Camp Nou espugnato, al Real il primo Clásico

Il Barcellona si inchina 3-1 in casa ai campioni di Spagna, che ipotecano la Supercoppa: Messi pareggia dopo l'autorete di Piqué, Ronaldo riporta avanti la squadra di Zidane prima di essere espulso; il tris porta la firma di Asensio.

©Getty Images

Il Real Madrid espugna con una grande prestazione il campo del Barcellona e mette una seria ipoteca sulla Supercoppa spagnola, dopo aver già trionfato in Supercoppa UEFA. Al Camp Nou, i campioni di Spagna e detentori della UEFA Champions League si impongono con un secco 3-1, che li mette in posizione di forza in vista del ritorno di mercoledì al Santiago Bernabéu.

In Catalogna vanno in scena novanta minuti pieni di pathos ed episodi che fanno discutere, come sempre accade quando in campo ci sono Blaugrana e Merengues. Succede tutto nel secondo tempo, dopo che nei primi quarantacinque minuti Mateo Kovačić sbaglia il pallonetto su un errato rinvio di Marc-André ter Stegen, mentre i padroni di casa falliscono due buone chance con Luis Suárez e Lionel Messi: l’uruguaiano ex Ajax e Liverpool è fermato da Keylor Navas, mentre la Pulce argentina manda alto su calcio di punizione.

La squadra di Zinedine Zidane passa in vantaggio dopo cinque minuti, quando Gerard Piqué mette alle spalle del proprio portiere il cross dalla sinistra di Marcelo con un maldestro intervento in spaccata. La squadra di Ernesto Valverde sfiora il pari con l’ex milanista Gerard Deulofeu, mentre Jordi Alba si “immola” sulla conclusione a colpo sicuro di Dani Carvajal, imbeccato da Karim Benzema.

Il Barça si divora l’1-1 con Sergio Busquets, ma riesce a riportare l’incontro in equilibrio su calcio di rigore, concesso per un presunto contatto tra Navas e Luis Suárez: dal dischetto, Messi non sbaglia. Il Real Madrid però torna avanti grazie a un bellissimo gol in ripartenza di Cristiano Ronaldo, entrato nella ripresa al posto di Benzema e bravo a duettare con Marcelo.

Il fuoriclasse portoghese toglie la maglietta per esultare e viene ammonito, poi rimedia il secondo giallo per una presunta simulazione in area sul contatto con Samuel Umtiti.Ma in inferiorità numerica, la squadra di Zidane trova il tris con una “fucilata” di Marco Asensio. I campioni di Spagna conquistano il Camp Nou, un altro trofeo è vicinissimo; il Barça - alla prima senza Neymar - è alle corde…

In alto