Alla scoperta di Santiago Solari

Il Real Madrid ha scelto Santiago Solari come nuovo allenatore della squadra, ma qual è il suo pedigree in #UCL?

Santiago Solari durante il suo primo allenamento da tecnico del Real Madrid
Santiago Solari durante il suo primo allenamento da tecnico del Real Madrid ©Getty Images

Compagno di squadra di Zinédine Zidane da giocatore del Real Madrid, Santiago Solari era il tecnico del Castilla (squadra di riserva del club) quando Zidane è stato nominato allenatore delle Merengues nel 2016 e adesso proverà a replicare i successi ottenuti dal francese.

Presenze in UEFA Champions League

Totale: 61
Real Madrid: 46 (2000–05)
Inter: 15 (2005–08)

Gol in UEFA Champions League

Totale: 7
Real Madrid: 7
Inter: 0

Il Real con la UEFA Champions League del 2002
Il Real con la UEFA Champions League del 2002©Getty Images

Miglior piazzamento: campione (Real Madrid, 2002)

Se non ti ricordi di lui...

Nazionale argentino, il padre di Solari (Eduardo) e lo zio (Jorge) erano entrambi calciatori professionisti, così come lo erano i suoi fratelli, mentre la cugina è sposata con l'ex compagno di nazionale, Fernando Redondo.

Solari ai tempi dell'Atlético
Solari ai tempi dell'Atlético©Getty Images

Centrocampista mancino, dotato di un ottimo dribbling e col fiuto del gol, Solari è venuto alla ribalta col River Plate prima di trasferirsi in Europa all'Atlético Madrid nel 1999. Dopo la retrocessione nell'anno successivo, Solari è passato al Real divenendo in poco tempo un pilastro della squadra dove sarebbe rimasto nelle cinque stagioni successive. Da giocatore delle Merengues è stato convocato 11 volte dall'Argentina.

Nel 2002 Solari ha vinto la UEFA Champions League col Real Madrid, mettendo lo zampino nella storica azione del tiro al volo di Zidane nella finale contro il Leverkusen. Nella stagione successiva ha vinto la sua seconda Liga e nel 2005 è passato all'Inter dopo 209 presenze con i Blancos.

Cosa è successo dopo

In Italia Solari ha continuato a vincere. Nelle tre stagioni all'Inter, infatti, ha sempre conquistato lo Scudetto e si è aggiudicato anche una Coppa Italia prima di chiudere la carriera con delle brevi parentesi al San Lorenzo, con i messicani dell'Atlante e in Uruguay col Peñarol.

Solari e Zidane da giocatori del Madrid
Solari e Zidane da giocatori del Madrid©Getty Images

Dopo un periodo come giornalista sportivo, nel 2013 l'argentino è tornato alle Merengues come allenatore della formazione Under 16, e nel 2015/16 ha allenato il Real Madrid in UEFA Youth League prima di subentrare a Zidane nella formazione Castilla nel 2016/17.

I suoi momenti migliori in UEFA Champions League

• Solari non è mai stato molto prolifico ma spesso ha riservato il meglio in #UCL dove ha segnato sette dei suoi 22 gol col Madrid.

• Lo splendido pallonetto contro la Lazio allo Stadio Olimpico nel 2001/02 - quando il Real si è poi aggiudicato la competizione - rimarrà per sempre scolpito nella memoria dei tifosi del Real Madrid.

Il tiro al volo di Zidane da tutte le angolazioni!
Il tiro al volo di Zidane da tutte le angolazioni!

• Titolare nella finale del 2002 contro il Bayer Leverkusen, è stato lui a lanciare Roberto Carlos in profondità prima dell'assist vincente per l'iconico tiro al volo di Zidane.

Cosa ha detto nella sua prima conferenza stampa

"Questi giocatori sono dei campioni e dei guerrieri che hanno vinto tanto col club. Non è una situazione facilissima ma li vedo molto determinati a cambiare le cose".

"Sono contento di essere qui e sono pronto per la sfida. Lavorare al Real è una grande opportunità indipendentemente dalla mansione, non solo da allenatore della prima squadra".

"Ho dato tutto per questa maglia da giocatore, proprio come gli altri che non sono qui. Il Madrid è talmente più grande di noi che facciamo tutti parte della sua grandezza".

In alto