Il VAR in azione dagli ottavi di UEFA Champions League

In seguito alla decisione presa a dicembre dal Comitato Esecutivo UEFA, il Video Assistant Referee (VAR) sarà usato dagli ottavi di UEFA Champions League in poi.

Dopo i test tecnologici positivi e la formazione degli arbitri negli ultimi mesi, il Video Assistant Referee (VAR) sarà utilizzato da ora in poi per tutte le partite della UEFA Champions League.

Il VAR è stato introdotto a livello nazionale e internazionale in altre competizioni. Ecco di seguito una breve guida su come funzionerà in UEFA Champions League:

• Una squadra VAR - un video assistente arbitrale, un assistente arbitrale video e due operatori video - sarà presente in ogni stadio e supporterà il processo decisionale dell'arbitro.

VAR: la guida animata
VAR: la guida animata

• La squadra VAR controllerà costantemente errori chiari ed evidenti relativi alle seguenti quattro situazioni di gioco in grado di cambiare le partite:

a. Gol

b. Incidenti in area di rigore

c. Cartellini rossi

d. Scambi di identità

• La squadra VAR controllerà tutte le situazioni che cambiano le partite, ma interverrà solo per errori chiari ed evidenti. L'arbitro può fermare il gioco mentre viene presa una decisione.

• Se la revisione del VAR fornisce prove evidenti di un grave errore in una delle situazioni che cambiano il gioco, il VAR può quindi chiedere all'arbitro di condurre una revisione sul campo (osservando il filmato del replay nell'area di revisione). La decisione finale può essere presa solo dall'arbitro..

Le quattro eventualità che possono cambiare una partita
Le quattro eventualità che possono cambiare una partita

• Il VAR è anche in grado di prendere in considerazione qualsiasi infrazione che potrebbe aver avuto luogo nell'immediato sviluppo dell'incidente (la fase offensiva).

• Per le decisioni "fattuali" (es. fuorigioco, fallo dentro o fuori dall'area di rigore), il VAR può semplicemente informare l'arbitro di tali fatti e la revisione in campo non è necessaria, ma è sempre l'arbitro che prende la decisione finale.

• Il processo di revisione in campo sarà comunicato ai tifosi sugli spalti usando sia gli schermi che l'impianto di comunicazione dello stadio.

• Con il VAR in uso, non ci saranno arbitri addizionali aggiuntivi.

Inoltre il Comitato Esecutivo UEFA ha deciso di usare il VAR nella finale di UEFA Europa League 2019, nelle Finals di UEFA Nations League 2019 e nella fase finale dei Campionati Europei UEFA Under 21. Come deciso durante la riunione di settembre del Comitato Esecutivo UEFA, il VAR sarà usato nella UEFA Champions League 2019/20 (dagli spareggi in poi) e in Supercoppa UEFA 2019. La UEFA prevede inoltre di estendere l'uso del VAR alla fase finale di UEFA EURO 2020, alla UEFA Europa League 2020/21 (dalla fase a gironi in poi) e nelle Finals della UEFA Nations League 2021.

Per leggere l'intervista completa al Capo Arbitro UEFA, Roberto Rosetti, sull'introduzione del VAR, clicca qui.

Il protocollo su quando e come utilizzare il VAR è stato definito dall'International Football Association Board, che definisce anche le Regole del gioco. Il protocollo IFAB VAR è disponibile qui.

In alto