Come farà il Barcelona senza Dembélé?

Col neo acquisto Ousmane Dembélé fuori fino al nuovo anno per un infortunio al tendine del bicipite femorale sinistro, il Barcellona si trova davanti a un dilemma in avanti; Joe Walker fa una panoramica delle opzioni di Ernesto Valverde.

©Getty Images

Il Barcellona si trova davanti a un dilemma dopo aver perso Ousmane Dembélé per un infortunio al tendine del bicipite femorale durante la sfida di sabato vinta in trasferta per 2-1 sul Getafe.

L’attaccante della Francia è durato all’incirca mezz’ora prima di uscire dal campo per infortunio, e adesso sarà costretto a saltare le restanti partite della fase a gironi di UEFA Champions League e tornare nel 2018, lasciando così all’allenatore Ernesto Valverde il difficile compito di trovare delle soluzioni all’altezza. UEFA.com esamina tutte le opzioni possibili dell’allenatore dei catalani:

Gerard Deulofeu è una prima scelta per il Barcelona
Gerard Deulofeu è una prima scelta per il Barcelona©AFP/Getty Images

1) Gerard Deulofeu

Il prodotto del vivaio del Barça ha preso il posto di Dembélé sabato e sembrerebbe il sostituto naturale dell’esterno francese nell’attuale 4-3-3, accanto Lionel Messi e Luis Suárez. Il 23enne all’inizio della stagione era stato confermato per lottare per una maglia da titolare, e adesso l’infortunio di Dembélé potrebbe avergli spalancato le porte nell’11 titolare. In questa stagione ha giocato sei partite in tutte le competizioni, mettendo lo zampino in due gol del Barça.

2) Denis Suárez

Il versatile centrocampista ha inoltre segnato il pareggio nella gara del weekend ed era già stato schierato nel tridente offensivo dei catalani. Sebbene non abbia la stessa velocità di Dembélé o Deulofeu, il suo ottimo controllo palla e visione nei passaggi, lo rendono più che compatibile per riempire il buco creato dall’assenza di Dembélé.

Paco Alcácer vorrebbe più spazio
Paco Alcácer vorrebbe più spazio©AFP/Getty Images

3) Paco Alcácer

Sebbene il suo minutaggio sia stato risicato da quando nella scorsa estate è stato prelevato dal Valencia, adesso potrebbe essere giunto il momento per Alcácer di fare vedere a tutti il suo talento. Numero 9 naturale col fiuto del gol, il 24enne dovrebbe tuttavia adattarsi a un ruolo al quale non è abituato – ma già in precedenza ha dimostrato di sapersi sacrificare per il bene della squadra. Dopo essere uscito dal giro della nazionale dopo il suo trasferimento al Barça, adesso spera di poter rientrare dalla porta principale.

In alto