Il club dei 100 di Champions League: Luís Figo

Luís Figo, ex campione d'Europa col Real Madrid, è l'ultimo centenario di UEFA Champions League sotto i riflettori di UEFA.com.

©Getty Images

Nell'ultimo numero della nostra serie di approfondimenti sul club esclusivo di calciatori che hanno giocato 100 o più partite in UEFA Champions League, i riflettori si accendono sull'ex centrocampista di Sporting, Barcellona, Real Madrid e Inter, Luís Figo.

IL CLUB DEI CENTENARI DI CHAMPIONS LEAGUE

Presenze

Guarda gli highlights della finale di Champions League del 2002
Guarda gli highlights della finale di Champions League del 2002

Totale: 103
Barcellona: 24
Real Madrid: 58
Inter: 21

Gol

Totale: 24
Barcellona: 7
Real Madrid: 16
Inter: 1

Miglior piazzamento: vincitore (Real Madrid, 2002)

Se non dovessi ricordarti di lui...

Figo ha vinto il premio FIFA World Player of the Year nel 2001
Figo ha vinto il premio FIFA World Player of the Year nel 2001©Getty Images

Divenuto celebre per i suoi dribbling letali e per il suo passo felpato, Figo è stato un re degli assist e uno specialista dei calci piazzati. Cresciuto nelle giovanili dello Sporting, ha esordito in prima squadra a 17 anni, impressionando tutti sin da subito per la sua fantasia. Passato al Barcellona nel 1995, ha tuttavia vissuto gli anni migliori col Real Madrid, rivale storico dei Blaugrana.

Il suo talento gli è valso il Pallone d'Oro nel 2000, il premio FIFA World Player of the Year nel 2001 e la vittoria in UEFA Champions League nel 2002. L'esterno portoghese ha fatto parte di quella 'generazione d'oro' che ha vinto la Coppa del Mondo FIFA U20 nel 1991 e si è piazzata al secondo posto in patria a UEFA EURO 2004. Ha lasciato la nazionale dopo la Coppa del Mondo FIFA del 2006, con 127 presenze e 32 gol - entrambi record all'epoca.

Come è arrivato a quota 100

Prelevato dal Barça nel '95, Figo non ha esordito in UEFA Champions League prima di altri due anni. In seguito ha partecipato a 12 edizioni della prima competizione per club d'Europa e ha vinto la coppa nel 2002, diventando il sesto calciatore a raggiungere le 100 presenze in UEFA Champions League (dopo Raúl González, Roberto Carlos, Paolo Maldini, David Beckham e Oliver Kahn). Si è ritirato dopo altri quattro anni da giocatore dell'Inter.

I suoi momenti migliori

  • Si è presentato al mondo nel settembre 1997 con un assist e un gol dalla distanza nella sua gara d'esordio in UEFA Champions League – sconfitta per 3-2 in casa del Newcastle.

  • Ha inaugurato a vittoriosa stagione 2001/02 del Real Madrid con il primo gol delle Merengues - una fantastica punizione in una vittoria per 2-1 in casa della Roma.

  • Col Real ha aperto le marcature nell'andata dei quarti di finale 2002/03 contro il Manchester United con uno strepitoso pallonetto a effetto su Fabien Barthez dal limite dell'area.

Dicono di lui

Figo con Mourinho dopo l'ultima partita della sua carriera
Figo con Mourinho dopo l'ultima partita della sua carriera©Getty Images

"È sempre triste quando i grandi calciatori arrivano alla fine [della carriera]. Ricordo che Figo ha giocato la sua ultima partita con me all'Inter – è stato uno dei giorni più tristi della mia carriera".
José Mourinho, ex allenatore di Figo all'Inter

"Mi ricordo, prima che andasse al Barcellona, di aver affrontato Figo in una partita contro lo Sporting. Era molto giovane, 18 o 19 anni, e nessuno lo conosceva. È venuto al Bernabéu e ho detto: 'Chi è questo ragazzo?'. Aveva unn piede solo ma ci ha fatto impazzire. È stato un giocatore eccezionale".
Manolo Sanchís, ex capitano del Madrid e compagno di squadra

"Potresti mettere Figo in una cabina telefonica con 11 avversari e lui troverebbe lo stesso la strada verso la porta. Dribblerebbe tutti e troverebbe l'uscita".
Carlos Queiroz, ex allenatore di Figo col Portogallo (in tutte le fasce d'età) ed ex allenatore del Real

Se ti sei perso le puntate precedenti...

Il club dei 100 di Champions League: Andriy Shevchenko
Il club dei 100 di Champions League: Oliver Kahn

In alto