Paris e City a caccia della perfezione

Paris Saint-Germain e Manchester City sono in lizza per chiudere i rispettivi gironi di UEFA Champions League a punteggio pieno: UEFA.com passa in rassegna le squadre che ci sono riuscite in passato.

©Getty Images

Milan (1992/93)
V6 P0 S0 GF11 GS1

Il Milan centra quattro successi nei primi due turni e approda alla fase a gironi inaugurale esordendo con una rotonda vittoria per 4-0 sul Göteborg, storica partita in cui Marco van Basten cala il poker. Le successive quattro vittorie arrivano tutte con un gol di scarto: fuori casa col PSV Eindhoven, fuori casa e in casa contro Porto e quindi a Göteborg, prima del 2-0 a San Siro sul PSV che permette al Milan di raggiungere la finale. I Rossoneri cadono 1-0 a Monaco contro l'Olympique Marsiglia, ma la loro impresa rimane quella più vicina alla perfezione.

Paris Saint-Germain (1994/95)
V6 P0 S0 GF12 GS3

Il Paris non si ferma dopo il successo 2-0 all'esordio contro il Bayern Monaco, con reti di George Weah e Daniel Bravo. Le successive vittorie fuori casa contro Spartak Mosca e Dynamo Kiev porta i francesi al comando del girone. Weah segna l'unica rete in casa contro la Dynamo e fuori casa col Bayern, siglando poi una doppietta nell'ultima partita con lo Spartak terminata sul 4-1. Il Paris si fa poi strada fino alle semifinali, dove viene eliminato dal Milan con un 3-0 complessivo.

Spartak Mosca (1995/96)
V6 P0 S0 GF15 GS4
Lo Spartak comincia con un paio di vittorie di misura, 1-0 in casa del Blackburn Rovers e 2-1 in casa del Legia Varsavia, prima di proseguire la striscia positiva contro il Rosenborg alla terza e quarta giornata. I norvegesi vengono sconfitti 4-2 a Trondheim – lo Spartak era sotto di due gol a fine primo tempo –, mentre al ritorno perdono in Russia per 4-1. Lo Spartak vince poi 3-0 in casa contro il Blackburn e 1-0 contro il Legia. La corsa del club inglese si ferma però ai quarti di finale, per mano del Nantes.

Barcellona (2002/03)
V6 P0 S0 GF13 GS4

La vittoria casalinga per 3-2 contro il Bruges del 18 settembre 2002 apre una striscia di nove successi consecutivi per il Barcellona, un record che in UEFA Champions League verrà battuto solo nel 2013/14 ad opera del Bayern. Le vittorie in casa e fuori casa contro Galatasaray e Lokomotiv Mosca, più un altro successo di misura contro il Bruges, permettono al Barça di avere un margine di ben 11 punti nel girone. I catalani superano anche la seconda fase a gironi, ma nei quarti di finale si arrendono alla Juventus.

Real Madrid (2011/12)
W6 D0 L0 F19 A2

La squadra di José Mourinho vince la prima partita in casa della Dinamo Zagabria per 1-0 e poi prosegue la sua marcia inarrestabile al Santiago Bernabéu contro Ajax e Lione, battute rispettivamente 3-0 e 4-0 alla seconda e terza giornata. Segue una vittoria per 2-0 in casa del Lione, prima che la Dinamo divenga la prima - e unica - squadra a fare breccia nella difesa del Madrid durante la fase a gironi, riuscendoci però dopo essere stata in svantaggio 6-0. La partita vinta per 3-0 in casa dell'Ajax completa il girone perfetto delle Merengues, che verranno poi eliminate in semifinale dal Bayern ai calci di rigore. 

Real Madrid 2014/15
V6 P0 S0 GF16 GS2

Laureatasi campione d'Europa per la decima volta nel 2014, la squadra di Carlo Ancelotti comincia la difesa del titolo superando il Basilea con uno scintillante 5-1 alla Giornata 1 e chiude a punteggio pieno il girone per la seconda volta nella sua storia battendo 4-0 il Ludogorets alla Giornata 6 - 19esima vittoria in una striscia di 22 fra tutte le competizioni. Le Merengues eguagliano anche il record di dieci successi di fila in UEFA Champions League, striscia che si interrompe nel ritorno degli ottavi con una sconfitta 4-3 contro lo Schalke. Il Real supera comunque il turno e approda fino alle semifinali, dove viene eliminato dalla Juventus.

In alto