Tutto ciò che devi sapere: variazioni alle rose di Champions League

Ecco cosa dicono le regole sull'iscrizione di nuovi giocatori dagli ottavi di UEFA Champions League in poi. Da quest'anno sono ammessi anche giocatori che hanno giù disputato la competizione con un'altra squadra.

Il Real Madrid iscriverà Brahim Díaz?
Il Real Madrid iscriverà Brahim Díaz? ©Getty Images

Quali sono le regole?

Come accade da qualche stagione, le squadre che partecipano agli ottavi di finale UEFA Champions League possono iscrivere al massimo tre nuovi giocatori. Al contrario delle edizioni precedenti, però, possono essere scritti anche giocatori che hanno già disputato la competizione con un altro club o con un club ancora in gara. 

Quando saranno confermate le variazioni?

Le squadre devono comunicare le variazioni alla rosa entro l'1 febbraio alle 24:00(CET). Dopo l'approvazione di tutte le variazioni da parte della UEFA, l'elenco dei giocatori inclusi ed esclusi verrà pubblicato su on UEFA.com.

Che cosa dice esattamente il regolamento?

Ecco alcuni estratti del regolamento ufficiale della competizione:

  • 45.01 Dagli ottavi di finale, una squadra può scrivere un massimo di tre nuovi giocatori per le rimanenti partite della competizione. Le iscrizioni devono pervenire entro l'1 febbraio 2019 (24.00CET) e la scadenza non è prorogabile.
  • 45.02 I tre giocatori di cui sopra possono aver già disputato le qualificazioni, gli spareggi o la fase a gironi di UEFA Champions League o UEFA Europa League con un'altra squadra.

Per ulteriori dettagli sull'iscrizione dei giocatori in questa fase della stagione, leggere tutto l'Articolo 45 del regolamento.

Altre informazioni

Non sono previste molte variazioni, alcune delle quali sono state annunciate a marzo:

  • Le partite a eliminazione diretta inizieranno alle 21:00, salvo eccezioni concordate dall'amministrazione UEFA.
  • Se le partite proseguono ai tempi supplementari, è concessa una quarta sostituzione.
  • Solo in finale, sarà possibile schierare in panchina 12 giocatori anziché i consueti sette.
In alto