Quarta giornata di Champions League: tante emozioni in vista!

Alla quarta giornata, alcune squadre sono già a un passo dalla qualificazione agli ottavi, mentre Santiago Solari esordisce sulla panchina del Real Madrid. Ecco tutti gli spunti più interssanti dopo il giro di boa in UEFA Champions League.

Antoine Griezmann e l'Atlético cercano di rifarsi dopo la pesante sconfitta a Dortmund
Antoine Griezmann e l'Atlético cercano di rifarsi dopo la pesante sconfitta a Dortmund ©Getty Images

La quarta giornata di UEFA Champions League ripropone gli incontri della terza giornata a campi invertiti. Alcune squadre intravedono già la qualificazione o l'eliminazione: ecco le partite che potrebbero riservare più emozioni.

GIOCA A FANTASY FOOTBALL

Partite della quarta giornata (ore 21.00 se non diversamente indicato)

Martedì 6 novembre
Gruppo A: Monaco - Club Brugge (18.55), Atlético Madrid - Borussia Dortmund
Gruppo B: Tottenham Hotspur - PSV Eindhoven, Internazionale Milano - Barcelona
Gruppo C: Crvena zvezda - Liverpool (18.55), Napoli - Paris Saint-Germain
Gruppo D: Porto - Lokomotiv Moskva, Schalke - Galatasaray

Mercoledì 7 novembre
Gruppo E: Bayern München - AEK Athens, Benfica - Ajax
Gruppo F: Lyon - Hoffenheim, Manchester City - Shakhtar Donetsk
Gruppo G: CSKA Moskva - Roma (18.55), Viktoria Plzeň - Real Madrid
Gruppo H: Valencia - Young Boys (18.55), Juventus - Manchester United

Tre spunti interessanti alla quarta giornata

1) L'Atlético e Diego Simeone non sono abituati alle sconfitte pesanti. Il 4-0 subito contro il Dortmund alla terza giornata ha eguagliato il peggior risultato di sempre della squadra spagnola nella competizione ed è stato anche la prima sconfitta di quattro gol nelle 391 partite del tecnico argentino in panchina. Tuttavia, i colchoneros possono essere ottimisti perché hanno sempre saputo rimediare: dopo due 3-0 subiti dal Real Madrid nel 2016/17, l'Atleti ha risposto con tre vittorie e un pareggio nelle quattro stracittadine successive, mentre dopo la sconfitta per 3-0 contro il Villarreal ha vinto quattro gare di seguito contro il Sottomarino Giallo.

2) Al contrario dei suoi cugini, il Real Madrid non è fra le otto squadre che possono prenotare la qualificazione con due giornate di anticipo, ma una vittoria in Repubblica Ceca gli permetterebbe di entrare in ottica qualificazione per la 22ª stagione consecutiva. Tuttavia, l'attenzione sarà tutta per il nuovo tecnico Santiago Solari: dopo aver vinto il torneo nel 2002 da giocatore, come se la caverà al posto dell'esonerato Julen Lopetegui? Forse dovrà prendere esempio dal passato: l'ultimo finalista del 2002 scelto come allenatore a metà stagione è stato Zinédine Zidane, che ha subito vinto l'edizione 2015/16 e le due successive.

Thierry Henry alla sua prima stagione in Champions League con il Monaco
Thierry Henry alla sua prima stagione in Champions League con il Monaco©AFP/Getty Images

3) Thierry Henry ha esordito nel torneo con il Monaco nel 1997, con due gol nel 4-0 casalingo contro il Leverkusen. Ora, la squadra del principato è allenata dal suo ex attaccante, che torna allo Stade Louis II dopo 21 anni. La sua ispirazione servirà di sicuro, perché dopo l'1-1 contro il Club Brugge alla terza giornata i monegaschi sono ancora senza vittorie.

Come posso seguire la UEFA Champions League su UEFA.com?

Grazie ai suoi inviati, UEFA.com seguirà tutte le partite di UEFA Champions League della stagione, con aggiornamenti regolari sui social media – Instagram, Facebook e Twitter – e sui MatchCentre. Per ogni gara sono disponibili la diretta testuale e una galleria fotografica, più una trasmissione radio in diretta, mentre le reazioni e gli highlights verranno pubblicati dopo gli incontri.

Come posso partecipare?

Il nuovo Gaming Hub ti permette di gestire la tua squadra di Fantasy Football e di giocare a Fantasy Daily, Predictor, Live Manager e tanti altri concorsi. Clicca qui per iscriverti e vivere un'esperienza totalmente personalizzata, sfidare tuoi amici e vincere grandi premi.

Quali sono le novità per il 2018/19?

Questa è la prima edizione in cui la fase a gironi le partite si gioca in due fasce orarie diverse, con almeno due gare a giornata alle 18:55. Ma non dimentichiamo la nuova brand identity, basata sul concept 'Highlighting moments that make the ultimate stage'.

Che cosa non cambia?

Trentadue squadre si sfidano per alzare la coppa europea per club più prestigiosa. Le prime due classificate negli otto gironi si qualificano agli ottavi, che prevedono gare di andata e ritorno. Poi si procede ai quarti, alle semifinali e alla finale. A proposito...

Dove e quando si gioca la finale?

Sabato 1 giugno 2019 alle 21:00 all'Estadio Metropolitano di Madrid, terreno di gioco dell'Atlético. Segnalo sul calendario!

E infine...

Se anche tu alle 18:50 del martedì senti quella musichetta nella testa, quella che fa "The champions...", allora ascolta l'inno!

In alto