Dybala entra e segna, Juve sempre a +13

I campioni d’Italia passano 1-0 a Bologna e si riscattano dal ko contro l’Atlético Madrid: al Dall’Ara decide la Joya, a segno otto minuti dopo il suo ingresso in campo.

©Getty Images

Bologna-Juventus 0-1 (Dybala 67') 
La Juventus riparte subito in campionato dopo il ko sul campo dell’Atlético Madrid. Al Dall’Ara, contro il Bologna, i campioni d’Italia soffrono molto ma passano 1-0 grazie al gol di Paulo Dybala, da pochi minuti in campo: un successo che mantiene i Bianconeri a +13 sul Napoli, vittorioso per 4-0 sul campo del Parma.

La squadra di Siniša Mihajlović gioca bene nel primo tempo e crea diversi pericoli alla capolista. Nicola Sansone, all’11’, non va lontano dal palo della porta difesa da Mattia Perin, che poi blocca a terra il cross sempre dell’attaccante in prestito dal Villarreal. Va vicino al vantaggio anche Simone Edera, ma la palla termina fuori di poco.

Łukasz Skorupski è attento al colpo di testa di Cristiano Ronaldo, schierato titolare da Massimiliano Allegri, poi ha una grande occasione Federico Santander che di un soffio non trova il bersaglio. La migliore occasione del primo tempo, per i campioni d’Italia, la costruisce Federico Bernardeschi, che aggira l’ottimo Andrea Poli e calcia di sinistro sfiorando l’incrocio.

Nella ripresa Allegri getta nella mischia Dybala, che prende il posto di Alex Sandro con il conseguente arretramento in difesa di João Cancelo: è la mossa che decide la partita, perché dopo otto minuti la Joya firma l’1-0. Il suo sinistro, dopo una deviazione corta di Filip Helander sul cross di Blaise Matuidi, spiazza Skorupski.

Il francese lascia il posto a Miralem Pjanić, mentre il Bologna nel finale aumenta il peso offensivo con l’ingresso in campo di Diego Falcinelli. Una chance ce l’ha Roberto Soriano, ma il tiro del centrocampista ex Villarreal finisce di poco a lato. La migliore occasione è quella di Sansone, che centra il palo complice l’impercettibile deviazione di Perin. Finisce 1-0, la Juventus incamera la ventiduesima vittoria su 25 partite di campionato.


SABATO 23 FEBBRAIO 2019

Frosinone-Roma 2-3 (Ciano 5', Pinamonti 80'; Džeko 30', 90'+5', Pellegrini 31')
La Roma soffre tantissimo in casa del Frosinone, ma riesce a vincere in extremis e resta quinta in classifica a un punto dal Milan. Al Benito Stirpe, in uno degli anticipi della 25ª giornata, i Giallorossi passano 3-2 grazie al gol realizzato al quinto minuto di recupero da Edin Džeko, decisivo con la sua doppietta.

La sfida inizia subito in salita per i Giallorossi, costretti a inseguire dopo cinque minuti. Camillo Ciano sfrutta il malinteso tra Steven Nzonzi e Daniele De Rossi e recupera il pallone, per poi calciare dal limite: l’intervento di Robin Olsen è goffo e non può evitare l’1-0 dei padroni di casa.

L’attaccante ciociaro ha subito una clamorosa occasione per il raddoppio, complice il “buco” di Kostas Manolas sul cross di Andrea Beghetto, ma da pochi metri spedisce alto. Marco Sportiello, portiere di casa, si salva sul colpo di testa di Stephan El Shaarawy, poi nel giro di due minuti la Roma ribalta il risultato.

Džeko approfitta della scarsa reattività di Edoardo Goldaniga e fa centro di destro, firmando l’1-1. Un giro di lancette e arriva il 2-1 della squadra di Eusebio Di Francesco: a realizzarlo è Lorenzo Pellegrini, che mette dentro in scivolata dopo la parata di Sportiello su El Shaarawy.

Nella ripresa i Giallorossi perdono Manolas per infortunio, sostituito da Federico Fazio, e a nove minuti dalla fine la formazione di Marco Baroni pareggia: Andrea Pinamonti - in campo dal 67’ al posto di Daniel Ciofani - scambia con Ciano e supera ancora Olsen, realizzando il 2-2.

La Roma sembra "condannata" al pareggio, anzi il suo portiere la salva su Marcello Trotta. Ma in pieno recupero, al 95’, Džeko trova di coscia la doppietta personale - per l’ex attaccante del Manchester City è il settimo gol in campionato - e regala ai Giallorossi un successo preziosissimo. Il Frosinone resta penultimo a sedici punti.




In alto