Thierry Henry torna al Monaco

Thierry Henry è il nuovo allenatore del Monaco dopo l'esonero di Leonardo Jardim. La squadra del principato farà affidamento su uno dei migliori giocatori nella storia della UEFA Champions League.

Thierry Henry è il nuovo allenatore del Monaco
Thierry Henry è il nuovo allenatore del Monaco ©Getty Images

Thierry Henry è il nuovo allenatore del Monaco dopo l'esonero di Leonardo Jardim. La squadra del principato farà affidamento su uno dei migliori giocatori nella storia della UEFA Champions League.

Presenze in UEFA Champions League

Totale: 112
Monaco: 9 (1994–99)
Arsenal: 77 (1999–2007)
Barcellona: 26 (2007–10)

Highlights: i gol di Thierry Henry in Europa
Highlights: i gol di Thierry Henry in Europa

Gol in UEFA Champions League

Totale: 50
Monaco: 7
Arsenal: 35
Barcellona: 8

Miglior traguardo: campione (Barcellona, 2009)

Se non ve lo ricordate...

Thierry Henry ha vissuto un periodo felice all'Arsenal
Thierry Henry ha vissuto un periodo felice all'Arsenal©Getty Images

"Tecnicamente, Thierry Henry è forse il miglior giocatore nella storia del calcio", ha dichiarato Zinédine Zidane, che gli ha servito assist su assist nelle vittoriose edizioni di Coppa del Mondo FIFA 1998 e UEFA EURO 2000. Attaccante straordinario che amava saltare i difensori e arrivare all'uno contro uno con il portiere, ha concluso la carriera come capocannoniere di tutti i tempi dell'Arsenal (226) e della Francia (51).

Acquistato dal Monaco a soli 13 anni senza provino, dopo che un osservatore lo visto segnare tutti i gol in una gara vinta 6-0, è stato inizialmente schierato sulla fascia ed è approdato all'Arsenal nel 1999 dopo sei mesi deludenti alla Juventus. Convertito in centravanti puro, ha vinto due campionati con Arsenal e Barcellona e raggiunto due finali di UEFA Champions League, vincendo quella del 2009.

Dopo il ritiro

Romelu Lukaku ha imparato da Henry
Romelu Lukaku ha imparato da Henry©Getty Images

Lasciata la nazionale dopo il mondiale 2010 (il quarto personale), si è trasferito negli Stati Uniti ai New York Red Bulls, appendendo scarpini al chiodo nel 2012. Nel 2014 è entrato nello staff tecnico del Belgio, diventando un punto di riferimento per Romelu Lukaku. "Thierry per me è il massimo - ha dichiarato l'attaccante -. A volte gli faccio domande per due ore". Più di recente è stato il vice del Ct Roberto Martínez, mentre quest'estate è arrivato a un passo dalla panchina del Bordeaux.

I suoi momenti migliori in UEFA Champions League

Guarda il gol contro il Real Madrid
Guarda il gol contro il Real Madrid
  • Superare il record di gol di Ian Wright con l'Arsenal (185) con la doppietta nel 2-0 sullo Sparta Praha il 18 ottobre 2005. Il primo gol è arrivato con uno spettacolare tiro d'esterno sul secondo palo. Per festeggiare questo traguardo gli è stata dedicata una statua all'Arsenal Stadium.

  • Segnare uno dei più bei gol in UEFA Champions League agli ottavi contro il Real Madrid il 21 febbraio 2006. Raccolto un passaggio da Cesc Fàbregas a metà campo, ha saltato diversi difensori e ha trafitto Iker Casillas. Giustamente, la sua prodezza è stata inserita fra i 60 gol più belli della storia della UEFA.

  • Dopo la sconfitta con l'Arsenal in finale di UEFA Champions League 2006 contro il Barcellona, Henry è approdato in blaugrana, battendo il Manchester United per 2-0 nella finale del 2009 a Roma.

Hanno detto di lui

"Per i difensori era imbarazzante. Segnava come voleva".
Arsène Wenger, ex allenatore Arsenal

"Quando cambia marcia e ti supera, è come cercare di inseguire uno che scappa in moto".
Jamie Carragher, ex difensore Liverpool

"Sembrava che non sudasse mai. Poteva correre per 100 metri superando cinque giocatori e non aveva neanche il fiatone".
Paul Scholes, ex centrocampista Mancheser United

In alto