): 46
Come si è qualificato: quarto in Italia
Miglior piazzamento in Coppa dei Campioni: campione (tre volte, la più recente nel 2009/10)

Rivivi il trionfo dell'Inter nel 2010
Rivivi il trionfo dell'Inter nel 2010

Cosa aspettarsi: una furia totale. Antonio Conte porta la sua consueta fame di vittorie nell'Inter, mentre i neoacquisti Romelu Lukaku, Stefano Sensi e Nicolò Barella sembrano molto adatti alla sua mentalità "con me o contro di me". Superare i nerazzurri dovrebbe essere molto difficile, grazie alla presenza di Conte in panchina e di Diego Godín in un solido terzetto difensivo.

Dinamo Zagreb (CRO)

Ranking UEFA per coefficienti (al termine del 2018/19): 51
Come si è qualificata: campione di Croazia, vincitrice degli spareggi
Miglior piazzamento in Coppa dei Campioni: fase a gironi (sei volte, la più recente nel 2016/17)

Cosa aspettarsi: La Dinamo cercherà di dimenticare l'ultima esperienza nella fase a gironi: sei sconfitte su sei nel 2016/17 senza nemmeno un gol all'attivo. Stavolta le cose potrebbero andare diversamente dopo tre turni di qualificazione e il successo contro il Rosenborg agli spareggi.

In alto