La Juve riparte e allunga

Dopo l'eliminazione in Coppa Italia e il rocambolesco pareggio contro il Parma, i Bianconeri passano 3-0 sul campo del Sassuolo e portano a 11 punti il vantaggio sul Napoli: segnano Khedira, Cristiano Ronaldo ed Emre Can.

©Getty Images

Sassuolo-Juventus 0-3 (Khedira 23’, Ronaldo 70’, Emre Can 86’)
Dopo l’eliminazione in Coppa Italia contro l’Atalanta e il rocambolesco pareggio in campionato contro il Parma, la Juventus torna a vincere e allunga in sul Napoli, ora lontano 11 punti. A Reggio Emilia i campioni d’Italia stendono 3-0 il Sassuolo grazie alle reti realizzate da Sami Khedira, Cristiano Ronaldo ed Emre Can.

I Neroverdi di Roberto De Zerbi partono meglio e in avvio vanno vicini al gol con l’azzurro Stefano Sensi e Manuel Locatelli, in prestito dal Milan. La risposta dei Bianconeri di Massimiliano Allegri è affidata a Blaise Matuidi, ma il centrocampista francese calcia alto.

Al 23’, con una fiammata, la Juventus passa in vantaggio. Andrea Consigli sbaglia un rinvio e poi rimedia respingendo la bordata di Ronaldo, ma non può nulla sul tap-in di Khedira. Lo stesso Khedira, dopo una chance per l’ex Domenico Berardi, va vicino al raddoppio nel recupero con un colpo di testa, dopo la respinta del portiere di casa su Federico Bernardeschi.

Nella ripresa i campioni d’Italia diventano padroni del campo. Daniele Rugani si rende pericoloso di testa, poi viene annullato a Ronaldo un gol per fuorigioco. CR7 si riscatta però al 70’ con un super stacco sul corner di Miralem Pjanić, che vale il raddoppio.

A quattro minuti dalla fine arriva il tris. La firma è di Emre Can, dopo una grande azione avviata da Paulo Dybala e rifinita dal fuoriclasse portoghese. Finisce così, la Juve vince 3-0 e vola a +11 sul Napoli.


VENERDI' 8 FEBBRAIO

ChievoVerona-Roma 0-3 (El Shaarawy 9’, Džeko 18’, Kolarov 51’)
Missione compiuta per la Roma, che ritorna al successo dopo due pareggi consecutivi, vincendo 3-0 sul campo del Chievo Verona: tre punti che le consentono di agganciare la Lazio al quarto posto. A decidere il match i gol di Stephan El Shaarawy, Edin Džeko e Alksander Kolarov.

Parte subito forte la squadra di Eusebio Di Francesco che dopo soli 9 minuti passa con El Shaarawy: il “Faraone” si infila tra le maglie della difesa clivense, salita male sull’appoggio di testa di Steven N’Zonzi, e trafigge Stefano Sorrentino con un preciso piatto destro da posizione defilata.

I Giallorossi non si fermano e al 18’ trovano il raddoppio con una splendida azione personale di Džeko, che sulla destra dell’area salta due avversari e realizza con un preciso sinistro a giro sul secondo palo. La squadra di Domenico Di Carlo non demorde e al 33’ sfiora il gol: cross dalla sinistra di Emanuele Giaccherini sul secondo palo, sul quale Mattia Bani fa da sponda per Filip Đorđević che tutto solo dentro l’area piccola viene murato da un ottimo Antonio Mirante, sostituto dell’infortunato Robin Olsen.

I Gialloblu iniziano la ripresa con un atteggiamento molto offensivo e al primo contropiede vengono colpiti: Džeko si traveste da uomo assist e apre il varco interno per Kolarov, che con un perfetto diagonale di sinistro al 51’ batte ancora Sorrentino. Al 70’ il centravanti bosniaco va vicino alla doppietta personale, ma per due volte il suo sinistro dal limite dell’area viene deviato dal portiere di casa.

La Roma quando riparte fa sempre male ai veronesi, al 77’ è ancora Džeko a penetrare in area dalla sinistra e a calciare in maniera potentissima da dentro l’area, stavolta è la traversa a negare la seconda gioia al numero 9 capitolino. E’ sempre un legno a impedire la doppietta anche a El Shaarawy che calcia col piatto destro a botta sicura, sul perfetto assist di Džeko, ma coglie in pieno il palo. Poco male per la Roma, che stavolta non si fa rimontare e conquista tre punti importanti per la lotta in zona Champions.





In alto