La Juve allunga ancora, Roma corsara

I campioni d'Italia battono 2-1 la Sampdoria e chiudono il girone d'andata con 17 vittorie su 19 partite giocate: decisiva la doppietta di Cristiano Ronaldo, neo capocannoniere del campionato con 14 reti. I Giallorossi vincono 2-0 a Parma.

©Getty Images

Juventus-Sampdoria 2-1 (Ronaldo 2', 65' su rig.; Quagliarella 33' su rig.)
La Juventus, già campione d’inverno, batte anche la Sampdoria e chiude il girone d’andata con 17 vittorie su 19 partite. Allo Stadium, i campioni d’Italia piegano 2-1 i Blucerchiati grazie alla doppietta di Cristiano Ronaldo, neo capocannoniere della Serie A con 14 reti; emozioni nel recupero con il gol del possibile pareggio di Riccardo Saponara annullato dal VAR per fuorigioco.

Come a Bergamo, la squadra di Massimiliano Allegri sblocca subito il risultato. CR7 riceve il pallone da Paulo Dybala, salta Jacopo Sala e con la sua conclusione beffa Emil Audero, portiere ospite di proprietà proprio dei Bianconeri: 1-0 per la Signora.

Un errore di Alex Ferrari per poco non propizia il 2-0 di Mario Mandžukić, poi Dybala con un sinistro va vicino al raddoppio. Al 33’, però, la formazione di Marco Giampaolo pareggia: l’arbitro concede il rigore per un gomito in area di Emre Can e dal dischetto Fabio Quagliarella supera Mattia Perin, festeggiando il decimo gol nelle ultime 9 partite.

Nella ripresa Audero ha un ottimo riflesso su Blaise Matuidi, poi Ronaldo con un tiro potentissimo da 30 metri centra la traversa. La Juventus torna comunque avanti al 65’, grazie a un altro rigore trasformato dal fuoriclasse portoghese e concesso per una mano in area di Ferrari.

Quagliarella con un’incredibile acrobazia va vicino al pareggio, poi nel recupero il brivido del gol di Saponara, che sembra regalare il pareggio ai Blucerchiati: il VAR pesca però in fuorigioco di rientro l’ex giocatore dell’Empoli sul tocco di Grégoire Defrel e il gol è annullato. I campioni d’Italia chiudono il girone d’andata nel migliore dei modi, le lunghezze di vantaggio sul Napoli diventano per ora 12: nel 2018 hanno conquistato 101 punti in Serie A.


Parma-Roma 0-2 (Cristante 58’, Cengiz Ünder 75’)
La Roma ottiene la seconda vittoria consecutiva e sale, per il momento, al quinto posto solitario in classifica. Al Tardini, in casa del Parma, i Giallorossi passano 2-0 grazie alle reti realizzate nella ripresa da Bryan Cristante e dal “folletto” turco Cengiz Ünder.

La squadra di Eusebio Di Francesco ci prova in avvio con Cristante, che calcia alto, poi deve ringraziare Robin Olsen che la tiene in partita con una grande parata al 28’ su Luca Siligardi.

Prima dell’intervallo ha una chance Justin Kluivert sul secondo palo, ma l’olandese manda a lato in spaccata dopo la bella iniziativa di Cengiz Ünder. Nella ripresa ci prova il rientrante Edin Džeko dal limite, ma l’ex attaccante del Manchester City manda alto.

Al 58’ la Roma passa, con una perfetta spizzata di testa di Cristante sugli sviluppi di un corner. Di Francesco perde Kostas Manolas per infortunio, sostituito da Juan Jesus, poi Cengiz Ünder sfiora il raddoppio con un tiro di sinistro che, deviato, termina a lato di pochissimo.

Ancora Džeko ha sul sinistro il pallone del raddoppio, ma il bosniaco è “ipnotizzato” da Luigi Sepe. Un minuto dopo, però, arriva il raddoppio: Lorenzo Pellegrini, subentrato a Nicolò Zaniolo, serve sul secondo palo Cengiz Ünder che di sinistro non sbaglia.

Džeko, Cengiz Ünder e Pellegrini vanno vicini al tris, ma la Roma porta comunque a casa un successo prezioso e si rilancia in classifica.

In alto