La SPAL rinvia la festa della Juventus

A Ferrara, nell'anticipo della 32ª giornata, la squadra di Semplici batte 2-1 in rimonta i campioni d'Italia in carica, che dovranno aspettare almeno fino a domenica per festeggiare lo scudetto numero 35. Non basta il gol di Kean.

©Getty Images

SPAL-Juventus 2-1 (Bonifazi 49', Floccari 74'; Kean 30')
La Juventus dovrà aspettare almeno fino a domenica per festeggiare lo scudetto numero 35 della sua storia, l’ottavo consecutivo. Allo Stadio Paolo Mazza, nell’anticipo della 32ª giornata, i Bianconeri passano in vantaggio con il gol del “solito” Moise Kean, ma sono battuti in rimonta dai ragazzi di Leonardo Semplici, a segno con Kevin Bonifazi e Sergio Floccari. Per la squadra di Massimiliano Allegri è la seconda sconfitta in campionato, ma saranno comunque campioni d’Italia se domenica il Napoli non vincerà sul campo del ChievoVerona.

La Juventus dà spazio a tante “seconde linee” e Mattia Perin - schierato tra i pali al posto di Wojciech Szczęsny - blocca senza problemi il tentativo di rovesciata di Alessandro Murgia. Pasquale Schiattarella non inquadra lo specchio della porta, poi al 30’ i Bianconeri sbloccano il risultato.

Il portoghese João Cancelo si accentra e prova la conclusione, Kean ci mette il piede e manda dalla parte sbagliata il portiere avversario Emiliano Viviano: 1-0 per gli ospiti, il giovane attaccante della nazionale festeggia il sesto gol in questo campionato.

Si va all’intervallo con i campioni d’Italia avanti di un gol. Ma nella ripresa, dopo appena quattro minuti, la SPAL pareggia. Angolo battuto da Schiattarella e colpo di testa vincente di Bonifazi - difensore in prestito dal Torino - che sovrasta Rodrigo Bentancur.

La formazione di Ferrara ci crede, Perin si salva sul colpo di testa di Manuel Lazzari mentre Viviano vola sulla conclusione di Hans Nicolussi Caviglia. Al 74’ i padroni di casa trovano quello che sarà il gol-vittoria: la firma è quella di Floccari, che trova il varco vincente dopo la percussione di Murgia.

Entra anche Federico Bernardeschi, l’ultima chance è per Mattia De Sciglio ma il suo colpo di testa è impreciso. Finisce 2-1 per la SPAL, per la Juventus la festa è soltanto rinviata…



In alto