Frenkie de Jong al Barcellona: un predestinato?

Frenkie de Jong si trasferirà dall'Ajax al Barcellona in estate: scopriamo perché c'è così tanta attesa per il 21enne centrocampista.

©Getty Images

Frenkie de Jong, ultimo talento ad essere venuto alla ribalta con l'Ajax, passerà al Barcellona la prossima estate. Ad appena 21 anni, De Jong è da tempo considerato un futuro crack del calcio mondiale - un calciatore che nasce una volta per generazione, il cui stile è un mix tra un libero vecchio stampo, un centrocampista basso e un più classico centrale di centrocampo. In poche parole, un numero 6, 8 e 10 in un solo giocatore.

Ma esattamente cosa lo rende così speciale?

GLI OSSERVATI SPECIALI DI UEFA.COM

LE DATE CHIAVE DELLA SUA CARRIERA

Watch De Jong in action for Ajax
Watch De Jong in action for Ajax
  • 10 maggio 2015: esordio con la prima squadra del Willem II, subentrando a partita in corso contro il Den Haag due giorni prima del suo 18° compleanno.
  • 22 agosto 2015: passa all'Ajax a 18 anni ma torna in prestito al Willem II per la prima parte della seguente stagione.
  • 25 gennaio 2016: primo gol a livello professionistico nella vittoria per 2-0 dello Jong Ajax sul NAC Breda.
  • 21 settembre 2016: esordio con l'Ajax in coppa contro il suo ex club, il Willem II.
  • 6 settembre 2018: esordio con la nazionale maggiore olandese nel secondo tempo dell'amichevole vinta per 2-1 contro il Perù.

  • 23 gennaio 2019: firma un contratto di cinque anni col Barcellona.

IL GIOCATORE

De Jong è un destro che può essere adattato a più ruoli del centrocampo. Ha un fantastico equilibrio ed è molto abile nel dribbling. È inoltre dotato di un'ottima visione di gioco poiché abituato a giocare sempre a testa alta. Non gli manca nulla: accelerazione, abilità, controllo, sapienza tattica e intelligenza. È un calciatore in grado di cambiare la partita in qualsiasi momento.

L'ELOGIO

De Jong in his Willem II days
De Jong in his Willem II days©Getty Images

"Una volta ho rilasciato un'intervista per il sito del Willem II, e mi è stato chiesto chi fosse il mio calciatore preferito. Ovviamente la maggior parte degli allenatori ha detto Cristiano Ronaldo o Leo Messi, ma io ho detto Frenkie De Jong. È tecnicamente fantastico - un talento naturale".
Jos Bogers, allenatore U15 di De Jong al Willem II

"Cinque anni fa Frenkie de Jong era piccolino, magro e aveva due gambette striminzite. Nessuno si interessava a lui, ma mi colpì il suo modo di ricevere palla, ovvero la sua qualità più grande ancora oggi. Sapevo che era lui quello su cui puntare e ho continuato ad insistere".
Marc Overmars, responsabile tecnico Ajax

"È sempre calmo e ha sempre la soluzione giusta. Sa anche inserirsi in avanti con profitto. Difficile metterlo sotto pressione e questo è davvero un gran bel dono".
Erik ten Hag, allenatore Ajax

"Il suo pregio maggiore? In fase di possesso palla è in grado di rimandare la decisione fino all'ultimo momento per poi fare un passaggio del quale tutti pensano: 'Caspita, grande idea, semplice ed efficace'. La sua visione di gioco è eccezionale".  
Ronald Koeman, Ct Olanda

"È un acquisto importante per il club, sia per il presente che pe ril futuro. È un grande giocatore, con un futuro grandissimo ad attenderlo. Ci auguriamo il meglio per lui, perché il suo successo coinciderà conn quello del club. Davvero un grande acquisto".
Ernesto Valverde, allenatore Barcellona

I PARAGONI

Di chi saranno questi scarpini?
Di chi saranno questi scarpini?©Getty Images

"Credo sia un'autentica rivelazione. Forse vi metterete a ridere, ma è una versione migliorata di Franz Beckenbauer. Prendetela nel verso giusto. Intendo dire che è rapido e ha una gran facilità d passaggio. Un arma davvero formidabile".
Arie Haan, ex centrocampista di Ajax e Olanda

"Ricorda Sergio Busquets nello stile di gioco. È giovane, ma può dare un contributo prezioso fin da subito. Ha un talento pazzesco. De Jong è esattamente il tipo di prospetto di cui aveva bisogno il Barcellona".
Xavi Hernández, recordman di presenze con il Barcellona

"Ha alcuni tocchi che ricordano Johan Cruyff. L'accelerazione, i capelli, la lungimiranza. Non è un secondo Cruyff, ma ha l'essenza di Cruyff. È la nostra grande speranza nei giorni bui".
Valentijn Driessen, caporedattore sportivo De Telegraaf 

IL FUTURO

Archetipo del centrocampista moderno del Barcellona, De Jong non dovrebbe avere difficoltà di adattamento. Qualità tecnica e abilità nei passaggi lo avvicinano a un tipico prodotto de La Masia. Ciononostante, potrebbe non trovare subito spazio da titolare, dal momento che il suo ruolo è quello di Sergio Busquets. Da lui potrà imparare prima di diventarne il successore.

Come si inserirà De Jong a Barcellona?
Come si inserirà De Jong a Barcellona?©AFP/Getty Images

I PREDECESSORI

De Jong è l'ultimo di una lunga lista di giocatori che hanno vestito le maglie di Ajax e Barça. Ronald Koeman, Patrick Kluivert, Zlatan Ibrahimović e Luis Suárez hanno compiuto delle soste di carriera intermedie, mentre Johan Cruyff, Johan Neeskens e Frank de Boer sono i talenti più cristallini ad aver effettuato il balzo diretto da Amsterdam alla Catalogna. 

Cruyff, naturalmente, è il padrino di tutti loro, avendo vinto tutto con l'Ajax comprese tre Coppe dei Campioni. Esponente di prima grandezza del Calcio Totale sia a livello di club che in nazionale, ha continuato a mietere successi anche a Barcellona sia da giocatore che da allenatore.

In alto