Liverpool, quanto è importante l'arrivo di Alisson?

Brillante, amante della pesca e con un fratello portiere; conosciamo meglio il portiere più costoso del mondo, Alisson Becker.

©Getty Images

Alisson Becker è passato ufficialmente dalla Roma al Liverpool: conosciamo meglio il portiere brasiliano.

Dicono di lui

"Alisson è una sorpresa solo per chi non lo conosceva. Mi colpisce per come rende inoffensive situazioni delicate. Dà tanta sicurezza alla squadra".
Gianluigi Buffon, portiere PSG

"Alisson? Pensavo fosse una follia spendere così tanto per un portiere [8 milioni di euro] ma avevo torto. È un fenomeno".
Daniele De Rossi, centrocampista Roma

"Alisson è un professionista e un uomo vero. Merita tutti gli elogi che sta ricevendo".
Luciano Spalletti, ex allenatore Roma

"Questo ragazzo è un fenomeno. È il numero uno dei numeri uno. È il Messi dei portieri perché ha la stessa mentalità di Messi. È un portiere che può caratterizzare un'epoca. Nei comportamenti in mezzo alla porta mi ricorda Zoff. Lo paragonerei però anche a Michel Preud'Homme che aveva la classe di uno nato per fare il portiere".
Roberto Negrisolo, ex preparatore dei portieri della Roma

Bilancio attuale

Nazionale: 31 presenze
Competizioni UEFA per club: 23 presenze
Competizioni nazionali europee: 41 presenze

Ciò che potresti non sapere

Muriel: aria di famiglia
Muriel: aria di famiglia©Getty Images

• Suo padre e suo nonno erano entrambi portieri amatoriali nella sua città natale, ovvero Novo Hamburgo, e all'Internacional è stato il vice di suo fratello maggiore Muriel. Oggi Muriel gioca in Europa con i portoghesi del Belenenses ma la rivalita col fratello si è spostata nel mondo virtuale: "Gioco sempre online contro mio fratello", ha raccontato Alisson.

• Ha giocato ad Anfield due volte – nella sconfitta della Roma per 5-2 in semifinale contro il Liverpool nella passata stagione, e in una vittoria per 2-0 col Brasile contro la Croazia di un paio di settimane dopo. Dei Reds conosce già Roberto Firmino dalla nazionale brasiliana e Mohamed Salah dai tempi della Roma. Dell'egiziano una volta ha detto: "Messi è il giocatore più forte contro cui ho giocato ma oggi Momo [Salah] è temuto tanto quanto lui".

• Se ha del tempo libero, ciò che ama di più è andare a pesca. "Amo pescare. Quando ero più giovane andavo sempre con mio padre e i miei amici. Quando vado in vacanza in Brasile, provo a ritagliarmi tre o quattro giorni per andare a pescare con i miei amici". Lui e Ciro Immobile della Lazio vanno entrambi spesso a Fregene - centro balneare del litorale romano.

• Tra le altre passioni di Alisson c'è il tennis, che segue con molto interesse in TV (il connazionale brasiliano Gustavo 'Guga' Kuerten è il suo giocatore preferito), e suonare la chitarra. La sua musica preferita? Il rock, ma anche il sertanejo – una specie di musica country brasiliana – e il pagode, un sottogenere del samba.

Guarda le parate di Alisson nella sua gara d'esordio nella fase a gironi di #UCL
Guarda le parate di Alisson nella sua gara d'esordio nella fase a gironi di #UCL

• Ha mantenuto la porta inviolata sette volte in 23 partite UEFA per club, ed è stato scelto come uomo partita nella sua gara d'esordio in UEFA Champions League - uno 0-0 contro l'Atlético Madrid nel settembre 2017. In un report di UEFA.com in quell'occasione è stato scritto: "Un superbo Alisson Becker salva il risultato nel primo tempo su una conclusione di Antoine Griezmann, e nega il gol nel secondo a Luciano Vietto e Saúl Ñíguez."

• Nominato nella Squadra della Stagione della passata edizione di UEFA Champions League, Alisson non è il classico predestinato. Per un problema di crescita tardivo, infatti, il brasiliano ha rischiato di non imporsi all'Internacional e inoltre il suo carattere non è stato sempre come quello di oggi. "Se avessero inviato un osservatore per scrivere una relazione su di me da bambino, penso che avrebbero scritto qualcosa tipo: 'Alisson Becker: portiere, sette anni. Basso. Scontroso. Piange spesso'".

• Ha scalato a suon di prestazioni le gerarchie della porta del Brasile, tanto che Ederson del Manchester City non è il titolare - per adesso - ma la concorrenza è dura. "Sto lavorando più duramente grazie a lui", ha spiegato Alisson. "La nostra competizione è per il bene dei tifosi della Seleção. La nazionale brasiliana è in buone mani per i prossimi anni".

• È sposato con un medico e la coppia ha una figlia di nome Helena. "Mia moglie Natalia ha lasciato il Brasile cinque mesi dopo aver lavorato duramente per laurearsi solo per stare con me", ha detto Alisson. "Ciò significa tanto per me. Se sto male a casa è meglio avere un medico accanto piuttosto che una modella".

Lui dice

"Mi piace tutto del mio ruolo. Mi piace questo lavoro, non solo le partite ma anche gli allenamenti. Mi è sempre piaciuto essere un portiere sin da quando ero un bambino. Anche mio fratello è un portiere e quando ero giovane adoravo andarlo a vedere allenarsi con i miei genitori".

"Sono un ragazzo tranquillo ma quando gioco per la Roma, specialmente in UEFA Champions League, mi sento come un lupo".

In alto