Kean implacabile, la Juve torna a +18

Dopo i gol con la nazionale nelle qualificazioni europee, il 19enne attaccante si ripete in campionato e regala ai campioni d'Italia la 25esima vittoria su 29 partite: la rete che stende l'Empoli nell'anticipo arriva a 18 minuti dalla fine.

©Getty Images

Juventus-Empoli 1-0 (Kean 72')
La Juventus ottiene la 25esima vittoria su 29 partite di campionato e torna a +18 sul Napoli. A Torino, nell'anticipo, i campioni d'Italia stendono 1-0 l'Empoli: a decidere la sfida è il giovane attaccante Moise Kean, entrato dalla panchina, che segna anche in Serie A dopo i gol con la nazionale italiana nelle qualificazioni europee.  

Senza Cristiano Ronaldo e Paulo Dybala, la squadra di Massimiliano Allegri fatica a far breccia nella retroguardia dei toscani. Che invece pungono in contropiede con Diego Farias e Hamed Traorè. Va vicino al gol anche Rade Krunić, ma il bosniaco non trova lo specchio della porta difesa da Wojciech Szczęsny. 

I Bianconeri rispondono con Mario Mandžukić, ma il primo tempo si conclude a reti inviolate. Nella ripresa ha un paio di buoni spunti Federico Bernardeschi, che prima chiama all'intervento Bartlomiej Dragowski, poi manda alto sopra la traversa. La mossa decisiva arriva al 69', quando Allegri getta nella mischia Kean al posto di Blaide Matuidi.

L'attaccante classe 2000 impiega tre minuti per lasciare il segno: sponda di Mandžukić e destro vincente da dentro l'area. Dragowski nega al giovane Azzurro la chance del raddoppio, l'ultima chance - dopo una punizione di Miralem Pjanić - è per che però viene contrastato da Daniele Rugani.

I campioni d'Italia incamerano un'altra preziosa vittoria e si avvicinano a grandi passi verso l'ennesimo Scudetto.

 

In alto